Al Giffoni Film Festival in scena la felicità

Condividi su...

Dal 14 al 24 luglio ritorna la rassegna cinematografica per giovani più famosa al mondo, con rinnovato entusiasmo e con tantissime attività. Una quarantaduesima edizione ricca di ospiti internazionali e italiani, anteprime in esclusiva e tantissimi film in concorso, animata da migliaia di ragazzi, da sempre il vero cuore pulsante del Festival, che trasformeranno il paese di Giffoni Valle Piana in una festa all’insegna del sano divertimento e della gioia di vivere. Undici giorni di cinema, arte, cultura e tanta musica grazie alla collaborazione del Neapolis Rock Festival che coinvolgeranno non meno di 180.000 persone, 30.000 in più rispetto al 2011. La felicità è il tema che farà da filo conduttore all’edizione di quest’anno. Un motivo che, in un periodo di crisi generale per il nostro Paese e per il mondo intero, il Giffoni Film Festival ha voluto suggerire proprio per guardare al futuro con ottimismo, schierandosi apertamente dalla parte di chi vuole incoraggiare e non demoralizzare i giovani. Un invito a cercare un bagliore di luce in questi tempi bui, perché la felicità può e deve essere una meta raggiungibile.

 

 

Intanto, in anteprima, il Giffoni Film Festival ha fatto tappa all’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma con la proiezione di alcuni dei più famosi film animati della Disney all’insegna della felicità, tema conduttore del Giffoni Film Festival 2012. Ai piccoli pazienti sono stati proposti in versione digitalizzata e rimasterizzata ‘La carica dei 101’, ‘La bella e la bestia’ e ‘Cenerentola’, oltre a spettacoli dei burattinai: in questo modo si è rinnovato il sodalizio stretto nel novembre del 2010 con la firma dell’accordo tra Ospedale Bambino Gesù, Giffoni Experience e Associazione Aura, “con l’obiettivo di realizzare un percorso che mettesse il cinema al servizio della salute con nuovi strumenti, iniziative e opportunità per migliorare la qualità di vita dei piccoli pazienti”.

 

Nella presentazione della rassegna cinematografica per ragazzi il fondatore e managing director, Claudio Gubitosi, ha dichiarato: ”Mai come in questo momento Giffoni sente il dovere di non tagliare, quanto piuttosto di modificare, di evolversi. Oggi ancor di più riecheggiano le parole dette trent’anni fa da François Truffaut quando definì il Festival come ‘il più necessario’. Giffoni conta di rivestire l’importante ruolo di ammortizzatore sociale della cultura e i numeri delle tante attività aperte, gratuite a tutti lo dimostrano senza glamour e con tanta sobrietà. Il tema che segna questa edizione, la felicità, mai poteva essere più appropriato. E sarà proprio la felicità ad esplodere nel tempo della crisi. Un festival che si propagherà ovunque: nelle piazze, nelle strade, nelle case della gente, nei cortili e che si diffonderà in ogni angolo del mondo, per una condivisione mai raggiunta fino ad ora. Un meccanismo propulsore di energie positive, una forte empatia con il territorio che non si limiterà alle attività dentro l’area della Cittadella del Cinema ma coinvolgerà tutti i luoghi della città e porterà il Festival a contatto con le realtà circostanti. Condiviso. Da un anno migliaia di ragazzi hanno costruito con noi il programma scegliendo, proponendo, suggerendo. Abbiamo costruito insieme a loro alcuni pezzi importanti di questo progetto cercando sempre di trovare punti di raccordo con questa splendida generazione. Ce l’abbiamo fatta e siamo felici che i nostri giovani da ogni parte del mondo saranno a Giffoni per il ‘loro’ evento”.

 

Le giurie sono composte da  bambini, ragazzi e giovani che giungono da ogni angolo del mondo per vivere l’indimenticabile esperienza del GFF: essere giurato significa avere la responsabilità di discutere, scegliere e votare il film che più degli altri ha saputo suscitare emozioni in sala. Essere giurato è vivere un’esperienza irripetibile che segna il proprio cammino di crescita e lascia una traccia indelebile nella propria memoria. Oltre 54 nazioni rappresentate e 160 città italiane che daranno vita ad un vero melting pot di esperienze e colori. Tre le new entry di quest’anno per quanto riguarda i giurati provenienti dall’estero: Cina, Venezuela e Argentina. Negli undici giorni del Festival, i giovani giurati visioneranno e giudicheranno pellicole di grande impatto emotivo.

 

Le sezioni competitive sono: Elements +3 (3-5 anni), Elements +6 (6-9 anni), Elements +10 (10-12 anni), Generator +13 (13-15 anni), Generator +16 (16-17 anni), Generator +18 (dai 18 anni in su). Le sezioni non competitive sono: Reload/Parental Control (alcuni tra i migliori film già distribuiti in Italia. Tutti certificati Giffoni!), Short is Happy (8 cortometraggi animati per raccontare tutti gli aspetti della felicità) e Amnesty in shorts. Inoltre due appuntamenti internazionali si definiranno nel corso di questa edizione: l’Albania festeggia i 100 anni della propria indipendenza e i 100 anni del suo cinema. Giffoni dedicherà un evento al cinema albanese con la proiezione del film ‘Papaveri rossi sui muri’ I (1976) del regista Dhimitër Anagnosti, in quanto nel prossimo mese di novembre si realizzerà l’VIII edizione di Giffoni in Albania. Si concretizzerà inoltre l’accordo con la municipalità di São Paulo per la realizzazione di Giffoni a São Paulo in Brasile nel 2013.

151.11.48.50