Crystalina Evert e il rispetto del corpo: ‘Non fare sesso solo per non essere diversa o diverso’

Condividi su...

Si parla di sesso ovunque e in tutte le salse, ma, purtroppo, spesso si fatica a parlarne in casa, nelle parrocchie, nei luoghi in cui dovremmo offrire alternative ai nostri giovani rispetto a ciò che propone loro il mondo. Uno dei temi su cui si rischia di non riflettere abbastanza è, per esempio, la pressione sociale che i nostri ragazzi ricevono su questa sfera della loro vita.

Ipotizziamo che una ragazza o un ragazzo abbia 17, 18 o 19 anni e sia ancora vergine. Ipotizziamo anche che abbia compreso quanto sia importante l’atto sessuale e voglia viverlo solo per amore. Ipotizziamo che sia addirittura convinta o convinto di voler aspettare il matrimonio per compiere questo gesto. Cosa penseranno le sue amiche, i suoi amici? E quanto peserà il loro giudizio?

Bisogna parlare di questo con i ragazzi, perché si può finire per vivere il sesso non tanto come una scelta libera, ma quasi come una scelta obbligata per non essere i diversi. Tutti rischiamo di non seguire ciò che vogliamo nel profondo di noi e di seguire la massa per paura di essere giudicati.

E perdere la verginità, oggi, è considerato un passo fondamentale per affacciarsi nel mondo dei grandi. Se resti vergine, significa che nessuno ti vuole o che te la tiri tropo. Significa che sei goffo, imbranato, in sostanza, se non lo fai, in un certo senso, sei emarginato.

Allora è molto facile lasciarsi prendere dalla fretta di essere come gli altri e seguire il mondo, invece che la nostra coscienza; adattarsi ai modelli che ci circondano (che siano attori, cantanti, oppure amici e coetanei), soprattutto se non abbiamo accanto degli adulti che ci aiutano e ci guidano a cercare il meglio per noi.

C’è una donna sposata, Crystalina, che, assieme al marito Jason Evert, nelle scuole e nelle parrocchie degli Stati Uniti racconta la gioia che ha trovato nella purezza. Lei ha perso la verginità a quindici anni, per poi perdersi e cadere in uno stile di vita dissoluto, fatto di feste, alcol, droga e sesso facile. Un giorno, però, Dio ha cambiato la sua vita. E lei ha ricominciato daccapo.

Durante una conferenza sulla castità, cui era andata solo per compiacere la madre, il ragazzo che parlava l’ha letteralmente contagiata con la sua serenità e il suo sorriso, mostrandole la libertà che nasce da una vita casta: “A quel ragazzo importava di sé stesso – ricorda – Si percepiva pace e fiducia nei suoi occhi, nelle sue parole. Non vedevo questo nei miei amici o negli ambienti che frequentavo”.

Da quella sera ha deciso di cambiare vita, seppure non sia stato semplice… i suoi amici credevano fosse impazzita. ‘Mi prendevano in giro’, racconta in video-testimonianza. Eppure ha capito che il rispetto di sé stessa vale più di ogni altra cosa, più del giudizio altrui, più del piacere che si può ricavare da una notte di sballo. Ecco cosa dice:

I miei amici mi prendevano in giro. Andai a casa e dissi a qualcuno cosa stava succedendo. Il miglior consiglio che mi hanno dato è stato: ‘Lasciali stare, fai la cosa giusta’. Beh, io ti dico questo oggi: se qualcuno si prende gioco di te perché vivi una vita di castità, di purezza, rispettando il tuo corpo e ti prendono in giro per questo… ti ricordatelo. Ricorda ogni singola parola.

Vai a casa, fai un quaderno, scrivi tutto quello che ti dicono. Perché quando un giorno salirai all’altare di fronte a tuo marito, dimmi, dove saranno le risate? Dove saranno le prese in giro? Chi si prenderà gioco di te, quel giorno? Nessuno.

Ci sarà silenzio totale in quella chiesa, quel giorno e tutte quelle persone che ti prendevano in giro, pagherebbero un milione di dollari per essere al vostro posto. la tua vita è molto di più di quello che stai passando in questo momento. Non importa chi sei, dove sei stato, cosa hai fatto. Non conta. Tutto quello che conta adesso è dove vuoi andare da qui”.  

Il giudizio degli altri può condizionarci e anche molto, ma dobbiamo avere la forza di rispettare noi stessi. A farci coraggio sono proprio persone come Crystalina, che con una fede al dito e degli occhi luminosi ci testimoniano che l’amore vero esiste. Non dobbiamo abbassare l’asticella, ma solo avere tanta pazienza e confidare in Dio.

151.11.48.50