Numeri ufficiali Covid-19 del 24 ottobre 2021. Omaggio di Stilum Curiae alla Trieste democratica (e cristiana) che resiste ai bisognosi di consulto psichiatrico della sanitocrazia

Condividi su...

Nonostante il muro eretto dai media scendiletto mainstream, che sembrano essere impegnati in una gara per stabilire chi è il più bravo nel sostenere le misure liberticide imposte dal #brancodibalordi che ci governa (in primis con l’infame Green Pass e la vergogna di Stato della repressione con idranti e manganellate di manifestazioni pacifici), i portuali di Trieste non mollano e ci invitano pure a pregare il Santo Rosario con loro. Questa preghiera dei portuali di Trieste rivela uno spaccato molto duro e doloroso, della protesta contro il l’infame Green Pass, a cui il regime instauratosi con l’emergenza sanitaria mostra di non volere dare né comprensione né tantomeno vicinanza. Nella preghiera questi cazzuti trovano però la forza di andare avanti, con le tante famiglie, uomini e donne presenti nelle piazze in tante Città d’Italia, per chiedere il rispetto dei propri diritti di libertà, contro la sanitocrazia, che si impone con la repressione e la narrazione agitprop.

  • «Errato ritenere che i vaccinati siano tutti vaccinati e contenti, cittadini che sposano la linea del governo. Altissima la percentuale dei vaccinati incazzati perché obbligati a vaccinarsi pur potendo legittimamente scegliere l’opposto. E tale gente popola i cortei di tutta Italia» (Azzurra Barbuto)… Ripetete con noi: tra la gente che protesta ci sono tantissime vaccinati e non sono tutti no-vax. Stanno protestando con cori da stadio – «Mario Draghi vaffanculo/Mario Draghi vaffanculo» e «La gente come noi non molla mai/La gente come noi non molla mai» – contro un regime immorale, che sta limitando le nostre libertà, con bugie, minacce, ricatti, la repressione e l’informazione.
  • «Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana» ( Articolo 32 della Costituzione).

Ringraziando i nostri lettori e sostenitori, ricordiamo che è possibile inviare comunicazione presso l’indirizzo di posta elettronica del “Blog dell’Editore”: QUI.

I dati Covid-19 ufficiali del Ministero della salute di oggi domenica 24 ottobre 2021

Ricoverati con sintomi: 2.473 (+18) [Occupazione al 4%]
In terapia intensiva: 341 (+3) [con 18 nuovi ingressi del giorno] [*] [Occupazione al 4%]
Deceduti:131.826 (+24)
Persone che hanno completato la vaccinazione (prima e seconda dose; oppure monodose): 44.364.421 (82,14% degli over 12) [Aggiornato al 24 ottobre 2021 ore 17:13] [**]

[*] Dato molto importante, perché permette di verificare al di là del saldo quante persone sono effettivamente entrate in terapia intensiva nelle ultime 24 ore oggetto della comunicazione.
[**] La vaccinazione in tempo reale: QUI.

Il sistema “Tutor” per verificare il “trend” dell’epidemia

Media giornaliera dei decessi: 215 (-1).

Tabella con i decessi al giorno, il totale dei decessi e la media giornaliera dei decessi [A cura dello Staff del “Blog dell’Editore”]: QUI.

I portuali di Trieste massacrati mentre pregano con la corona del Rosario in mano: Dio è con noi.

Omaggio a Trieste democratica (e cristiana) che resiste alla neo-dittatura

Condividiamo dal Blog dell’amico e collega Marco Tosatti Stilum Curiae [QUI] di oggi, domenica 24 ottobre 2021, quanto segue e a cui ci associamo senza esitazione:

«Nel silenzio dei giornali di affari (praticamente tutti) e di regime per non parlare delle televisioni di corte, a Trieste sta svolgendosi una resistenza democratica, pacifica e in larga parte cristiana che fa onore, e dovrebbe sollecitare un sentimento di gratitudine e di solidarietà verso quella gente che si batte anche per noi contro lo strumento vessatorio, inutile da un punto di vista sanitario e lesivo dei diritti e delle libertà costituzionali come il Green Pass. D’altronde, basta vedere che viene difeso a spada tratta dalla gaudente compagnia di canto e ballo che allieta la senectus del Cavaliere per capire, immediatamente e senza ulteriori riflessioni quale posizione prendere sull’argomento.

