Numeri ufficiali Covid-19. La diffusione di follia da coronavirus sembra inarrestabile. Si salverà solo chi sarà capace di cambiare mentalità

Ringraziando i nostri lettori e sostenitori, ricordiamo che è possibile inviare comunicazione presso l’indirizzo di posta elettronica del “Blog dell’Editore”: QUI.

I dati Covid-19 comunicati dal Dipartimento della Protezione Civile alle ore 18.00 di oggi 26 maggio 2020

In isolamento domiciliare: 44.504 (-2.070)
Ricoverati con sintomi: 7.917 (-268)
In terapia intensiva: 521 (-20)
Deceduti: 32.955 (+78)

Il sistema “Tutor” per verificare il “trend” dell’epidemia

Media giornaliera dei decessi: 343 (-3)
Il valore rimane al livello di inizio aprile (tra il 3 e il 4).

Tabella con i decessi al giorno, il totale dei decessi e la media giornaliera dei decessi
[A cura dello Staff del “Blog dell’Editore”]
Numero giorno – Data – Decessi del giorno [*] (Totale decessi) – Media giornaliera dei decessi (arrotondata)

1 – 21.02 – 1 (1) – 1
2 – 22.02 – 1 (2) – 1
3 – 23.02 – 1 (3) – 1
4 – 24.02 – 3 (6) – 1
5 – 25.02 – 1 (7) – 1
6 – 26.02 – 5 (12) – 2
7 – 27.02 – ? (?) – ?
8 – 28.02 – ? (21) – 3
9 – 29.02 – 8 (29) – 3
10 – 01.03 – 5 (34) – 3
11 – 02.03 – ? (?) – ?
12 – 03.03 – ? (79) – 7
13 – 04.03 – 28 (107) – 8
14 – 05.03 – 41 (148) – 11
15 – 06.03 – 49 (197) – 13
16 – 07.03 – 36 (233) – 15
17 – 08.03 – 133 (366) – 22
18 – 09.03 – 97 (463) – 26
19 – 10.03 – 168 (631) – 33
20 – 11.03 – 196 (827) – 41
21 – 12.03 – 189 (1.016) – 48
22 – 13.03 – 250 (1.266) – 58
23 – 14.03 – 175 (1.441) – 63
24 – 15.03 – 368 (1.809) – 75
25 – 16.03 – 349 (2.158) – 86
26 – 17.03 – 345 (2.503) – 96
27 – 18.03 – 475 (2.978) – 110
28 – 19.03 – 427 (3.405) – 122
29 – 20.03 – 627 (4.032) – 139
30 – 21.03 – 793 (4.825) – 161
31 – 22.03 – 650 (5.475) – 177
32 – 23.03 – 602 (6.077) – 189
33 – 24.03 – 743 (6.820) – 207
34 – 25.03 – 683 (7.503) – 221
35 – 26.03 – 662 (8.165) – 233
36 – 27.03 – 969 (9.134) – 254
