Cultura

Lorenzo Galliani racconta il desiderio divino in Ligabue

Nella prefazione al libro di Lorenzo Galliani (collaboratore di Avvenire e di Verona fedele), ‘Hai un momento Dio? Ligabue tra rock e cielo’, l’arcivescovo di Bologna, mons. Matteo M. Zuppi, ha scritto: “Qui a Bologna ho incontrato una terra di grandi cantautori, come Lucio Dalla. Ha dato molto a questa città, la sua Piazza Grande ci fa pensare ai tanti che sono ancora sulle panchine delle Piazze Grandi e che hanno bisogno di carezze. E non le carezze qualsiasi, ma ‘a modo mio’. Tutti abbiamo bisogno di qualcuno che sappia trovare il modo giusto, quello ‘mio’.

Don Ruccia racconta la parrocchia secondo l’Evangelii Gaudium

Nell’esortazione apostolica ‘Evangelii Gaudium’ (n^ 28) papa Francesco ha chiesto alla parrocchia uno slancio missionario per una nuova evangelizzazione per essere vicina alla gente: “La parrocchia non è una struttura caduca; proprio perché ha una grande plasticità, può assumere forme molto diverse che richiedono la docilità e la creatività missionaria del pastore e della comunità. Sebbene certamente non sia l’unica istituzione evangelizzatrice, se è capace di riformarsi e adattarsi costantemente, continuerà a essere ‘la Chiesa stessa che vive in mezzo alle case dei suoi figli e delle sue figlie’. Questo suppone che realmente stia in contatto con le famiglie e con la vita del popolo e non diventi una struttura prolissa separata dalla gente o un gruppo di eletti che guardano a se stessi”.

A 40 anni dalla morte di Aldo Moro il prof. Formigoni rilegge la sua azione civica

Nelle conclusioni del volume, pubblicato da Il Mulino, ‘Aldo Moro. Lo statista e il suo dramma’, il prof. Guido Formigoni, docente di Storia contemporanea all’Università IULM di Milano, ha scritto: “Il giudizio sugli esiti della sua parabola esistenziale può essere anche molto diverso a seconda dei punti di vista e dei criteri storici, ma questo non dovrebbe impedire di considerare l’originalità delle sue intenzioni e delle sue motivazioni.

Opere di arte sacra in dono ad Amatrice ed Arquata del Tronto

Due opere d’arte sacra saranno donate alle chiese terremotate di Amatrice (Rieti) e Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). Le opere, entrambe dedicate alla Vergine Maria, sono state realizzate da due giovani artisti, che hanno aderito all’iniziativa promossa da ‘Devotio’, la manifestazione fieristica sui prodotti e i servizi per il mondo religioso che si svolge a Bologna.

Francesco Postorino e l’invito ai giovani di vivere la città

“Basta un attimo per trasmettere quella verità che viaggia oltre il tempo e lo spazio. La verità degli uomini liberi, di chi ha capito e non torna indietro. La verità di un gesto, di un sorriso, di una lezione, di un’ora trascorsa a inseguire l’incanto dentro di te. Forse è questo il segreto che intende svelare la sceneggiatura di Tom Schulman, perfezionata dall’occhio artistico di Peter Weir e soprattutto dal talento di un ‘professore’ che, sul finire degli anni ’80, ha ispirato e continua a ispirare chi non si arrende al superfluo.

Paronetto: mons. Bello vescovo dell’avvento

Mancano pochi giorni alla visita pastorale di papa Francesco ad Alessano e Molfetta, città natale e sede episcopale, per ricordare i 25 anni della morte di mons. Tonino Bello. E per scoprire la bellezza delle parole di questo vescovo, che è stato presidente di Pax Christi è stato editato un volume, ‘Un’eredità che viene dal futuro: don Tonino Bello’, di Sergio Paronetto, che è un piacere leggere, come ha scritto nella prefazione il vescovo di Bologna, mons. Matteo Zuppi:

Cesare Bocci e Daniela Spada raccontano il loro ‘Pesce d’Aprile’

18 anni dopo quell’1 aprile che poteva separarli per sempre, Cesare Bocci e Daniela Spada a Tolentino, in una serata a favore dell’Unitalsi, hanno raccontato la storia della loro unione, i pianti di una bambina che la mamma non poteva tenere in braccio e la ‘terapia Ikea’ per tornare in piedi.

La Santa Sede a Venezia per un incontro tra arte e fede

Per la prima volta la Santa Sede entra nello spazio della Biennale di Architettura di Venezia, approdando sull’isola di San Giorgio, e penetrando nell’oasi di un bosco non attraverso rappresentazioni grafiche o modelli ma con una vera e propria sequenza di cappelle. Il numero delle cappelle è simbolico, perché esprime quasi un decalogo di presenze incastonate all’interno dello spazio: sono simili a voci fatte architettura che risuonano con la loro armonia spirituale nella trama della vita quotidiana.

Pinerolo: mons. Olivero illustra la Pasqua con l’arte

‘Imparare è un’esperienza, tutto il resto è solo informazione’: con questo aforisma di Albert Einstein, nell’ambito degli incontri quaresimali intitolati ‘Fede con arte’, il vescovo della diocesi di Pinerolo, mons. Derio Olivero, ha introdotto la presentazione del quadro di Caravaggio ‘La conversione di san Paolo’, affermando che, per apprendere, dobbiamo emozionarci, essere coinvolti, toccati nell’animo, altrimenti aggiungiamo solo dati:

Fazzini&Femminis raccontano le sorprese di papa Francesco

“Per apprezzare un libro come questo nel suo giusto valore per la comprensione del pontificato attuale occorre avere una certa esperienza e una memoria non troppo corta. Se no, si fa presto a considerare prime volte quelle che non lo sono e a non distinguere le grandi novità reali che il servizio di papa Francesco ci sta donando.

89.31.72.207