Che poi sia sponsorizzata dal più spudorato mentitore che abbia mai occupato Palazzo Chigi (e ce ne sono passati mica pochi…), il Grigio Commesso dei Poteri Altri, è un’ulteriore conferma. Tutto questo per rendere omaggio, come SC può a Trieste. Cominciamo con un video bellissimo, che ha per protagonista un prete di montagna, Don Pellegrini, che a un certo punto ha detto: “Non volevo inginocchiarmi, ma poi ho pensato che dovevo farlo per dare la benedizione. Noi ci inginocchiamo soltanto davanti a Dio. Davanti agli altri stiamo in piedi”!

E poi queste frasi. Non sono mie – prosegue Marco Tosatti -, le ho trovate sul web e ve le offro:
“Li hai terrorizzati col Covid e le immagini delle terapie intensive e non si sono voluti vaccinare.
Gli hai detto che sarebbero morti soli e intubati, e non si sono voluti vaccinare.
Gli hai detto che non avrebbero potuto andare in vacanza, e non si sono voluti vaccinare.
Gli hai offerto pane e porchetta, e non si sono voluti vaccinare.
Gli hai proposto un biglietto per lo stadio…
Niente.
La discoteca.
Niente.
Gli hai detto che non avrebbero potuto entrare in un museo, in una palestra, in una piscina.
Niente.
Gli hai tolto il cinema ed il teatro.
Nulla.
Gli hai tolto il lavoro.
Hanno preferito perderlo.
Li hai chiamati ignoranti, novax, fascisti.
Se ne fottono.
Li hai manganellati.
Li hai atterrati con gli idranti.
Si sono rialzati.

Ora.
Che siano eroi o imbecilli, lo stabilirà la storia.
Ma..
1) La legge gli dà il diritto di scegliere di non vaccinarsi. Fatevene una ragione.
2) Potete pure mettere l’obbligo. Non si vaccineranno. Fatevene una ragione.
Ora…
1) Quanti sono?
2) Che pericolo costituiscono per loro stessi? Morire di Covid? Che muoiano.
3) Che pericolo costituiscono per gli altri? Infettarli? Beh, questo anche i vaccinati. E comunque se il resto della popolazione è ormai vaccinato… Dov’è il problema?
Intaseranno le terapie intensive? Balle. Sono due gatti.
Cioè…
Che problema avete con questa gente?
È una questione personale?
Un puntiglio?
Ma che problemi avete nel cervello, quali ossessioni, quali manie?
O c’è altro?
Perché da un punto di vista scientifico, sanitario, ragazzi, non ci sta.
Non regge.
Basta.
È una questione di orgoglio, o cosa?
Una battaglia personale?
Lo volete voi un consulto psichiatrico invece dei novax?
Veramente.
Rilassatevi.

Perché, voglio dire…
Dove volete arrivare?
Cos’altro potreste tentare?
A menarli, ci siete arrivati…
Potreste ammazzarli.
Dai.
Proprio eliminarli fisicamente.
Non potete però togliere l’osso al cane.
Che poi quello vi sbrana.
Allora questa gente vi serve, affinché la massa abbia qualcuno da odiare al posto vostro.
Vi serve che li identifichi come: “Il problema”.
L’unico ostacolo al ritorno alla “normalità”.
Ci siamo quasi, è merito di tutti noi, mancano solo quei bastardi: sbranateli.
Avete fatto un errore però.
Grosso.
Vi siete accaniti contro connazionali che fatichiamo veramente troppo ad odiare.
Non li si sbrana a questi qui.
Sta smettendo di funzionare il giochino.
Quella gente siamo Noi. È roba Nostra.
Quella gente si spezza la schiena tutti i giorni nel silenzio. Al freddo, al sole, alla pioggia. E mandano avanti l’Italia, l’Europa, il Mondo.
Mica voi.
Loro la mandano avanti.
Con le loro facce pulite, le mani spaccate, i loro discorsi semplici.
Ci mandano la merce nei supermercati, quelli lì, inginocchiati, col rosario che avete inondato d’acqua.
Quelli a cui voi state impedendo di lavorare.
Voi glielo state impedendo.
Perché oltre a spezzarsi la schiena per l’Europa, avete deciso che si devono vaccinare per forza e ve lo devono dimostrare col codice a barre.
Non è uno sciopero questo.
Non sono vaccinati. Oppure si, ma non vogliono mostrarvi il Pass.
È la vostra legge inutile che gli impedisce di lavorare.
Non gli piace a questa gente questa storia.
È gente di mare. Gente viva. Sentono puzza di merda.
Lavorano. Eccome. Ma senza ricatti.
Quanti portuali sono morti di Covid in 3 anni? Quanti? Quante volte il porto di Trieste si è fermato per focolai Covid?
Quanti altri porti Italiani?
Questi lavorano all’aperto ragazzi. All’aperto. Tutto l’anno.
Di cosa stiamo parlando.
I tamponi? Ogni 48 ore? Ma veramente dite?
Quelli sono Italiani che ci ricordano di essere Italiani.
Nonostante ogni diabolico tentativo di dividerci.
Sono padri di famiglia. Gli si vuole bene.
Che noi siamo vaccinati o meno.
Ieri ci avete toccato corde che non dovevate toccare.
Gente che non dovevate toccare.
In un modo che non avreste dovuto osare.
Guarda te se va a finire che dovremo pure ringraziarvi.
Perché i vostri eccessi violenti e patetici, riescono a riaccendere quel senso di unione e quel fuoco di libertà, che in questo maledetto meraviglioso Paese, fino in fondo, non c’era mai stato.
Italiani.

