50 ragazzi ucraini ospiti della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca

Condividi su...

La Caritas e il Servizio di Pastorale Giovanile della Diocesi di Ugento – S. Maria di Leuca comunicano che, nell’ambito del Progetto Vacanze Solidali ‘E’ più bello insieme!’- Campi estivi per minori ucraini, fino al 29 giugno prossimi accoglieranno 50 persone (42 ragazzi dai 10 ai 17 anni e 8 accompagnatrici) di nazionalità ucraina, dalla città di Nikopol, non distante dalla centrale nucleare di Zaporizhzhya e saranno ospitati presso l’oratorio-ostello ‘Oasi del Bello’ della comunità parrocchiale di Tiggiano.

Gli ospiti ucraini riceveranno il benvenuto dalle comunità del Capo di Leuca, nella serata di Domenica 16 giugno alle ore 18.00, presso la sala consiliare di Tiggiano, alla presenza di Sua Eccellenza Mons. Vito Angiuli, Vescovo di Ugento – S. Maria di Leuca, del dott. Giacomo Cazzato, Sindaco di Tiggiano, del Dott. Stefano Minerva, Presidente della Provincia di Lecce, del dott. Gabriele Abaterusso, Presidente dell’ Unione dei Comuni ‘Terra di Leuca’ e dei Sindaci dei Comuni della Diocesi, che sono stati invitati ad indossare la fascia tricolore, si proseguirà con la festa nell’atrio del Palazzo Baronale Serafini-Sauli, allietata dalla banda multietnica diretta dal Maestro Giovanni Calabrese, da pietanze da gustare e sorrisi da donare.

Durante le due settimane di permanenza i giovani svolgeranno diverse attività: visite guidate a Lecce e a Leuca, escursione in barca lungo la costa, visiteranno villaggi turistici, ma, soprattutto, si relazioneranno con i loro coetanei italiani partecipanti ai GREST nelle Parrocchie di Caprarica del Capo, Montesano Salentino, Tricase Porto, Tricase, Barbarano, Corsano, Alessano; ed in alcune serate organizzate nelle comunità di Depressa, Morciano di Leuca, Ugento, Castrignano del Capo e Salve, Domenica 23 giugno a cura dell’Ufficio diocesano per l’Ecumenismo ci sarà nella serata, un momento di preghiera, presso l’atrio pubblico a Torre Vado.

La Caritas della Diocesi di Ugento – S. Maria di Leuca, accoglierà anche un secondo gruppo, composto da 60 persone (50 ragazzi e 10 accompagnatori), che raggiungerà il Capo di Leuca dall’11 al 29 agosto prossimi, per vivere la stessa esperienza dei loro connazionali, nella consapevolezza di essere una terra ospitale capace di dare speranza e formare artigiani di pace, infatti il secondo gruppo sarà coinvolto nel cammino notturno verso un’alba di pace, dalla tomba del Venerabile don Tonino al Santuario di Leuca, tra la notte e il giorno, del 13 e 14 agosto.

Vacanze Solidali ‘E’ più bello insieme’ è un progetto, che vede coinvolti la Caritas Italiana, l’Ambasciata UKR presso la santa Sede, l’ambasciata UKR in Italia, la Caritas, la Spes Caritas UKR e la Nunziatura Apostolica in UKR, la Segreteria della Chiesa greco-cattolica Ucraina, di accoglienza temporanea per offrire ai bambini e ragazzi che stanno subendo le conseguenze dalla guerra un periodo di vacanza in Italia. I ragazzi che saranno accolti quest’estate saranno 600 di cui 110 nella nostra Diocesi di Ugento-S. Maria di Leuca.

Il conflitto in Ucraina, da più di due anni, continua ad essere caratterizzato da attacchi e bombardamenti che coinvolgono anche luoghi civili. I continui bombardamenti, attacchi, sirene denunciano uno stato di emergenza che si ripercuote sullo stato psicologico delle persone e soprattutto dei bambini, costretti a rifugiarsi in scantinati, rifugi antiatomici per ripararsi dai continui bombardamenti, alimentando la paura.

L’iniziativa mira ad offrire un ambiente sicuro e accogliente durante il periodo estivo per i bambini provenienti da zone in conflitto fornendo loro l’opportunità di rigenerarsi attraverso attività ludico-ricreative e di incontro con altri ragazzi. Il progetto riflette sull’importanza di andare oltre l’accoglienza iniziale e lavora per creare relazioni solide e costruttive tra ospitanti e ospitati durature nel tempo. Sarà una nuova occasione di crescita delle comunità che potranno contribuire all’organizzazione delle giornate e di momenti conviviali.

Caritas Italiana dal febbraio 2022 è impegnata nella risposta all’enorme emergenza umanitaria della crisi ucraina, ed è anche parte attiva nei processi di ricostruzione e di coesione sociale, con attenzione specifica in quattro ambiti: disabilità e salute; minori e educazione; protezione; advocacy e coesione sociale. Il lavoro di animazione e di accompagnamento da parte delle Caritas nazionali ucraine (Caritas Spes e Caritas Ucraina), di Caritas Italiana e delle Caritas diocesane è stato continuativo ed enorme fin da subito.

Caritas Italiana ha partecipato all’intervento della rete Caritas internazionale a favore di Caritas Ucraina e Caritas Spes con servizi di accoglienza e di protezione, assistenza medica, kit igienici e alimentari, contributi in denaro. Dall’inizio del conflitto molte diocesi italiane, anche la nostra di Ugento-S. Maria di Leuca, si sono impegnate per garantire un’accoglienza adeguata alle persone in fuga.

151.11.48.50