Tag Archives: Sanità

Grande Festa per celebrare il secondo anno di vita dell’Associazione ‘Bambino Gesù’ del Cairo

Si è svolta, giovedì scorso, nella Sala Belle Arti, sita al piano meno 1 dell’Hotel Rome Cavalieri Waldorf Astoria, in via Alberto Cadlolo, 101, in Roma, la cerimonia del  festeggiamento del secondo anno di vita dell’Associazione ‘Bambino Gesù del Cairo Onlus’, inaugurata il 21 luglio 2020.

Il saluto di Sua Eccellenza Omar Obaid Al-Shamsi, Ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti in Italia, ha dato inizio alla festa. Egli ha illustrato le iniziative dell’Associazione, sottolineando  l’importanza della visita di Sua Santità Papa Francesco negli Emirati Arabi e la sottoscrizione del documento sulla  Fratellanza Umana.

E’ seguito l’intervento di Monsignor Yoannis Lahzi Gaid, già Segretario Personale di Sua Santità Papa Francesco, Presidente dell’Associazione ‘Bambino Gesù del Cairo’, il quale ha presentato l’Ambasciatore dell’Egitto in Vaticano, Mahmoud Talaat, che ha apprezzato l’iniziativa umanitaria dell’Associazione. Mons. Lazhi Gaid  ha  affermato: “Io sono figlio dell’Egitto e dell’Italia.  Ringrazio tutti per averci dato la possibilità di mantenere viva la fiamma della nostra missione e per essersi adoperati per la realizzazione di questo sogno”.

Mons. Gaid ha, in seguito, presentato le attività, alle quali l’Associazione ha dato corso in questi due anni, documentate dalla proiezione dei video, tra cui il video intitolato ‘Non regali, ma formelle’.  È stata, inoltre, effettuata un’asta solidale di beneficenza, curata dal socio Alberto Zambon e, successivamente, vi è stata la firma del Memorandum con la Magdi Yacoub Heart Foundation.

La presentatrice Claudia Conte ha introdotto la cantante Arisa,  accompagnata al pianoforte dal Maestro Giuseppe Gioni Barbera e, dopo la cena di gala, ha introdotto il soprano Min Ji Kang.

Alla serata hanno partecipato  numerosi ospiti illustri, tra cui citiamo, in ordine di comunicazione della propria presenza, Sua Eminenza Cardinale Marcello Semeraro, Prefetto del Dicastero delle cause dei Santi, il Professor Sir Magbi Yacoub, Presidente della Magdi Yacoub Heart Foundation, Sua Eccellenza Antonio Zanardi, Ambasciatore del Sovrano Militare Ordine di Malta presso la Santa Sede, il Dottor Massimiliano Raponi, Direttore Sanitario dell’Ospedale Bambino Gesù, il Dottor  Hugo Patrick Doyle, Head of International Public Affairs at Intesa Sanpaolo, il Dottor  Alessandro Cassinis, Revisore Generale della Santa Sede, il tenore Francesco Grollo, il giornalista Biagio Maimone della Direzione Comunicazione e il cantautore Fabrizio Venturi, Direttore artistico del Festival della Canzone Cristiana Sanremo 2023.

La suddetta Associazione, istituita in adesione ai contenuti del Documento sulla ‘Fratellanza Umana’, firmato il 4 febbraio 2019, ad Abu Dhabi, da Sua Santità Papa Francesco e dal Grande Imam di Al-Azhar Ahmad Al-Tayyeb, si  prefigge lo scopo di tutelare i bambini bisognosi di assistenza.

Essa, a tal fine, ha dato corso, in Egitto, alla realizzazione dell’Orfanotrofio ‘Oasi della Pietà’ e dell’Ospedale ‘Bambino Gesù Women’s and Children’s Hospital’. L’Oasi della Pietà è una casa di accoglienza di bambini orfani, la cui denominazione fa riferimento al dono che Sua Santità ha benevolmente voluto destinare, nel 2019, a questo progetto, che è una copia della statua della Pietà di Michelangelo.

Il Bambino Gesù Women’s and Children’s Hospital è un’infrastruttura ospedaliera pediatrica, che si avvarrà del supporto consulenziale, strumentale e formativo dell’Ospedale pediatrico ‘Bambino Gesù’ di Roma, al fine di assicurare l’accoglienza e l’assistenza medico – sanitaria ai bambini affetti da patologie e, per tutto il periodo gestazionale, alle donne in gravidanza.

