Solenne celebrazione dell’Immacolata Concezione nella Reale Basilica di Santa Chiara in Napoli

Condividi su...

[Korazym.org/Blog dell’Editore, 09.12.2022 – Vik van Brantegem] – Nella ricorrenza della solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, patrona dell’Ordine Francescano e delle Due Sicilie, Regina della Pace, ogni anno come da tradizione, il Real Circolo Francesco II di Borbone, il cui Presidente Onorario è S.A.R. il Principe Don Pedro di Borbone delle Due Sicilie e Orléans, Duca di Calabria, Conte di Caserta, Capo della Real Casa delle Due Sicilie, organizza una solenne celebrazione, che unisce fede e solidarietà nel solco della tradizione.

Come abbiamo annunciato [QUI], presso la Reale Basilica di Santa Chiara in Napoli, dove nella Cappella Reale riposano le spoglie mortali della Famiglia Borbone e in particolare quelle della Beata Maria Cristina e di suo figlio, il Servo di Dio Francesco II di Borbone, ultimo Re delle Due Sicilie, mercoledì 8 dicembre 2022 ha avuto luogo la solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da Fra Sergio Galdi d’Aragona, OFM, Commissario Generale di Terra, Cappellano di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, che ha speso parole toccanti sul significato dell’amore e della famiglia.

Quest’anno, la celebrazione ha visto in una basilica piena di fedeli, con la partecipazione di una rappresentanza di Cavalieri e Dame della Delegazione di Napoli e Campania del Sacro Militare Ordine Costantiniani di San Giorgio, guidata dal Delegato Nob. Manuel de Goyzueta dei Marchesi di Toverena, dei Marchesi di Trentinara, Cavaliere di Giustizia; dal Duca Don Landolfo Ambrogio Caracciolo di Melissano, Principe di Melissano e di Scanno, Cavaliere di Giustizia, Vice Presidente della Commissione Araldica della Real Commissione per l’Italia; e dal Nob. Vittorio Talamo de Vargas Machuca dei Marchesi di Casalnuovo, Cavaliere di Giustizia.

Inoltre, erano presenti Soci e simpatizzanti del Real Circolo Francesco II di Borbone; del Ten. Col. Vito Scialla, in rappresentanza del Comandante della Scuola Militare della Nunziatella; dell’Avv. John Leslie Baker; del Nob. Avv. Carlo Delfino; dell’On. Luciano Schifone; e del Cav. Dott. Lorenzo Terzi, Funzionario dell’Archivio di Stato di Napoli.

In questa occasione, i Soci del Real Circolo Francesco II di Borbone hanno raccolto l’appello lanciato da Papa Francesco in occasione della VI Giornata Mondiale dei Poveri, dedicandosi al sollievo delle persone più bisognose: famiglie e persone sole che sono cadute in stato di bisogno, a cui testimoniare che se esiste un privilegio, allora è quello di servire i meno fortunati, coloro che sono rimasti indietro, nello spirito del Servo di Dio Francesco II di Borbone, dando testimonianza della sua eredità spirituale, sempre vicini a quanti soffrono.

Anche la neonata Delegazione degli USA del Real Circolo Francesco II di Borbone ha risposto all’appello di aiutare chi è nel bisogno. La Delegazione USA, rispondendo all’appello del Presidente Onorario ha fatto un’umile donazione di viveri alla Società di San Vincenzo de’ Paoli presso la parrocchia Prince of Peace a Taylors, South Carolina. Un piccolo gesto, se ripetuto per tante persone, può cambiare la vita a tanti.
La Delegazione del Portogallo del Real Circolo ha consegnato l’8 dicembre una generosa donazione pecuniaria nelle mani del Cappellano d’Onore del Real Circolo, il Canonico Armando Duarte, Priore della Basilica di Nostra Signora dei Martiri, in Chiado a Lisbona.
La Delegazione del Portogallo del Real Circolo Francesco II il 10 dicembre 2022 ha organizzato una colletta solidale di vestiario e viveri per la Basilica di Nostra Signora dei Martiri, in Chiado a Lisbona.

Quest’anno, l’impegno è stata particolarmente importante, poiché l’iniziativa del banco alimentare nel nome di S.M. Francesco II di Borbone, ha innescato una sana competizione tra le varie Delegazioni del Real Circolo, che tutte si sono adoperato a dare il proprio contributo, varcando non solo i confini nazionali, ma addirittura del continente: Austria, Brasile, Malta, Portogallo e Stati Uniti. Al seguito dell’invito alle Delegazioni di fare un grande sforzo per organizzare dei banchi alimentari presso parrocchie, centri Caritas o semplicemente verso chi ha bisogno, per portare un po’ di sollievo, sono stati raccolti e consegnati più di 10 quintali di pasta e scatolame, destinate alle persone più bisognose. Questo rappresenta un piccolo contributo teso a dimostrare che la volontà può smuovere le montagne e che i privilegi sono utili solo a beneficio del prossimo.

Nobilitas et Virtus in Traditione

Questo impegno, lo ha ribadito anche il Presidente Onorario nel suo messaggio per l’occasione, indirizzato a tutti presenti, e in particolare ai Soci e sostenitori del Real Circolo Francesco II di Borbone e i Cavalieri della Delegazione di Napoli e Campania del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio: «Più degli altri siamo chiamati a dare testimonianza e a mettere in pratica l’aiuto, il sostegno, la fratellanza, affinché ciò non si risolva in una fiera delle vanità. (…) Ci tengo affinché ci sia unione di sforzi con l’Ordine Costantiniano, affinché si possa lavorare insieme come una squadra su progetti compatibili come quello della solidarietà, per raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi».

