2 giugno, un anniversario. Non contare gli anni, ma farli contare. Sto lat!

Oggi, 2 giugno è un giorno particolare, per diversi motivi e non principalmente perché oggi ricorre il 76° anniversario della Repubblica Italiana. Infatti, il 2 giugno 1946 (sei mesi esatti dalla mia nascita) si è svolto il referendum sulla forma istituzionale dello Stato che, con il voto popolare, ha portato alla nascita della Repubblica. Gli Italiani e per la prima volta le Italiane (in 12.998.131 donne e 11.949.056 uomini) hanno votato per “scegliere tra Repubblica e Monarchia e per eleggere i deputati dell’Assemblea Costituente” che ha avuto il compito di redigere “la nuova carta costituzionale”.

Margherita II di Fiandre.

Il 2 giugno sono nati dei personaggi molto importanti. Il primo che viene ricordato da Wikipedia [QUI] è la nobile fiamminga Margherita II di Fiandre (o di Hainaut o di Costantinopoli), nel 1202. Margherita, secondo la Genealogica Comitum Flandriæ Bertiniana, Continuatio Marchianensis era la figlia secondogenita del Conte delle Fiandre, Conte di Hainaut, primo Imperatore dell’impero latino di Costantinopoli, Baldovino delle Fiandre. Margherita delle Fiandre, o di Hainaut o di Costantinopoli (Valenciennes, 2 giugno 1202 – Gent 10 febbraio 1280), fu Contessa delle Fiandre (Margherita II) dal 1244 al 1278 e Contessa di Hainaut (Margherita I) dal 1244 al 1253 e dal 1257 alla morte.

Poi, ci sono tra i tanti: Re Ferdinando I di Napoli nel 1424, Papa Leone XI 1535, il Marchese de Sade nel 1740, Alessandro Conte di Cagliostro nel 1743, Papa Pio X nel 1835. Poi, arriviamo ai personaggi ancora in vita: Cardinale Crescenzio Sepe nel 1943 e il Cardinale Giovanni Angelo Becciu, due cardinali di Santa Romana Chiesa con cui ho avuto l’onore di collaborare per anni nelle mie responsabilità come Assistente della Sala Stampa della Santa Sede.

Cardinale Crescenzio Sepe.

Il Cardinal Sepe è nato a Carinaro il 2 giugno 1943, dal 12 dicembre 2020 Arcivescovo emerito di Napoli (dal 2006), già Capo dell’Ufficio Informazione e Documentazione della Seconda Sezione della Segreteria di Stato (quando nel 1985 sono stato assunto dal Cardinal Segretario di Stato Angelo Sodano), Assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato (1987-1992), Segretario della Congregazione per il clero (1992-1997), Segretario Generale del Comitato del Grande Giubileo dell’Anno 2000 (1997-2001), Prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli (2001-2006), Presidente della Conferenza Episcopale Campana (2006-2021).

Cardinale Giovanni Angelo Becciu.

Il Cardinal Becciu è nato a Pattada in Sardegna il 2 giugno 1948, dal 24 settembre 2020 Prefetto emerito della Congregazione delle cause dei Santi (dal 2018), già Nunzio apostolico in Angola (2001-2009), a São Tomé e Príncipe (2001-2009) e a Cuba (2009-2011), Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato (2011-2018), Delegato speciale presso il Sovrano Militare Ordine di Malta (2017-2020). Con l’occasione ricordo la Rassegna Stampa sul “Caso Becciu” curata da Andrea Paganini [QUI], che intende aiutare a farsi un’idea compiuta della i vicenda di cui ci siamo occupati in questo Blog dell’Editore con innumerevoli articoli (quasi giornalmente in questi ultimi anni), nella certezza che la verità ci renderà liberi. Tutti. La Rassegna Stampa offre ovviamente una scelta di ciò che è stato detto e scritto sull’argomento. I contributi – vagliati con discernimento dal curatore – propongono letture più o meno condivisibili (non necessariamente tutte concordanti). Il curatore spera invece di evitare articoli disonesti o calunniosi. Sempre nella convinzione della sacralità del principio della presunzione d’innocenza, che Papa Francesco ha definito «un diritto umano»; fino a prova contraria.

Dott.ssa Valentina Villano.

Infine, purtroppo costatiamo delle gravi mancanze con quell’elenco di Wikipedia: il particolare l’assenza di una persona a me particolarmente cara, la mia Principessa. Quindi, aggiungiamo la Dott.ssa Valentina Villano, che innanzitutto è la mia amata Signora, ma anche – e non meno importante – la mia Consigliera e Membro dello Staff del Blog dell’Editore.

