Il Governatore Pd della Puglia: il centrodestra non passerà, a prescindere da come andranno le elezioni…

Condividi su...

[Korazym.org/Blog dell’Editore, 12.09.2022 – Vik van Brantegem] – Michele Emiliano, il Governatore della Regione Puglia, ieri, 11 settembre 2022 dal palco di Taranto ha promesso al centrodestra: «Sputeranno sangue, comunque vadano queste elezioni». Il tutto alla presenza di Enrico Letta, che per niente infastidito, applaude e invece di prendere le distanze, alla fine il Segretario del Pd abbraccia Emiliano. Segno per come la campagna d’odio portata avanti dalla sinistra, nell’incapacità dialettica sta raggiungendo livelli mai visti.

Con la Puglia data quasi completamente al centrodestra secondo i sondaggi e le stime dell’istituto Cattaneo, Emiliano esorta alla resistenza. Nel finale del suo intervento, quando rivendica di essere rimasto tra i pochi governatori al Sud di centrosinistra assieme a Vincenzo De Luca: «La Puglia è per l’Italia in questo momento alla Campania, lo dico con un po’ di orgoglio, una sorta di «Stalingrado d’Italia», perché da qui non passeranno, qualunque cosa dovesse succedere. Perché noi non abbandoneremo mai il campo, qualunque sarà il risultato. E sputeranno sangue per cambiare quel che noi siamo riusciti a cambiare in questi anni. Sputeranno sangue, comunque vadano queste elezioni. Ma se vanno bene, ovviamente, è molto più facile».

Il filosofo Massimo Cacciari non perdona e striglia le sconcertanti parole pronunciate da Emiliano in un commento all’Adnkronos: «Lo ha detto sul serio? Sputare sangue? Questa è una campagna elettorale in cui non c’è assolutamente niente, promesse insensate da una parte e dall’altra, prive di qualunque copertura e di qualunque buon senso economico e finanziario. Sparano cazz*te e a volte sproloquiano anche con battute infelici. Ma per carità. Non seguo assolutamente nulla di questa campagna elettorale. È una cosa penosa».

«Sputare sangue è una espressione che può avere sicuramente un uso ironico ed è una metafora che può essere usata anche ridendo tra amici: “Ti farò sputare sangue per vincerti a tennis domani…”. Quindi dal punto di vista del dizionario non c’è dubbio che l’espressione può avere un senso addirittura amichevole», ha premesso Cacciari, salvo poi bastonare Emiliano per aver pronunciato quella frase su un palco politico. «Bisogna vedere il contesto in cui è stata detta. In una campagna elettorale, priva di ogni consenso in cui si demonizza ogni vicenda in modo visibile, forse è una espressione non da usare», ha detto il filosofo. «Vorrei aggiungere che è la stampa a dover fare sputare sangue a tutti i concorrenti di questa campagna facendogli capire l’insensatezza dei loro programmi, l’insensatezza delle loro promesse. E la volgarità dei toni che usano», ha concluso l’ex Sindaco di Venezia, che già nei giorni scorsi aveva bastonato i politici e in particolari gli esponenti Pd. «È incredibile, non riflettono», aveva attaccato Cacciari, riferendosi all’incapacità della sinistra di meditare sulla discontinuità chiesta a gran voce dagli elettori.

151.11.48.50