Chiese in festa per il Corpus Domini

Condividi su...

Domenica 2 giugno ricorrerà la festa del Corpus Domini. Nella notte tra sabato 1 e domenica 2, la comunità patuense si riverserà nelle stradine del borgo dando ufficialmente inizio alla IX edizione dell’Infiorata di Patù, ormai conosciuta e apprezzata in tutta la Puglia e non solo. Alle ore 21 del sabato il Vescovo della diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca, monsignor Vito Angiuli, benedirà l’inizio dei lavori insieme al parroco don Carmine Peluso.

Il Vescovo parteciperà alla cerimonia di posa dei primi petali, dando così il via alla realizzazione dell’Infiorata che quest’anno ha come tema la simbologia dell’albero nella Sacra Scrittura. Questo momento segna l’inizio di un processo creativo-collettivo che vede coinvolta l’intera comunità inclusi i giovani ospiti dei centri SAI di Patù e Castrignano del Capo (anche di religione musulmana), gestiti dall’ARCI Lecce solidarietà cooperativa sociale.

Realizzando in tal modo un forte segno di inclusione sociale e di pace tra i popoli di cui oggi si avverte un forte bisogno. Domenica 2 giugno alle ore 8 il Vescovo sarà di nuovo presente per benedire i quadri artistici a conclusione dei lavori. Alle 9, la comunità si riunirà per la Santa Messa in Piazza Indipendenza, seguita da una seconda celebrazione alle ore 10:30 nella Chiesa di San Michele. Il tappeto ‘fiorito’ coprirà via Principe di Napoli per una lunghezza di circa 250 metri dove passerà la processione del Corpus Domini prevista subito dopo la Messa delle 18.30 con partenza dalla Chiesa dell’Immacolata. I quadri artistici potranno essere ammirati per tutta la serata.

Come ogni anno sono poche le indiscrezioni che trapelano sui quadri e sui personaggi che animeranno la colorata manifestazione ma i protagonisti di questa edizione saranno ‘gli alberi biblici’. L’albero, per sua natura, suscita sempre grande attenzione e mai come in questo tempo la scelta della piccola comunità appare più pertinente.

La parrocchia ‘Santissimo Corpo e Sangue di Cristo’, presente nel quartiere Appio Tuscolano, è affidata alla cura pastorale della Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue. All’interno della comunità parrocchiale si riscontrano diverse realtà, quali i gruppi Neocatecumenali, i giovani del Centro Oratori Romani (che si occupano sia della pastorale sacramentaria che dell’oratorio domenicale), il gruppo ‘Unione Sanguis Christi’ (USC), il Rinnovamento dello Spirito, la Confraternita della Misericordia e i gruppi famiglie (di cui uno di questi è dedicato esclusivamente a persone che vivono la difficoltà della separazione o una seconda unione).

Oltre a queste realtà, vi è tutta la pastorale ordinaria, come i gruppi post cresima o il prezioso servizio che fa la Caritas parrocchiale, per finire con l’iniziativa delle ‘docce solidali’ rivolta ai senzatetto che non hanno possibilità di lavarsi. Don Benedetto Labate, parroco uscente, afferma: “Da qualche anno la Parrocchia, intitolata al Santissimo Corpo e Sangue di Cristo, ha deciso di vivere la propria festa comunitaria seguendo le indicazioni di papa Francesco di ‘una Chiesa in uscita’, che possa raggiungere anche quelle persone che sono lontane.

Perciò, abbiamo organizzato per venerdì 31 maggio, su via Nocera Umbra, una Celebrazione   Eucaristica su strada, seguita poi da un momento prolungato di Adorazione del Santissimo Sacramento. Con questo evento desideriamo ricordare la vicinanza di Dio verso ciascuno di noi, facendoci più vicini al quartiere e alle persone che vi abitano”.

Quindi domenica 2 giugno alle ore 18:00 si terrà in Parrocchia la recita della Coroncina del Preziosissimo Sangue, seguirà la Celebrazione Eucaristica e, alle ore 20:30, si terrà un momento conviviale di festa organizzato ed animato dai diversi gruppi della comunità parrocchiale.

151.11.48.50