Amici miei.
Vaccinati e non.
Basta.
Basta.
Ci vogliono fottere.
In un modo o nell’altro.
Basta.
Solo Noi possiamo.
E solo Uniti.
Trieste chiama.
L’Italia risponde.
La gente come noi, non molla mai» (Marco Tosatti – Stilum Curiae, 24 ottobre 2021).

Numeri ufficiali Covid-19 del 22 ottobre 2021. Deriva autoritaria. Vergogna di Stato a Trieste, infame Green Pass e (mai) fine stato di emergenza. Gran pasticcio sui decessi – 22 ottobre 2021

Covid, c’è un giallo nell’ultimo report sui morti
L’ISS nei report sui decessi Covid cita un campione di cartelle cliniche analizzate. Ma restano dubbi sulla loro valutazione
di Paolo Becchi e Nicola Trevisan
Nicolaporro.it, 24 ottobre 2021


ISS nel suo ultimo report del 5 ottobre2021, dichiara che su un campione di 7910 cartelle cliniche di deceduti Covid-19 esaminate, il numero di patologie pregresse nei pazienti era così rappresentato:

In questi giorni la notizia ha fatto il giro della rete, ma questa ripartizioni era già nota e inserita nei precedenti report dell’ISS almeno fino un anno fa. La nostra domanda, dopo quasi due anni di emergenza, è la seguente: come è stato definito questo campione? È possibile che difronte all’importanza della cosa siano state analizzate solamente 7910 cartelle cliniche in un anno e mezzo a fronte di 130 mila decessi?

Di questo “campione” di cartelle cliniche analizzate, l’ISS si limita a definirlo campione opportunistico con tali parole: “[…] Le cartelle cliniche sono inviate all’ISS dagli ospedali secondo tempistiche diverse, compatibilmente con le priorità delle attività svolte negli ospedali stessi. Il campione è quindi di tipo opportunistico, rappresenta solo i decessi in soggetti che hanno avuto necessità del ricovero, e le Regioni sono rappresentate cercando di conservare una proporzionalità rispetto al numero di decessi”.

L’ISS demanda quindi la responsabilità dei ritardi di elaborazione o documentazione mancante alle Regioni e agli ospedali. E qui somiglia molto al classico scarica barile italiano, dove la melma va per gravità sempre in basso… Il campione di tipo opportunistico (definito in statistica anche di “convenienza”), come il nome stesso suggerisce, in questo campione le unità vengono scelte secondo un criterio di convenienza ovvero si selezionano le unità che sono immediatamente disponibili. Quindi a fini probabilistici vale decisamente poco.

Se facciamo una ricerca nel passato con un intervallo di 6 mesi, notiamo:
1. Nel report del 1° aprile 2021 il campione si attestava a 6992 cartelle cliniche analizzate.
2. Nel report del 22 ottobre 2020 il campione si attestava a 4738 cartelle cliniche analizzate.

In un anno quindi siamo passati ad analizzare solamente 3172 cartelle cliniche in più!

Sembra una stupidaggine andare a sindacare su come vengono fatte queste analisi difronte al dramma dei 130 mila decessi, ai danni economici provocati, ai danni sociali e psicologici. Tutti fattori dovuti non tanto al virus Sars-Cov2, ma soprattutto fin dall’inizio a scelte politiche discutibili, per arrivare, noi crediamo, al fine ultimo dell’istituzione del green pass: il mezzo, il fine, lo strumento specificatamente creato per limitare nel nostro futuro le libertà del singolo individuo. Probabilmente queste nostre domande e considerazioni qui riportate non avranno mai risposta.

La burlesca del giorno. “Ora si trasmette per aerosol…. Invece prima? Come? Per telepatia?” (Fabio Dragoni).
151.11.48.50