Tag Archives: salute

Card. Sarah: torniamo con gioia all’Eucaristia

Pane e vino consacrati

“La pandemia dovuta al virus Covid 19 ha prodotto stravolgimenti non solo nelle dinamiche sociali, familiari, economiche, formative e lavorative, ma anche nella vita della comunità cristiana, compresa la dimensione liturgica. Per togliere spazio di replicazione al virus è stato necessario un rigido distanziamento sociale, che ha avuto ripercussione su un tratto fondamentale della vita cristiana”:

Al Meeting la vita si automantiene

Anche la seconda giornata del Meeting dell’Amicizia tra i popoli, in svolgimento a Rimini, è stata incentrata sul ‘mistero’ della vita grazie a Tommaso Bellini, professore di Fisica Applicata all’Università degli Studi di Milano, e Giorgio Dieci, professore di Biochimica all’Università di Parma, ambedue membri di Euresis, che hanno documentato ulteriormente il tema fondamentale dell’interdipendenza, come ha sottolineato il prof. Dieci:

Nicoletta Dentico: i vaccini siano patrimonio dell’umanità

Un vaccino universale, patrimonio dell’umanità; cioè gratuito, senza brevetto, disponibile a tutti e ovunque, perché tutti gli abitanti del mondo sono coinvolti dalla pandemia di Covid-19, e perché la questione non è più soltanto scientifica, ma etica. L’appello è stato lanciato alcuni mesi fa dal papa ed è stato declinato in un documento da oltre 120 scienziati e accademici di tutto il mondo per convincere i governi a superare la competizione scattata tra laboratori e centri di ricerca e trasformare la battaglia in uno sforzo comune focalizzato a rendere il vaccino (o i vaccini) contro il Covid-19 disponibili a tutti.

Pontificia Accademia per la Vita: l’Humana Communitas nell’era della pandemia

Si intitola ‘L’Humana Communitas nell’era della Pandemia. Riflessioni inattuali sulla rinascita della vita’ ed è il secondo documento (il primo è del 30 marzo scorso) che la Pontificia Accademia per la Vita dedica alle conseguenze della crisi sanitaria mondiale e alla sua interpretazione:

Giorgio Beretta: aumenta l’export delle armi italiane

Lo scorso anno sono state rilasciate nuove autorizzazioni per quasi € 200.000.000 e consegne definitive per € 190.000.000 verso Arabia Saudita ed Emirati Arabi. Quasi € 25.000.000 di controvalore per centinaia di bombe sono stati sicuramente esportati da RWM Italia verso l’Arabia Saudita, nonostante che da luglio 2019 sia attiva la sospensione delle vendite di bombe d’aereo e missili verso Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti per il coinvolgimento nel conflitto in Yemen.

Università della Calabria verso la riapertura: censimento degli spazi sicuri e valutazione degli scenari

Il rettore dell’Unical, Nicola Leone, ha nominato un gruppo di lavoro composto dai tre prorettori, Maria De Paola, Patrizia Piro e Francesco Scarcello, dalla direttrice generale Masè e dalla delegata alla sicurezza Sandra Costanzo, che, censite le aule utilizzabili in sicurezza, sta analizzando le problematiche e ipotizzando diversi scenari futuri, progettando soluzioni che consentano di gestire al meglio la didattica, adattandone le modalità di erogazione all’evoluzione della situazione epidemiologica.

Acli Milanesi e Lombarde: le politiche sanitarie della Lombardia sono naufragate

Nei giorni scorsi il presidente delle Acli milanesi ha presentato il documento delle Acli milanesi e lombarde sul fallimento delle politiche sanitarie in Lombardia esplose durante l’emergenza sanitaria da Covid-19, che ha messo in evidenza i nodi e le criticità del Servizio Sanitario Nazionale, che negli ultimi 10 anni ha subito una grave riduzione dei posti letto ospedalieri, senza nessun incremento dei servizi territoriali:

Nella Terra dei fuochi si muore per inquinamento

Nell’omelia della celebrazione eucaristica di domenica scorsa il vescovo della diocesi di Acerra, al centro della Terra dei fuochi, mons. Antonio Di Donna, ha rivolto un duro monito per non dimenticare l’emergenza sanitaria, chiedendo alle autorità di fare presto, affinché questa pandemia non faccia ulteriori vittime:

Le associazioni: azzardo non riparta

‘Presidente Conte, non faccia ripartire l’azzardo’: è l’appello che arriva da decine di associazioni e movimenti più impegnati sul fronte delle azzardopatie, mentre inizia l’esame del Documento di economia e finanza (Def) nel quale il governo prevede dall’azzardo ‘maggiori entrate per circa € 1.300.000.000 nel 2020 ed € 1.200.000.000 nel 2021’.

Messe con il popolo: dall’11 maggio all’aperto e dal 25 nelle chiese. Proposte

Le indiscrezioni si sono rincorse per alcuni giorni, compresa quella, riportata da agenzie di stampa, sulla ripresa delle celebrazioni liturgiche pubbliche dall’11 maggio. Quindi, se i dati sul contagio da Covid-19 non dovessero risalire, le date su cui si ragiona in seno all’esecutivo, con l’ausilio del Comitato tecnico scientifico, sono quattro. La prima, lunedì 4 maggio, è certa (perché prevista nell’ultimo Dpcm) e riguarda la ripresa della celebrazione dei funerali.

89.31.72.207