37 – 28.03 – 889 (10.023) – 271
38 – 29.03 – 756 (10.779) – 284
39 – 30.03 – 818 (11.597) – 297
40 – 31.03 – 831 (12.428) – 311
41 – 01.04 – 727 (13.155) – 321
42 – 02.04 – 760 (13.915) – 331
43 – 03.04 – 766 (14.681) – 341
44 – 04.04 – 681 (15.362) – 349
45 – 05.04 – 525 (15.887) – 353
46 – 06.04 – 636 (16.523) – 359
47 – 07.04 – 604 (17.127) – 364
48 – 08.04 – 542 (17.669) – 368
49 – 09.04 – 610 (18.279) – 373
50 – 10.04 – 570 (18.849) – 377
51 – 11.04 – 619 (19.468) – 382
52 – 12.04 – 431 (19.899) – 383
53 – 13.04 – 566 (20.465) – 386
54 – 14.04 – 602 (21.067) – 390
55 – 15.04 – 578 (21.645) – 394
56 – 16.04 – 525 (22.170) – 396
57 – 17.04 – 575 (22.745) – 399
58 – 18.04 – 482 (23.227) – 400
59 – 19.04 – 433 (23.660) – 401
60 – 20.04 – 454 (24.114) – 402
61 – 21.04 – 534 (24.648) – 404
62 – 22.04 – 437 (25.085) – 405
63 – 23.04 – 464 (25.549) – 406
64 – 24.04 – 420 (25.969) – 406
65 – 25.04 – 415 (26.384) – 406
66 – 26.04 – 260 (26.644) – 404
67 – 27.04 – 333 (26.977) – 403
68 – 28.04 – 282 (27.359) – 402
69 – 29.04 – 323 (27.682) – 401
70 – 30.04 – 285 (27.967) – 400
71 – 01.05 – 269 (28.236) – 398
72 – 02.05 – 474 (28.710) – 399
73 – 03.05 – 174 (28.884) – 396
74 – 04.05 – 195 (29.079) – 393
75 – 05.05 – 236 (29.315) – 391
76 – 06.05 – 369 (29.684) – 391
77 – 07.05 – 274 (29.958) – 389
78 – 08.05 – 243 (30.201) – 387
79 – 09.05 – 194 (30.395) – 385
80 – 10.05 – 165 (30.560) – 382
81 – 11.05 – 179 (30.739) – 379
82 – 12.05 – 172 (30.911) – 377
83 – 13.05 – 195 (31.106) – 375
84 – 14.05 – 262 (31.368) – 373
85 – 15.05 – 242 (31.610) – 372
86 – 16.05 – 153 (31.763) – 369
87 – 17.05 – 145 (31.908) – 367
88 – 18.05 – 99 (32.007) – 364
89 – 19.05 – 162 (32.169) – 361
90 – 20.05 – 161 (32.230) – 358
91 – 21.05 – 156 (32.486) – 357
92 – 22.05 – 130 (32.616) – 355
93 – 23.05 – 119 (32.735) – 352
94 – 24.05 – 50 (32.785) – 349
95 – 25.05 – 92 (32.877) – 346
96 – 26.05 – 78 (32.955) – 343

