Tag Archives: Reliquia

Papa Francesco: il presepe aiuta a capire il cristianesimo

Dopo aver ricevuto i presepisti della ‘Valle del Presepe’ oggi papa Francesco ha accolto i figuranti del presepe vivente della basilica di santa Maria Maggiore, che custodisce la culla di Gesù, coinvolti in questa ‘avventura’ da mons. Makrickas:

Una reliquia del saio di san Francesco sarà custodita nella chiesa della Santa Croce ad Anghiari

L’unità pastorale di Anghiari sarà custode di una reliquia del saio di san Francesco. Lo ha annunciato il vescovo Andrea Migliavacca a conclusione della Messa celebrata nella basilica del santuario di La Verna in occasione della solennità di san Francesco d’Assisi, patrono d’Italia. La reliquia verrà collocata all’inizio del 2024, in data ancora da definire, nella chiesa di Santa Croce in Anghiari.

La reliquia del braccio di san Francesco Saverio a Specchia torna a Capo di Leuca dopo 100 anni

La parrocchia ‘Presentazione Vergine Maria’ di Specchia comunica che dal 20 al 23 luglio prossimi si svolgerà la ‘Peregrinatio della Insigne Reliquia del Braccio di San Francesco Saverio’. L’evento si svolge con il Patrocinio del Comune di Specchia, della Diocesi di Ugento – S. Maria di Leuca, l’Ufficio Diocesano Apostolato della Preghiera e Cammini di Leuca.

A Camerino il nuovo volto di santa Camilla da Varano

Dallo scorso ottobre il monastero di Santa Chiara di Camerino ha riavuto, dopo un lungo percorso di ricostruzione tramite l’anatomia forense basata sulle reliquie conservate, il corpo di suor Camilla da Varano, proclamata santa il 17 ottobre 2010 da papa Benedetto XVI: la nuova immagine di suor Camilla Da Varano è più reale e soprattutto più ‘vera’ nelle sue reali dimensioni, ricostruite in maniera scientifica e dopo un lungo processo di ricostruzione iniziato dalle reliquie e condotto dalle professoresse dell’Università di Camerino, Isolina Marota e Stefania Luciani.

Al via il nuovo progetto ‘Antonio800’

L’iniziativa dei frati minori conventuali del Nord Italia celebrerà la presenza di sant’Antonio tra noi fino al 2031, ottocentenario della morte del Santo, con un primo appuntamento svoltosi a Salerno a metà febbraio.

Laura Degan: vivere la gioia di Cristo

Laura Degan, nasce a Padova il 13 dicembre 1987. Viene ricordata come una bambina appena nata,  dai folti capelli neri e gli occhi pieni di vita. Laura, infatti, è una bambina vivace: le piace correre, saltare ed arrampicarsi. Una volta, parte di corsa dentro un campo di granoturco, facendo perdere completamente le sue tracce e seminando panico tra i familiari.

Mons. Lorefice invita a ‘salire in alto’

“Correva l’anno 1624 quando la città di Palermo veniva infestata dalla peste che seminava morte e distruzione. In quella situazione i nostri concittadini e i nostri padri nella fede sperimentarono la grande benevolenza di Dio per l’intercessione di S. Rosalia. le reliquie della Santa, rinvenute sul Monte Pellegrino il 15 luglio del 1624 e portate in processione il 9 giugno 1625, placarono le malattie e improvvisamente la peste svanì”.

A Fermo la casula di san Tommaso Becket

Per la cristianità medievale l’assassinio di san Tommaso Becket, arcivescovo di Canterbury e primate d’Inghilterra dal 1162, è stato molto importante, perché finito nelle mire del re Enrico II, una volta sua mentore e amico, fu ucciso in Cattedrale dalle spade di quattro cavalieri sicari mentre recitava l’Ufficio divino, il 29 dicembre 1170. Il papa Alessandro III lo canonizzò a tempo di record, tre anni dopo.

Fermo: un gioiello marchigiano

Per la cristianità medievale l’assassinio di san Tommaso Becket, arcivescovo di Canterbury e primate d’Inghilterra dal 1162, è stato molto importante, perché finito nelle mire del re Enrico II, una volta sua mentore e amico, fu ucciso in Cattedrale dalle spade di quattro cavalieri sicari mentre recitava l’Ufficio divino, il 29 dicembre 1170. Il papa Alessandro III lo canonizzò a tempo di record, tre anni dopo.

151.11.48.50