Papa Francesco all’Udienza: “Identità familiare promessa per l’umanità”. Smentita da Lombardi la presunta malattia

Condividi su...

Udienza generale dedicata ancora una volta alla famiglia, quella odierna di Papa Francesco. “Non dimentichiamo mai: l’identità familiare è una promessa che si allarga a tutta la famiglia e a tutta l’umanità – ha detto -. L’intera realtà familiare è fondata sulla promessa: si può dire che la famiglia vive della promessa d’amore e di fedeltà che l’uomo e la donna si fanno l’un l’altra e comporta l’impegno di accogliere ed educare i figli, ma si attua anche nel prendersi cura dei genitori anziani, nel proteggere e accudire i membri più deboli della famiglia, nell’aiutarsi a vicenda per realizzare le proprie qualità e accettare i propri limiti”. E’ una promessa che si allarga a condividere le gioie e le sofferenze di tutti i padri, le madri, i bambini, con generosa apertura nei confronti dell’umana convivenza e del bene comune”.

In Piazza San Pietro il Papa ha ricordato i fondamenti del matrimonio, come avviene già da diversi appuntamenti del mercoledì.

“L’amore è libertà – ha ricordato il Pontefice -, la promessa dell’amore fedele è libera, e questa è la bellezza: senza libertà non può esserci amicizia, senza libertà non c’è amore, senza libertà non c’è matrimonio”.

“Una famiglia – ha aggiunto – che si chiude in sé stessa è come una contraddizione, una mortificazione della promessa che l’ha fatta nascere e la fa vivere. Ai nostri giorni, l’onore della fedeltà alla promessa della vita familiare appare molto indebolito. Da una parte perché un malinteso diritto di cercare la propria soddisfazione, a tutti i costi e in qualsiasi rapporto, viene esaltato come un principio non negoziabile della libertà. Dall’altra perché si affidano esclusivamente alla costrizione della legge i vincoli della vita di relazione e dell’impegno per il bene comune”.

“Nessuno – ha detto ancora – vuole essere amato solo per i propri beni o per obbligo. L’amore, come anche l’amicizia, devono la loro forza e la loro bellezza proprio a questo fatto: che generano un legame senza togliere la libertà: libertà e fedeltà non si oppongono l’una all’altra, anzi, si sostengono a vicenda, sia nei rapporti interpersonali, sia in quelli sociali”.

Di oggi la notizia della presunta malattia del Papa, riportata da un Quotidiano italiano e smentita seccamente dal Portavoce vaticano: “Confermo completamente – ha detto Padre Federico Lombardi – la smentita che ho già fatto. Lo faccio dopo le verifiche con le fonti opportune, compreso il Santo Padre”.

“Nessun medico giapponese è venuto in Vaticano a visitare il Papa – ha detto ancora il Direttore della Sala Stampa della Santa Sede – e non vi sono stati esami del tipo indicato dall’articolo. Gli uffici competenti mi hanno confermato che non vi sono stati voli di elicotteri arrivati in Vaticano dall’esterno neppure nel mese di gennaio. Posso confermare che il Papa gode di buona salute. Ribadisco che la pubblicazione avvenuta è un grave atto di irresponsabilità, assolutamente ingiustificabile e inqualificabile. Ed è ingiustificabile anche continuare ad alimentare simili informazioni infondate. Ci si augura che questa vicenda si chiuda quindi immediatamente”.

151.11.48.50