A Valentina, che è soprattutto un fiore, dedico i fiori rossi in copertina (come dono i fiori rossi reali). Il dono di fiori per rappresentare il dono di sé, che è amore con una presenza… «Nel mondo tutto ciò che c’è di buono è amore. L’amore tra un uomo e una donna è come una magia che ti prende all’improvviso, in un attimo, ti travolge, ti coinvolge e ti entra nel cuore e nell’anima dove prenderà il suo posto per non lasciarlo mai più. Il vero amore capita una sola volta nella vita: è come un raggio di sole in un giorno di tempesta! È la gioia di vivere!… Non c’è cosa più bella dell’amore ed essere amati! La cosa più brutta è amare qualcuno che non ricambia. Allora l’amore diventa qualcosa di molto pericoloso: è come un tormento, un’ossessione… L’amore è sempre più forte della volontà, perché l’amore non è razionale e non lo puoi comandare in nessun modo… L’amore è tutto nella vita, è un’energia, è un’onda inarrestabile che muove il mondo e non è proprio possibile pensare ad una vita senza amore» (Maria Gabriella Giorgi).

Buon compleanno Valentina. Sto lat!

Quanto segue è molto bello, ma non solo, è pure vero: «L’ amore quello con la A maiuscola capita una sola volta… le altre volte è solo chimica. Con lei c’è cuore, corpo, passione, delirio, estasi. Lei c’è anche quando non c’è e la cerchi in ogni dove in un profumo , in un vestito, in una foto… ovunque. Le altre donne non hanno volto poiché nei tuoi occhi c’è solo lei… Sei cieco di lei. L’hai cercata sempre e quando avevi perso la speranza e apparsa lei e l’hai chiamata con il suo nome AMORE. Se altri non vivono momenti così , non avranno vissuto… la mia ultima parola , in questa vita sarà il suo nome» (Ulisse Corsico). Questo per me è Valentina.

Per Valentina, e per i Cardinali Crescenzio Sepe e Giovanni Angelo Becciu, cantiamo in coro Sto lat (Cent’anni), una canzone tradizionale polacca che viene cantata per esprimere auguri, buona salute e lunga vita a una persona, un modo comune per augurare a qualcuno un felice compleanno in polacco. Il testo nella traduzione italiana:

Sto lat

Facci viver, viver cent’anni, cent’anni,
Facci viver, viver cent’anni, cent’anni,
Facci viver, viver ancora una volta, ancora una volta,
Facci vivere

Facci viver, viver cent’anni, cent’anni,
Facci viver, viver cent’anni, cent’anni,
Facci viver, viver ancora una volta, ancora una volta,
Facci vivere

Fa’ che la loro stella del benessere
Non si spenga mai,
Non si spenga mai,
Fa’ che, in questa nuova vita in comune,
Brilli sempre più intensa,
Fa’ che, in questa nuova vita in comune,
Brilli sempre più intensa

Facci vivere
Cent’anni, cent’anni, cent’anni, cent’anni,
Facci vivere
Cent’anni, cent’anni, cent’anni, cent’anni

Facci vivere, facci vivere
Nella gioia, in salute e nella prosperità,
Facci vivere,
Facci vivere, facci vivere
Nella gioia, in salute e nella prosperità,
Facci vivere,

Ancora, ancora, ancora, ancora
Facci vivere,
Ancora, ancora, ancora, ancora
Facci vivere,
Facci vivere, facci vivere

Ancora, ancora, ancora, ancora
Facci vivere,
Facci vivere, facci vivere
Ancora e ancora alla montanara,
Facci vivere

Ed ancora a lungo facci vivere,
Ancora a lungo facci vivere,
Facci viver cent’anni, cent’anni cent’anni.
Ed ancora a lungo facci vivere,
Ancora a lungo facci vivere,
Facci viver cent’anni, cent’anni cent’anni

Ed ancora a lungo facci vivere,
Ancora a lungo facci vivere,
Facci viver cent’anni, cent’anni cent’anni.
Ed ancora a lungo facci vivere,
Ancora a lungo facci vivere,
Facci viver cent’anni, cent’anni cent’anni

La Regina Elisabetta II, nel 2021.

Postscriptum

Oggi ricorre anche l’anniversario dell’incoronazione il 2 giugno 1953 nell’Abbazia di Westminster di Elisabetta II, all’età di venticinque anni. Alla morte del padre, settant’anni fa, il 6 febbraio 1952 era diventata Regina del Regno Unito di Gran Bretagna, dell’Irlanda del Nord e degli altri reami del Commonwealth, di Antigua e Barbuda, Australia, Bahamas, Belize, Canada, Grenada, Giamaica, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, Saint Kitts e Nevis, Saint Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Isole Salomone e Tuvalu, oltre che governatore supremo della Chiesa d’Inghilterra, Comandante in capo delle forze armate, Signora dell’Isola di Man e Sovrana di Jersey e Guernsey.

89.31.72.207