[*] Dati forniti dal Dipartimento della Protezione Civile.
[?] Dati non forniti dal Dipartimento della Protezione Civile (invece, nei totali complessivi sono inclusi i dati dei decessi mancanti).

Si nota che si sale rapidamente e si scende lentamente… Deve far riflettere molto sulle conseguenze di un’eventuale risalita per comportamenti incoscienti.

Le misure drastiche (“che non sempre sono buone”) sono di nuovo buone…

Sala Stampa della Santa Sede
Comunicazione di servizio: Domenica di Pentecoste e Regina Caeli
26 maggio 2020
Questa domenica, 31 maggio, alle ore 10:00, il Santo Padre celebrerà la Santa Messa nel giorno di Pentecoste, senza concorso di fedeli, presso la Cappella del Santissimo Sacramento nella Basilica Vaticana.
Alle ore 12:00, dalla finestra dello studio privato, riprenderà la recita della preghiera del Regina Caeli con i fedeli in piazza San Pietro. Le forze dell’ordine garantiranno l’accesso in sicurezza alla Piazza e avranno cura che i fedeli presenti possano rispettare la necessaria distanza interpersonale.

La follia da coronavirus

Del virus Sars-CoV-2 si è sempre saputo poco e ancora oggi nessuno studio ha evidenziato una maggiore conoscenza della malattia che provoca, il Covid-19. Però, un fatto è inequivocabile e cioè che questo virus provoca la morte. Il decesso “con” o “per” Sars-CoV-2 è ormai un mistero a causa della mancanza delle autopsie per colpa del Governo, ma senza timore di essere smentiti possiamo affermare che il Sars-CoV-2 causa decessi e soprattutto possiamo affermare che non colpisce solo gli anziani (anche se maggiormente), ma bensì anche le fasce di età più basse. E ora c’è un un’incremento tra i giovani.
Il buonsenso degli Italiani non esiste. I fatti di questi giorni, la movida, gli aperitivi, gli spritz, le risse, le partenze “deficienti” (nel senso che non si ha contezza di ciò che si fa quando si parte senza attendere l’esito di un tampone), sono l’ennesima conferma che siamo un popolo che merita l’estinzione. La meritano i cittadini indisciplinati, la meritano i ragazzi che vivono “come se non ci fosse un domani”, la meritano i loro genitori che non sanno cosa significa essere “educatore”, la meritano i parlamentari che predicano il rispetto delle regole ma poi in parlamento si assembrano in barba a ogni decreto, la meritano l’estinzione anche gli organi di stampa che intorno a Silvia “Aisha” Romano hanno inviato fotografi e giornalisti senza rispettare alcuna regola di ingaggio da Covid-19. Quindi, sarebbe proprio il caso di dire, ma di cosa vogliamo parlare? Ci penserà il virus visto che nessuno ci pensa. Il virus non va in vacanza ma viene in vacanza con noi. Il virus non è stato debellato, uccide di meno di prima e ucciderà ancora. Secondo noi si salverà solo chi sarà capace di cambiare mentalità e avrà compreso che per sopravvivere bisogna reinventarsi le dinamiche sociali, gli approcci, gli spostamenti, le condivisioni, gli scambi. Tutto va rivisto e riportato ad un nuovo modo di pensarci come comunità. Altrimenti meritiamo tutti l’estinzione, nessuno escluso.

De Magistris in video su Facebook.

De Magistris contro De Luca: “A nostro modo di vedere non sono queste le misure per eludere il contagio una volta chiusi i locali le persone non se ne vanno via”.

++ COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO REGIONE CAMPANIA-COMUNE DI NAPOLI ++
INCONTRO DE LUCA-DE MAGISTRIS INIZIATIVE CONGIUNTE PER LA FASE 2
Si è svolto oggi a Palazzo Santa Lucia un incontro tra il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris e il Presidente della Regione Vincenzo De Luca. Al centro dell’incontro uno scambio di opinioni sulla Fase 2 dell’emergenza Covid e si è convenuto di mettere in campo insieme una serie di iniziative per consolidare l’immagine positiva di Napoli e della Campania che escono dall’epidemia in maniera molto forte e positiva. Si valuteranno nei prossimi giorni singole ipotesi di progetti culturali e promozionali. Presupposto di tutto è che la Campania rimanga assolutamente sicura, perché senza questo, tutto sarebbe improponibile (Vincenzo De Luca – Facebook, 22 maggio 2020).

Roma, l’assembramento dei musulmani in preghiera per la fine del Ramadan
Un raduno di preghiera trasformatosi in vero e proprio assembramento: così decine di musulmani hanno deciso di festeggiare la fine del Ramadan, a Roma.
Leggo, 24 maggio 2020
Siamo a piazza Conca d’Oro, nel cuore del III Municipio, in zona Montesacro. Decine di persone di fede islamica si sono riuniti in preghiera, occupando lo spazio antistante la stazione della Metro B1: un assembramento pericoloso, senza alcun rispetto delle distanze per l’emergenza coronavirus. La maggior parte dei presenti indossava mascherine, ma non tutti. Si trattava comunque di un raduno autorizzato e, al termine del raccoglimento in preghiera, i presenti sono andati via in sicurezza e senza lasciare rifiuti in giro.
Va ricordato che la grande Moschea di Roma è ancora chiusa e lo sarà almeno fino alla fine di questo mese: come per tutti i luoghi di culto, anche il Centro Islamico Culturale capitolino ha firmato il protocollo di sicurezza col Governo, ma serve ancora tempo per adeguarsi. «La preghiera è un dovere, ma da responsabili dobbiamo garantire prima di tutto la sicurezza dei fedeli e dei cittadini e dopo attente considerazioni ci siamo accorti che non è ancora possibile», aveva spiegato alcuni giorni fa il segretario generale, Abdellah Redouane, all’AdnKronos.

89.31.72.207