Arcivescovo Chaput: “Biden non è in comunione con la fede Cattolica”

Condividi su...

[Korazym.org/Blog dell’Editore, 26.10.2022 – Vik van Brantegem] – L’Arcivescovo emerito di Filadelfia, Mons. Charles Chaput, ha avvertito che qualsiasi sacerdote che offre la Comunione al Presidente degli Stati Uniti “partecipa alla sua ipocrisia”, perché “Biden non è in comunione con la fede Cattolica”. L’Arcivescovo Chaput ha fatte le sue affermazioni in un discorso durante il Simposio Eucaristico nella Diocesi di Arlington il 22 ottobre scorso, festa di San Giovanni Paolo II, nell’ambito dell’Anno dell’Eucaristia in occasione del Giubileo d’oro diocesano.

L’Arcivescovo Chaput ha affermato che “l’apostasia di Biden sulla questione dell’aborto” è “solo l’esempio più ripugnante” dell’assimilazione culturale dei Cattolici nell’America secolare, insistendo sul fatto che tale apostasia dovrebbe provocare conseguenze pubbliche significative. «Il vantaggio di perdere i buoni prelati è che, liberati dal loro fardello, diventano molto più chiari nel parlare. Come l’Arcivescovo Chaput, a lungo considerato un conservatore che, in quanto tale, è stato immediatamente accettato la sua rinuncia quando ha raggiunto l’età canonica», ha commentato Infovaticana, riportando le parole dell’Arcivescovo Chaput in spagnolo.

Il Simposio è iniziato con la Santa Messa celebrata dal Vescovo di Arlington, Mons. Michael F. Burbidge, nella cattedrale dedicata a San Thomas More, durante la quale l’Arcivescovo Chaput ha pronunciato l’omelia [QUI]. Successivamente, l’Arcivescovo Chaput ha pronunciato suo discorso, sull’importanza della memoria, sul ruolo che la memoria gioca nella cultura americana e su come l’Eucaristia ci dice chi siamo e perché siamo qui sulla Terra.

Diocesi di Arlington – Video integrale della riflessione dell’Arcivescovo emerito di Filadelfia, Mons., Charles Chaput. Al punto 21’15” il passaggio oggetto di questo articolo.

Condividiamo di seguito l’articolo Archbishop Chaput: “Biden Is Not in Communion With the Catholic Faith”, a firma di David Ramos della Catholic News Agency, pubblicato il 23 ottobre 2022 dal National Catholic Register [QUI], nella nostra traduzione italiana dall’inglese.

L’Arcivescovo Charles Chaput ha affermato sabato scorso, che Joe Biden “non è in comunione con la fede cattolica” e che “qualsiasi sacerdote che ora offre la Comunione al Presidente partecipa alla sua ipocrisia”. Intervenendo a un Simposio Eucaristico nella diocesi di Arlington il 22 ottobre, il cardinale 78enne ha anche accusato il secondo presidente cattolico nella storia degli Stati Uniti di “apostasia sulla questione dell’aborto”.

Nel suo discorso, sul tema Fai questo in ricordo di me: memoria, cultura, sacramento, l’Arcivescovo emerito di Filadelfia ha parlato dei “Cattolici americani e dei nostri 200 anni di lotta per inserirsi nella cultura americana tradizionale”. “Ci siamo riusciti. Ma nel processo, siamo stati digeriti e sbiancati dalla cultura, invece di farla lievitare in modo fertile con una testimonianza Cattolica distintiva”, ha detto l’Arcivescovo Chaput. Ha proseguito: “L’apostasia del Signor Biden sulla questione dell’aborto è solo l’esempio più ripugnante. Non è solo. Ma in un mondo sano di mente, la sua leadership pubblica unica renderebbe – o dovrebbe rendere – inevitabili conseguenze pubbliche”.

“Quando si rompe liberamente la comunione con la Chiesa di Gesù Cristo e i suoi insegnamenti, non si può fingere di essere in comunione quando fa comodo”, ha detto l’Arcivescovo Chaput. “Questa è una forma di menzogna. Il Signor Biden non è in comunione con la fede Cattolica. E ogni sacerdote che ora offre la Comunione al Presidente partecipa alla sua ipocrisia”.

Biden sostiene l’aborto, nonostante l’insegnamento della Chiesa Cattolica che l’aborto è un male grave e che la vita umana è sacra dal momento del concepimento. La scorsa settimana, il Presidente ha promesso di nuovo che avrebbe codificato Roe v. Wade in legge se i democratici avessero vinto le elezioni di medio termine a novembre. Come riportato in precedenza dalla CNA, ha chiarito che avrebbe firmato il Women’s Health Protection Act (WHPA), un atto radicale di legislazione sull’aborto che vieterebbe qualsiasi restrizione all’aborto prima e dopo la vitalità fetale.

Nel suo discorso, l’Arcivescovo Chaput ha detto che molti Cattolici, “anche molti che frequentano regolarmente la Messa domenicale, non credono più nel Sacrificio Reale o nella Presenza Reale”. “Abbiamo dimenticato chi siamo come popolo credente. Questa è sia una causa che un sintomo della tiepidezza dello spirito Cattolico di oggi, nella cultura della nostra nazione e nella stessa Chiesa”, ha affermato. “Ma questo può cambiare e deve cambiare, a cominciare da ognuno di noi qui”.

151.11.48.50