Papa Francesco ai farmacisti: imitate le farmacie dei monasteri

Papa Francesco, incontrando i farmacisti, ha sottolineato che loro sono sempre più chiamati ad essere un ponte tra i cittadini e il sistema sanitario, andando oltre la burocrazia per creare un’assistenza sanitaria ‘a misura d’uomo’, incontrando la federazione Internazionale dei Farmacisti Cattolici, aperta a tutti:

“La pandemia da covid-19 ha posto i farmacisti, per così dire, in prima linea. I cittadini, spesso smarriti, hanno trovato in voi un punto di riferimento per avere assistenza, consigli, informazioni, e anche per poter fare rapidamente i test necessari alla vita e alle attività quotidiane.

Penso che questa situazione di crisi abbia anche provocato nel vostro ambiente professionale l’esigenza di ‘fare corpo’, di sostenersi a vicenda. E questo dovrebbe essere un incentivo ad associarsi.

Mi congratulo con la vostra Federazione perché ha saputo leggere questa crisi anche come opportunità e ha rilanciato il valore dell’impegno associativo, tipico della tradizione cattolica”.

Il papa ha richiamato il loro ruolo sociale in un sistema sanitario burocratizzato: “Questo è molto burocratizzato, e per di più la pandemia lo ha messo a dura prova, rallentando, se non a volte paralizzando, le procedure.

Ciò comporta, concretamente, per chi è malato maggiori disagi, maggiori sofferenze e, purtroppo, danni ulteriori per la salute. In tale contesto la categoria dei farmacisti offre un duplice contributo al bene comune: alleggerisce il peso sul sistema sanitario e allenta la tensione sociale”.

Il ruolo sociale si fonda sulla professionalità e sulla vicinanza: “ Naturalmente questo ruolo va svolto con grande prudenza e serietà professionale, ma per la gente è molto importante l’aspetto della vicinanza, l’aspetto del consiglio, di quella familiarità che dovrebbe essere propria di un’assistenza sanitaria ‘a misura d’uomo’. E’ vero questo. Nei quartieri i farmacisti sono la casa, sono alla mano. Si deve andare dal medico, ma dai farmacisti vai, suoni il campanello e li trovi alla mano: ‘Prendi questo’, è una cosa più famigliare, più vicina”.

Inoltre i farmacisti possono offrire un aiuto culturale alla ‘conversione’ dell’ecologia integrale: “Tutti siamo chiamati a imparare uno stile di vita più rispettoso dell’ambiente in cui Dio ci ha posti, della nostra casa comune. E in questo stile di vita rientra anche un modo sano di alimentarsi e, in generale, di vivere. Penso che anche su questo i farmacisti possono ‘fare cultura’, promuovendo una maggiore sapienza nel condurre una vita sana”.

Un invito a lasciarsi ispirare dalle farmacie dei monasteri: “In questo vi può ispirare la tradizione millenaria che qui in Europa risale alle antiche farmacie dei monasteri. Ma oggi, grazie a Dio, queste radici si possono arricchire con le conoscenze e le pratiche proprie di altre culture, come quelle orientali, o quelle dei popoli nativi dell’America.

Direi che voi farmacisti potete aiutarci a smascherare gli inganni di un falso benessere e a educare a un vero ‘buon vivere’, che non sia un privilegio di pochi ma alla portata di tutti. Il buon vivere, non nel senso di fare la bella vita, ma il vivere in consonanza con l’ambiente, in consonanza con l’universo, con tutti”.

