Tag Archives: Umorismo

Halloween: fratel Biagio mette in guardia

Sandra Sabbatini nel Diario scriveva: “Non è mia questa vita che sta evolvendosi ritmata da un regolare respiro che non è mio, allietata da una serena giornata che non è mia… Signore aiutami ad avere pazienza. Aiutami a non affrettare i tempi. Ma ti prego, fammi capire qual è la mia strada; aiutami ad accettare la tua volontà su di me”.

Papa Francesco: l’umorismo via della santità

“Oggi, prima che voi siete entrati, padre Landousies mi ha detto che alla fine di giugno lascerà questo ufficio qui, in Curia: lui è stato il mio traduttore francese per tanto tempo. Ma io vorrei fare un riassunto della sua persona. E’ un esempio. Io ho trovato in lui la testimonianza di un sacerdote felice, di un sacerdote coerente, un sacerdote che è stato capace di vivere con martiri già beatificati, che conosceva a uno a uno, e anche di convivere con una malattia di cui non si sapeva cosa fosse, con la stessa pace, con la stessa testimonianza. E approfitto di questo pubblicamente, anche davanti all’Osservatore Romano, a tutti, per ringraziarlo per la testimonianza, che tante volte mi ha fatto bene. A me ha fatto bene il modo di essere”.

Papa Francesco invita alla pazienza della ‘visione’ di Dio

Nella celebrazione eucaristica per la Giornata Mondiale della Vita Consacrata, celebrata nella basilica di san Pietro, nelle raccomandazioni finali papa Francesco  ha invitato a fuggire il ‘chiacchiericcio’, molto in voga oggi in alcuni ambienti ecclesiali, sempre pronti a contestare, consigliando una medicina:

Colsalvatico: un ‘giusto tra le Nazioni’ con la passione dell’umorismo

“Non riuscendo a vederne i limiti, neghiamo l’esistenza di Dio”: così scriveva negli anni ’60 Tullio Colsalvatico nel libro di aforismi ‘L’uomo, il tempo e l’amore’. Tullio Pascucci, nome anagrafico di Colsalvatico, nacque a Colvenale, tra Camporotondo e Tolentino (Mc), il 21 agosto 1901. Nel 1919 pubblicò presso la Tipografia Filelfo di Tolentino, con lo pseudonimo di Baronetto Sofia, la prima raccolta di prose e poesie alla quale negli anni successivi ne seguirono altre.

Bologna ha ricordato il card. Biffi

A 5 anni dalla morte del card. Giacomo Biffi a Bologna l’arcivescovo, card. Matteo Zuppi, sabato scorso ha presieduto la messa in suo suffragio, ricordando come “il suo umorismo ci libera da tante presunzioni e dalle alte valutazioni di sé. La sua originalità ci sveglia dal farci cullare dal pensiero comune, dal pensare a sé.

Don Pinna racconta la vita della parrocchia con umorismo

“Queste lettere, frutto della fantasia e di qualche mezz’ora libera nel corso della settimana, sono scritte con intento umoristico, che a dire di Giovannino Guareschi ‘riesce (più o meno bene) a fare lunghi discorsi con pochissime parole (e dice senza dire)’ e che non deve per forza far ridere, ma sarebbe sufficiente che riuscisse a far pensare. Il protagonista delle lettere inviate direttamente a nostro Signore porta il nome di un prete a me caro, ma che ha poco a che vedere con il temperamento del personaggio qui descritto. A voler fare un bilancio, credo che questo epistolario mi sia servito come potrebbe servire un ciclo di sedute psichiatriche. Spero aiuti anche voi”.

89.31.72.207