Papa Francesco incontra a sorpresa i giovani in cammino vocazionale in Vaticano

Un incontro non ufficiale e inatteso quasi a voler dimostrare che il Papa sta bene quello di sabato sera nei giardini Vaticani tra Francesco e i ragazzi in cammino vocazionale della Diocesi di Roma “Prima di tutto chiedo scusa per il ritardo, ma la verità è che non mi sono accorto del tempo. Ero in una conversazione tanto interessante che non me ne sono accorto. Scusatemi! Questo non si fa, la puntualità si deve mantenere.” Esordisce il Papa. L’incontro si fa alla Grotta di Lourdes ai piedi di Maria. E di Maria parla il Papa: “Quando un cristiano mi dice, non che non ama la Madonna, ma che non gli viene di cercare la Madonna o di pregare la Madonna, io mi sento triste.” E racconta di due catechisti begli che parlavano di “tappa superata”. “Mah… poveri orfani!”. E’ così, no? Perché un cristiano senza la Madonna è orfano. E spiega il Papa: “Un cristiano ha bisogno di queste due donne, due donne madri, due donne vergini: la Chiesa e la Madonna. E per fare il “test” di una vocazione cristiana giusta, bisogna domandarsi: “Come va il mio rapporto con queste due Madri che ho?”, con la madre Chiesa e con la madre Maria. Questo non è un pensiero di “pietà”, no è teologia pura. Questa è teologia. Come va il mio rapporto con la Chiesa, con la mia madre Chiesa, con la santa madre Chiesa gerarchica? E come va il mio rapporto con la Madonna, che è la mia Mamma, mia Madre? “ Poi spiega che ognuno deve trovare il proprio posto e in modo definitivo: “Questo per noi è importante, perché stiamo vivendo una cultura del provvisorio.”

E aggiunge: “E per scegliere una vocazione, una vocazione qualsiasi, anche quelle vocazioni “di stato”, il matrimonio, la vita consacrata, il sacerdozio, si deve scegliere con una prospettiva del definitivo. E a questo si oppone la cultura del provvisorio. E’ una parte della cultura che a noi tocca vivere in questo tempo, ma dobbiamo viverla, e vincerla.”

Poi una frase che farà molto discutere: “Anche su questo aspetto del definitivo, credo che uno che ha più sicura la sua strada definitiva è il Papa! Perché il Papa… dove finirà il Papa? Lì, in quella tomba, no?” E alla fine la preghiera del Salve Regina.

89.31.72.207