(Foto: Santa Sede)

Papa Francesco: l’indifferenza si combatte con il ‘farsi prossimo’

Fine settimana all’insegna dell’accoglienza per papa Francesco, che ieri ha incontrato alcuni soci dell’associazione ‘Progetto Agata Smeralda’,  lodando quanti si impegnano per le adozioni a distanza e i coniugi che si aprono all’accoglienza di bambini che non hanno famiglia, in collaborazione con l’arcidiocesi di Firenze, apprezzado l’impegno per la diffusione nel mondo della tenerezza di Dio e della sua paternità:

Le norme anti Covid 19 nella Chiesa

Con l’entrata in vigore degli ultimi decreti anti-Covid del Governo italiano, la CEI ha aggiornato le regole sanitarie per l’accesso in chiesa e nelle parrocchie italiane, non cambiando il protocollo sottoscritto da Cei e Governo il 7 maggio 2020 (poi aggiornato nel luglio 2021 dal presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi) ma vengono inserite alcune avvertenze e raccomandazioni per meglio adeguarsi alle misure nazionali:

Rapporto Italiani nel mondo: il Covid non ferma la fuga dall’Italia

“La Comunità di italo-discendenti nel mondo viene stimata in circa 80.000.000 di persone, cui si aggiungono gli oltre 6.000.000 di cittadini italiani residenti all’estero. La portata umana, culturale e professionale di questa presenza è di valore inestimabile nell’ambito di quel soft-power che consente di collocare il nostro Paese tra quelli il cui modello di vita gode di maggior attrazione e considerazione”.

Papa Francesco incoraggia i fedeli alla celebrazione del Tempo del Creato

“Rivolgo un cordiale saluto ai membri del Movimento Laudato Si’. Grazie per il vostro impegno per la nostra casa comune, particolarmente in occasione della Giornata Mondiale di Preghiera per il Creato e del successivo Tempo del Creato. Il grido della Terra e il grido dei poveri stanno diventando sempre più gravi e allarmanti, e richiedono un’azione decisiva e urgente per trasformare questa crisi in una opportunità”.

Giornata del personale sanitario: papa elogia la dedizione

Come ha riferito Vatican News con ‘un pensiero speciale’ papa Francesco, sabato scorso nella giornata in memoria dei medici, infermieri e personale sanitario deceduti a causa della pandemia., ha ricordato ‘lo svolgimento generoso a tratti eroico della professione vissuta come una missione’ con una lettera a mons. Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la vita.

Per Libera aumenta la corruzione nella sanità

Negli ultimi tre anni il 13% degli episodi corruttivi ha riguardato il settore della sanità, perché dall’inizio della pandemia al 17 novembre, secondo Autorità nazionale anticorruzione (Anac), sono stati messi a bando per affrontare la crisi sanitaria oltre € 14.000.000.000. A fronte di questa enorme cifra le stazioni appaltanti hanno comunicato soltanto importi aggiudicati per € 5.055.000.000.

L’esperto risponde: quattro chiacchiere ai tempi del Covid-19 con il dr. Giordano

Attilio Giordano

In esclusiva per Korazym.org abbiamo intervistato Attilio Giordano, farmacista, che porta avanti la tradizione di famiglia che si tramanda da tre generazioni – anche se come precisa lui, già sul finire del 1500 alcuni suoi antenati già erano farmacisti. Cavaliere dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, vicino ai Cavalieri Costantiniani ramo spagnolo, di cui don Pedro di Borbone è il Gran Maestro, grazie al quale ha conosciuto Paolo Rivelli, Presidente del Real Circolo Francesco II di Borbone ed insieme abbiamo creato la Sezione San Michele Arcangelo di Ottajano del Real Circolo che dirige. Appassionato di storia napoletana, frequenta vari archivi ed ultimamente, nel novembre del 2019, ha organizzato una manifestazione per i 250 anni dalla nascita del matematico Annibale Giordano – suo antenato – con l’inaugurazione di una lapide commemorativa.

Daniele Mencarelli: tutto chiede salvezza

“Daniele Mencarelli ha cominciato come poeta, quando nel 2018 ha scritto il suo primo romanzo, ‘La casa degli sguardi’, ha portato nella narrativa la densità e la plasticità della parola poetica. Una parola che diventa discorso umano, sorretto dalle vibrazioni di una scrittura potente e creaturale. Con ‘Tutto chiede salvezza’ Mencarelli conferma di essere uno scrittore unico e maturo. Partendo da un’esperienza personale scandaglia il buio della malattia mentale alla conquista di un’umanità profonda e autentica, la sua e quella dei suoi compagni. La cura profonda non può che essere affidata alla parola, unico e salvifico ‘pharmakon’”: così Maria Pia Ammirati ha presentato il libro finalista al Premio Strega di questo anno, già vincitore del Premio Strega – giovani.

89.31.72.207