Tag Archives: Unità

Dal Meeting di Rimini Mario Draghi: gli italiani hanno la capacità di reagire

Dopo due anni dall’intervento inaugurale sul ‘debito buono’ destinato a diventare nel giro di pochi mesi il programma di un governo di unità nazionale a sua guida per uscire dalla pandemia, il presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, ritorna al Meeting, accolto da una standing ovation e da un ‘caloroso benvenuto’ del presidente della fondazione del ‘Meeting per l’amicizia tra  i popoli’, Bernard Scholz:

Papa Francesco agli ortodossi: la Chiesa è missionaria

Alla vigilia della Pentecoste, un gruppo di studenti delle Chiese Ortodosse Orientali ha effettuato, invitato dal Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani, alcuni incontri, che si protrarranno fino al 6 giugno, ricevuti in udienza da papa Francesco, che ha ribadito l’importanza del carisma dell’unità attraverso quattro parole, ‘dono, cammino, armonia, annuncio’:

Alle Figlie di Santa Macrina il card. Sandri chiede di pregare per l’unità della Chiesa

Sono state fondate 100 anni fa e sono presenti in Sicilia, Albania, Kosovo e India, con il compito di educare e professano il rito bizantino: le Figlie di Santa Macrina festeggiano il Giubileo, aperto da una messa del card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione delle Chiese Orientali, che nell’omelia ha ricordato che ‘Gesù è stata una presenza viva e reale nel cuore e nell’esistenza della Venerabile Macrina’, battezzata nell’abbazia di Grottaferrata, sotto la direzione spirituale di p. Nilo Borgia, che la invitò anche ad aspettare per la fondazione della congregazione:

Card. Sandri: non disperdere l’eredità di san Gregorio di Narek

Lunedì 28 febbraio il card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, ha partecipato alla preghiera ecumenica in occasione della memoria liturgica di san Gregorio di Narek presso la chiesa della Pontificia Università di san Tommaso d’Acquino ‘Angelicum’, presieduta dal card. Kurt Koch, alla presenza di Sua Eminenza Khajag Barsamian, rappresentante della Chiesa Armena Apostolica a Roma e dell’Arcivescovo di Aleppo degli Armeni Cattolici Monsignor Boutros Marayati.

Card. Parolin a Massa Carrara per farsi discepoli di Gesù

“Le pietre delle cattedrali sono al servizio delle pietre vive che siamo noi. Le strutture ecclesiali sono al servizio della crescita e della trasmissione della fede. Sono strumenti, ma il cuore sta nel farsi umili discepoli di Gesù, i quali fanno festa perché sono cristiani lieti di esserlo, desiderosi di approfondire e vivere la loro fede, animati da uno spirito di solidarietà e di carità, specialmente verso gli ultimi”.

Dalla Cei un invito a difendere la fragile vita

Ieri il card. Gualtiero Bassetti, presidente della CEI, ha aperto i lavori della sessione invernale del Consiglio Episcopale Permanente in svolgimento a Roma fino al 26 gennaio, auspicando che il Parlamento in seduta comune per eleggere il nuovo capo dello Stato sappia ‘cogliere il desiderio di unità espresso dal Paese’:

Grecia: l’esarca apostolico invita a gioire per la visita del papa

“Visitarvi mi darà anche l’opportunità di abbeverarmi alle sorgenti antiche dell’Europa: Cipro, propaggine della Terra Santa nel continente; la Grecia, patria della cultura classica. Ma anche oggi l’Europa non può prescindere dal Mediterraneo, mare che ha visto il diffondersi del Vangelo e lo sviluppo di grandi civiltà. Il mare nostrum, che collega tante terre, invita a navigare insieme, non a dividerci andando ciascuno per conto proprio, specialmente in questo periodo nel quale la lotta alla pandemia chiede ancora molto impegno e la crisi climatica incombe pesantemente”.

Mons. Sorrentino è vescovo anche di Foligno

Sabato 28 agosto l’arcivescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, mons. Domenico Sorrentino, è stato accolto dal popolo folignate come nuovo pastore con un richiamo alla sinergia dopo la decisione di papa Francesco di unire le due diocesi ‘nella persona del vescovo’, che succede a mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Orvieto-Todi:

Papa Francesco ai vescovi nel solco del Concilio Vaticano II

“Cari Fratelli nell’Episcopato, come già il mio Predecessore Benedetto XVI fece con ‘Summorum Pontificum’, anch’io intendo accompagnare il Motu proprio ‘Traditionis custodes’ con una lettera, per illustrare i motivi che mi hanno spinto a questa decisione. Mi rivolgo a Voi con fiducia e parresia, in nome di quella condivisione nella ‘sollecitudine per tutta la Chiesa, che sommamente contribuisce al bene della Chiesa universale’, come ci ricorda il Concilio Vaticano II”.

89.31.72.207