Tag Archives: persecuzione

La drammatica situazione dei cristiani nel Corno d’Africa, tra guerra e persecuzioni

Nelle scorse settimane ha fatto scalpore l’arresto di abune Fikremariam Hagos, vescovo cattolico di Segheneiti, culla della diffusione del cattolicesimo nel paese, devastata dalle operazioni di reclutamento forzato di uomini di ogni età da inviare in Tigray, a dar manforte all’esercito etiopico nella guerra civile che si combatte da ormai due anni nella regione. L’arresto del vescovo, senza motivazioni dichiarate come finora ha fatto il governo di Asmara, può essere interpretato come un segnale alla Chiesa cattolica, rimasta ormai l’unica voce critica all’interno del Paese.

Ottava edizione del Rapporto di ACS: ‘Perseguitati più che mai’

“Stavo ancora celebrando la Messa quando ho sentito le esplosioni. Ero sul sagrato, stavo mettendo l’incenso nel turibolo e mi stavo preparando a guidare la processione fuori dalla chiesa, quando ho sentito due forti boati e ho visto i miei parrocchiani in preda al panico correre in diverse direzioni. Qualcuno è corso da me e ha gridato: ‘Padre, ci sono degli sconosciuti armati!’ Non so quanti fossero, alcuni dicono sei, altri quattro, ma so che erano organizzati. Alcuni degli assalitori si sono confusi tra i parrocchiani e hanno pregato con noi durante la Messa, sapendo per tutto il tempo che avevano intenzione di ucciderci”.

Mons. Battaglia affida tutti alla protezione di san Gennaro

Nella mattinata di lunedì 19 settembre nella Cattedrale di Napoli l’arcivescovo, mons. Domenico Battaglia, ha annunciato che il sangue di san Gennaro si era sciolto e nell’omelia della celebrazione eucaristica ha ricordato il valore del martirio:

In Nicaragua Ortega contro la Chiesa

Secondo il giornalista Paolo Manzo il governo nicaraguense sta portando avanti trattative con il Vaticano che dovrebbero culminare con l’esilio di mons. Rolando Álvarez, arrestato dalle autorità giovedì 4 agosto ed accusato di’organizzare gruppi violenti’, presumibilmente ‘con l’obiettivo di destabilizzare lo Stato nicaraguense e attaccare le autorità costituzionali’. Quindi il presidente Ortega sta perseguendo l’obiettivo di arrivare a un negoziato con il Vaticano per esiliare il vescovo Álvarez, come già successo con mons. Silvio Báez nel 2019.

Open Doors: cresce la persecuzione contro i cristiani

La riconquista talebana dell’Afghanistan è benzina per il jihadismo globale anticristiano e nel mondo sono oltre 360.000.000 i cristiani che sperimentano almeno un livello alto di persecuzione e discriminazione a causa della fede: l’Afghanistan è il paese più pericoloso al mondo per i cristiani, seguito da Corea del Nord Somalia, Libia, Yemen, Eritrea, Nigeria, Pakistan Iran, India e Arabia saudita, secondo l’analisi della World Watch List 2022, il rapporto sui 50 stati dove i cristiani subiscono persecuzioni, curato dall’organizzazione Porte Aperte/Open Doors per il periodo 1 ottobre 2020 – 30 settembre 2021, presentato mercoledì scorso alla Camera dei Deputati dal direttore dell’ong, Cristian Nani.

Papa Francesco invita il Consiglio Ecumenico a non cadere nella trappola del quieto vivere

Con l’incontro ecumenico del pomeriggio papa Francesco ha lasciato l’Ungheria ed è atterrato in Slovacchia,  ringraziando il presidente Áder per la ‘calda ospitalità’ dei cittadini. A Bratislava il papa è stato accolto dalla presidente della Repubblica ai piedi della scala anteriore dell’aereo. All’arrivo il papa è stato  accolto da un piccolo gruppo di fedeli e dalle delegazioni ufficiali, tra cui anche una sopravvissuta all’ Olocausto.

Pistoia celebra san Giacomo per rinnovare la fede

Domenica 25 luglio la diocesi di Pistoia ha celebrato san Giacomo, celebratasi con la messa solenne presieduta dal card. Angelo Bagnasco. Un cammino che è messaggio per tutti, specialmente in questo anno giubilare, come ha scritto il vescovo della diocesi, mons. Fausto Tardelli:

Una giornata di preghiera per il Libano

E’ frutto di un percorso lungo circa 30 anni, la Giornata di preghiera e riflessione per il Libano del 1° luglio, indetta da papa Francesco nell’auspicio di aprire spiragli di pace nel Paese oppresso da una poliedrica crisi politica, economica e sociale, scenario nell’agosto scorso della violenta esplosione al porto di Beirut. Il titolo scelto è ‘Insieme per il Libano’, preceduto da una citazione del profeta Geremia ‘Il Signore Dio ha progetti di pace’.

Il Covid diventa un alibi per i governi: 340.000.000 cristiani perseguitati

 “Aumenta la persecuzione dei cristiani in termini assoluti: oltre 340.000.000 nel mondo, vuol dire 1 cristiano ogni 8 sperimenta almeno un alto livello di persecuzione. Il Covid ha aumentato le discriminazioni. Dunque, cresce ancora una delle numericamente più imponenti persecuzioni mai sperimentate in questa terra… La violenza domestica contro convertiti alla fede cristiana, in particolare donne, è cresciuta esponenzialmente nel 2020. Per molti cristiani perseguitati, il lockdown dovuto alla pandemia ha significato essere chiusi in casa con il proprio persecutore. La famiglia che non accetta la fede del cristiano è spesso una delle fonti immediate di persecuzione”.

89.31.72.207