Non si potrà più dire? Disobbedisco!

Se continuo a pregare il Pater noster come da quando ero fanciullo, come me l’hanno insegnato miei genitori, miei nonni, le suore della scuola d’infanzia, i maestri delle elementari, il parroco nel catechismo (che non si chiamava ancora catechesi, ma i basilari della Fede ci furono trasmessi), il sacerdote cugino di mio nonno che mi ha insegnato le preghiere in latino per poter servire la Sana Messa,…?
Disobbedisco!
Allora, cosa mi faranno?
Verrò trascinato davanti alla Santa Inquisizione?
Verrò scomunicato?
Verrò bruciato sul rogo?
Allora così sia.
Il Padre che è nei Cieli conosce tutte le cose, anche la mia mente, il mio cuore, la mia anima.
È a Colui che è che mi rivolgo.
E continuo a pregare il Signore così, anche dopo Pasqua:

Traslitterazione del testo originale greco
9-b Pàter hemòn ho en tòis uranòis:
9-c Haghiasthéto tò onomà su;
10-a elthàto he basilèia su;
10-b ghenethéto tò thelemà su,
10-c hos en uranò kài epì ghés.
11 Tòn àrton hemòn tòn epiùsion dòs hemìn sémeron;
12-a kài àfes hemìn tà ofeilémata hemòn,
12-b hos kài hemèis afékamen tòis ofeilètais hemòn;
13-a kài mé eisenènkes hemàs eis peirasmòn,
13-b allà rüsai hemàs apò tu ponerù.

Traduzione latina (Vulgata di san Girolamo)
9-b Pater noster, qui es in caelis,
9-c sanctificetur nomen tuum.
10-a Adveniat regnum tuum.
10-b Fiat voluntas tua,
10-c sicut in caelo, et in terra.
11 Panem nostrum supersubstantialem da nobis hodie.
12-a Et dimitte nobis debita nostra,
12-b sicut et nos dimittimus debitoribus nostris.
13-a Et ne nos inducas in tentationem;
13-b Sed libera nos a malo.

Traduzione italiana
9-b Padre nostro che sei nei cieli
9-c sia santificato il tuo nome;
10-a venga il tuo regno;
10-b sia fatta la tua volontà,
10-c come in cielo così in terra.
11 Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
12-a e rimetti a noi i nostri debiti
12-b come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
13-a e non ci indurre in tentazione,
13-b ma liberaci dal male.

Traduzione neerlandese
9-b Onze Vader, die in de hemelen zijt,
9-c geheiligd zij uw naam,
10-a uw rijk kome,
10-b uw wil geschiede
10-c op aarde als in de hemel.
11 Geef ons heden ons dagelijks brood
12-a en vergeef ons onze schulden,
12-b gelijk ook wij vergeven aan onze schuldenaren,
13-a en leid ons niet in bekoring,
13-b maar verlos ons van het kwade.

E così in inglese, francese, tedesco, spagnolo e portoghese,…

La Fede in questo spazio-tempo che traversiamo come pellegrini, si trova in uno stato comatoso e la nostra gerarchia pensa a proibire come prego?
Commemoreranno a Roma l’arci-eresiarca Martin Lutero, manca solo la sua canonizzazione?
Coloro che la Chiesa ha dichiarato eretici 500 anni fa, oggi vengono riabilitati, addirittura commemorati?

Quindi, non penso che la mia disobbedienza farà qualche differenza.

Infine, non ho nessuna intenzione di ritornare alla disputa del 2018, la cosa ormai è ciclica ed è inutile riprendere a ragionare da capo ad ogni cambio di stagione (e chi mi conosce saprà cosa intendo). E certi ragionamenti sono insopportabili.

Il 15 novembre 2018 ho pubblicato questa Nota, questo è, altro non è, e così rimane. Basta e avanza: “Commento meditato sul Pater Noster…

“Volo sopra i fili spinati” e non mi faccio intimidire.

89.31.72.207