Mons. Marini è vescovo di Tortona

Papa Francesco ha nominato mons. Guido Marini vescovo di Tortona, dopo 14 anni esser Maestro delle Celebrazioni Liturgiche Pontificie, ovvero il prelato che accompagna il papa durante le celebrazioni, nominato il 1° ottobre 2007 da papa Benedetto XVI, ha proseguito il suo incarico con papa Francesco.

Mons. Marini subentra a mons. Vittorio Francesco Viola, francescano, nominato il 27 maggio 2021, segretario della Congregazione per il Culto divino e la Disciplina dei sacramenti. Mons. Guido Marini è nato a Genova il 31 gennaio 1965. Dopo la maturità classica è entrato nel Seminario Arcivescovile di Genova, dove ha conseguito il Baccellierato in Teologia.

Ordinato presbitero il 4 febbraio 1989, ha proseguito gli studi a Roma presso la Pontificia Università Lateranense, dove ha conseguito il Dottorato in utroque iure. Nel 2007 ha ottenuto la Laurea breve in Psicologia della Comunicazione presso la Pontificia Università Salesiana.

L’annuncio della sua nomina è stato dato domenica 29 agosto, perché ricorreva la festività della Madonna della Guardia a Genova, da mons. Tasca, che ha letto il messaggio inviatogli dalla Nunziatura Apostolica con l’annuncio della nomina e ha rivolto a mons. Marini l’augurio di camminare insieme, cogliendo in maniera chiara il progetto che Dio sta portando avanti per la Chiesa che è in Tortona. Mons. Tasca ha dato a mons. Marini il benvenuto nella Conferenza Episcopale Ligure.

Quindi mons. Marini ha rivolto il suo saluto a tutti i presenti, ringraziando mons. Tasca per le sue parole di augurio. “Ritengo una grazia del Signore e una delicatezza del suo amore il fatto che l’annuncio ufficiale della mia nomina avvenga qui, il 29 agosto, contestualmente nel Santuario di Nostra Signora della Guardia a Genova e a Tortona. Alla Madonna della Guardia mi affido e in Lei confido per ciò che mi attende”.

Subito mons. Marini ha rivolto un saluto ai nuovi fedeli della diocesi di Tortona: “Alla Chiesa che è in Tortona, Sposa già da me tanto amata nel Signore Gesù, nostro Salvatore e Redentore, nostro Tutto. ‘Nulla è meglio di Gesù Cristo’. Sono parole scritte da sant’Ignazio di Antiochia (Lettera ai cristiani di Magnesia VII, 1), che desidero fare mie e rivolgere a tutti voi. Sono attualissime e vere ‘ieri, oggi e sempre’ (Lettera agli Ebrei 13, 7).

Non avrò mai altro da dirvi né altro da darvi. Noi tutti, nella comunione della carità, non avremo mai altro da dire e né altro da dare a quanti vivono nella nostra terra che, come ogni terra, ha sete irresistibile e inestinguibile di Lui, il Risorto da morte, Signore del tempo e della storia”.

Ha ricordato le parole di sant’Agostino fatto nel Discorso 340 (‘Nel momento in cui mi dà timore l’essere per voi, mi consola il fatto di essere con voi. Per voi infatti sono vescovo, con voi sono cristiano’): “Con le parole di sant’Agostino apro il mio cuore a voi. Per confidarvi il mio timore: l’essere per voi Vescovo.

Per confidarvi la mia consolazione: l’essere con voi cristiano. Pregate tanto per me, perché io sia sempre per voi e con voi secondo la volontà del Signore. Voi siete tutti, proprio tutti, con me nel Cuore di Gesù e nella mia quotidiana preghiera”.

Infine ha ricordato don Luigi Orione ‘un grande figlio di questa nostra terra’: “Don Orione aiuti tutti noi a non dimenticare questa Verità, che è Via e Vita”.

E l’annuncio ai tortonesi era stato dato  dall’arcivescovo emerito, mons. Vittorio Francesco Viola: “Come sapete da quando sono stato nominato Segretario della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti questa sede vescovile è vacante. Vorrei che vivessimo questo annuncio nella fede. Il 23 agosto scorso ho ricevuto dalla Nunziatura Apostolica la missiva con la nomina del nuovo pastore…

“È una notizia molto bella – ha concluso Mons. Viola prima di leggere la lettera di Mons. Marini alla Diocesi -. Mons. Marini lo abbiamo conosciuto tutti noi perché dal 2007 è accanto ai pontefici come Maestro delle Celebrazioni Pontificie, prima con Papa Benedetto e poi con Papa Francesco. Ho incontrato il Vescovo eletto e mi ha pregato di rivolgere queste parole alla Chiesa di Tortona”.

(Foto: Ansa)