Il Messaggio
del Capo della Real Casa delle Due Sicilie

Madrid, 8 dicembre 2022

Care amiche e cari amici,

A voi tutti riuniti per la Solenne Celebrazione in questa giornata di festa dedicata alla Immacolata Concezione, patrona delle Due Sicilie e alla quale noi tutti rivolgiamo quotidianamente le nostre preghiere, va il mio pensiero.

Io e la mia Famiglia ci sentiamo particolarmente vincolati a questa tradizione da voi istituita, che unisce fede e solidarietà, e che oggi varca ormai i confini nazionali e si estende alle diverse Delegazioni di Austria, Brasile, Malta, Portogallo e Stati Uniti, in più continenti nel nome di Francesco II. Per me già questo costituisce un piccolo miracolo.

Viviamo in un tempo in cui gli echi della guerra sono tornati a manifestarsi in Europa, dopo gli orrori dei due conflitti mondiali; le conseguenze delle ostilità colpiscono soprattutto le persone deboli: anziani, donne e bambini. Sperimentiamo da vicino la disperazione dei profughi che lasciano i loro paesi a causa dei conflitti e l’afflizione di coloro che perdono i propri cari, spesso giovani vite spezzate. Ma non basta, poiché le conseguenze delle ostilità si manifestano anche nelle economie dei nostri paesi, colpendo le fasce più deboli.

Se si adotta uno stile di vita o un motto come quello del Real Circolo (Nobilitas et Virtus in Traditione), allora più degli altri siamo chiamati a dare testimonianza e a mettere in pratica l’aiuto, il sostegno, la fratellanza, affinché ciò non si risolva in una fiera delle vanità.

Sua Santità il Papa Francesco in occasione della VI Giornata Mondiale dei Poveri ci ha ricordato che il fondamento dell’impegno nella solidarietà verso il prossimo lo rinveniamo nelle parole dell’Apostolo Paolo: «Gesù Cristo […] si è fatto povero per voi» (cfr 2 Cor 8,9), e questo spirito lo ritroviamo anche nell’esistenza del mio predecessore, il Servo di Dio Francesco II di Borbone, che della carità aveva fatto la sua missione, come dimostra anche lo studio dei suoi documenti.

Pertanto sono idealmente con voi e vi esorto a continuare l’iniziativa del banco alimentare delle varie Delegazioni; mi unisco alle vostre preghiere a Maria Immacolata, affinché il suo sguardo benevolo sia rivolto verso i sofferenti e i bisognosi e doni a noi tutti la pace e la fede per affrontare le difficoltà della vita.

A questo proposito ci tengo affinché ci sia unione di sforzi con l’Ordine Costantiniano, affinché si possa lavorare insieme come una squadra su progetti compatibili come quello della solidarietà, per raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi.

Desidero rinnovare l’antico voto di consacrazione all’Immacolata dei popoli e tramandarle alle generazioni future.

Buona festa dell’Immacolata.

Pedro di Borbone delle Due Sicilie
Duca di Calabria, Conte di Caserta

Una toccante cerimonia ha visto il Cerimoniere Cav. Umberto Schioppa e il giovane Alfiere Andrea D’Aloia sfilare dalla Cappella Reale, dove è stato deposto un omaggio floreale a nome del Presidente Onorario, fino al Coro delle Clarisse, dietro l’altare maggiore, recando rispettivamente una bandiera delle Due Sicilie e una della Delegazione Campania del Real Circolo, su due preziosi cuscini di velluto rosso, accompagnati dalle note della marcia reale delle Due Sicilie.

In questo stesso luogo, dopo due minuti di raccoglimento sulle note dell’Inno al Re di Giovanni Paisiello, il Presidente del Real Circolo Francesco II di Borbone, Gr. Uff. Dott. Paolo Rivelli, ha consegnato i diplomi ai nuovi Soci, un momento importante della vita sociale del Real Circolo, alla presenza del Delegato della Campania, il Nob. Cav. Alfredo Buoninconti, Barone di Santa Maria Jacobi; del Segretario, Cav. Nicola Di Frenna; del Delegato delle Calabrie, Cav. Avv. Massimo Seminara; del neo nominato Delegato della Sicilia, Dott. Vito Russo Messina; del Delegato di Malta, Gr. Uff. Dott. Vincenzo Palazzo Bloise; e del Responsabile Sezione Monte Lattari, Sig.ra Filomena D’Auria.

Inoltre, sono stati conferiti:

il diploma di Socio Sostenitore al Dott. Vito Russo Messina, nominato Delegato della Sicilia;

e i diplomi di Socio Onorario:

a S.E. il Marchese Pierluigi Sanfelice dei Duchi di Bagnoli, in riconoscimento di una vita dedicata alla storia e alla tradizione delle Due Sicilie, ma soprattutto anche per il suo impegno verso i più bisognosi, con le sue innumerevoli iniziative, portate aventi oggi con il Corpo Internazionale di Soccorso;

e alla Dott.ssa Candida Carrino, Direttore dell’Archivio Centrale di Napoli, per la sua attività nel campo archivistico e storico, in un luogo sacro come l’Archivio che custodisce la memoria delle Due Sicilie, pieno di tesori di inestimabile valore.

L’animazione musicale è stata curata dal Maestro Keith Goodman, con il Maestro Maurizio Esposito, baritono e un gruppo di ottoni.

151.11.48.50