Tag Archives: speranza

P. Renato Zilio: a Casablanca per costruire una città accogliente

“Il senso ultimo del nostro ‘viaggio’ in questo mondo è la ricerca della vera patria, il Regno di Dio inaugurato da Gesù Cristo, che troverà la sua piena realizzazione quando Lui tornerà nella gloria. Il suo Regno non è ancora compiuto, ma è già presente in coloro che hanno accolto la salvezza”: così inizia il messaggio di papa Francesco, ‘Costruire il futuro con i migranti e i rifugiati’, in occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, che si è celebrata domenica 25 settembre.

A Bose Isacco di Ninive apre alla spiritualità ortodossa

“Sono stati giorni intensi, per varie ragioni. Perché si trattava di un incontro da lungo tempo atteso e restato incerto fin quasi all’ultimo. Per la complessità e l’incertezza, sotto vari aspetti, del contesto in cui abbiamo vissuto questi giorni. La gioia di ritrovarci dopo tre anni di sospensione, e la ricchezza e varietà delle presenze ha reso questo incontro un momento davvero particolare. Credo di poter dire, avendo ascoltato diversi di voi, che anche la scelta della riduzione del numero dei partecipanti ha creato un’atmosfera di familiarità, benché alcune assenze dovute alla guerra in Ucraina ci hanno rattristato”.

Fratel Biagio: giovani del Friday For Future che difendete l’ambiente siete la nostra speranza

“Amati e preziosi giovani del ‘Friday For Future’ siete il futuro e la speranza, chi dovrà migliorare questo mondo siete voi. Ma è doveroso che noi adulti vi diamo una mano, un aiuto, anche se siamo responsabili di avervi consegnato un mondo corrotto, pieno di materialismo e di consumismo e di tecnologia usata male che purtroppo non rispetta il buon Dio e tutto l’ambiente che ci sta attorno. E così tristemente si continua ancora oggi a maltrattarlo e ad inquinarlo”.

A parlare è il missionario laico, fratel Biagio, il fondatore della Missione di Speranza e Carità di Palermo che accoglie in gratuità e provvidenza circa 600 persone in difficoltà e che ha avuto diagnosticato un tumore al colon.

Si trova nell’astanteria della missione dove è monitorato da medici e accudito da fratelli. Fratel Biagio assicura la sua preghiera per tutti, ma ci tiene a regalare, un prezioso messaggio ai giovani del Friday For Future in questa preziosa giornata del 23 settembre: Sciopero Globale per il Clima.

“Non è giusto, abbiamo stravolto anche le quattro stagioni (primavera, estate, autunno, inverno) e adesso si passa dal caldo al freddo in un solo giorno, ma ancora più grave è il continuo surriscaldamento di tutta la terra, con il forte rischio dello scioglimento di tutti i ghiacciai.

Fratel Biagio e tutta la Missione di Speranza e Carità hanno tanto a cuore di ringraziare la giovanissima Greta Thunberg per il suo grande amore per l’ambiente, che difende con tutte le sue forze fino a rivolgersi a tutte le autorità e a tutti i potenti della terra, affinché promuovano e attuino giuste leggi per la difesa e la tutela dell’ambiente. Carissima amica e sorella Greta Thunberg sei un dono del buon Dio e per tutti noi (grazie, grazie, grazie).

Ci tengo anche a ringraziare tutti i giovani che del ‘Friday For Future’ sostengono Greta Thunberg, schierandosi a difesa dell’ambiente. Preziosi giovani di tutto il mondo continuate a scuotere i cuori duri dei potenti e di tutti quelli che hanno la responsabilità di proteggere e tutelare l’ambiente e anche di tutti i cittadini del mondo; attenzione, abbiamo il dovere di mantenere pulito l’ambiente (la terra, il mare, i fiumi).

Adesso basta gettare i rifiuti a destra e a sinistra, soprattutto la plastica, il vetro e le lattine; non è giusto che, quando finite di bere una bibita, la bottiglia la lanciate buttandola dal finestrino della macchina. E’ giusto che anche noi cittadini dobbiamo collaborare e mantenere pulito l’ambiente sia dove abitiamo nella città o nei paesi. Giovani siete la nostra speranza, continuate a difendere l’ambiente affinché tutti insieme possiamo costruire un mondo migliore“.

Da Matera il papa invita al gusto del pane

A Matera, città del pane, papa Francesco ha concluso il XXVII congresso eucaristico nazionale pregando per una Chiesa eucaristica, che sappia guardare al primato di Dio ed all’amore dei fratelli, perché con il pane c’è festa, come recita l’Inno del congresso:

Un invito a non disertare il voto

In vista delle elezioni politiche di domenica 25 settembre, il vescovo della diocesi di Bolzano-Bressanone, mons. Ivo Muser, ha rivolto, nei giorni scorsi, un invito a recarsi alle urne: “Tocca a noi, cittadine e cittadini aventi diritto al voto, contribuire attivamente con la nostra scelta al percorso politico del Paese. Una democrazia viva ha bisogno di partecipazione… Un’autentica democrazia è partecipativa, ha bisogno di ognuno di noi”.

I vescovi invitano ad osare la speranza

A conclusione del Consiglio permanente della Cei a Matera, a poche ore dall’apertura del Congresso Eucaristico Nazionale di Matera che domenica sarà concluso da papa Francesco, i vescovi hanno rivolto un appello agli italiani con l’invito all’impegno nella città e ‘sconfiggere gli inverni’.

Aree interne: i vescovi riaccendono la speranza

“Come vescovi provenienti da tutto il Paese, riuniti a Benevento per riflettere sui criteri di discernimento con l’obiettivo di elaborare una pastorale per le Aree interne, ringraziamo anzitutto il Signore per l’esperienza di comunione vissuta: questi giorni ci hanno aiutato a conoscerci meglio e a stabilire relazioni più fraterne tra noi, a fare esperienza di sinodalità, a ‘crescere nel servizio alla comunione’, ‘tutti insieme, in unità e senza campanilismi’, come ci ha chiesto, nella sua lettera, Papa Francesco”: un anno dopo, i vescovi delle ‘Aree interne’, oltre 30 arrivati da 12 regioni (da Sicilia e Sardegna a Calabria e Basilicata, da Lazio e Toscana a Emilia Romagna e Piemonte), si sono ritrovati a Benevento, a fine agosto per cercare rimedi alla crisi sociale e religiosa dei territori.

Mons. Beschi: cercare la pace non è starsene tranquilli

‘Amore e verità s’incontreranno, giustizia e pace si baceranno’: da questa frase del salmo 85 si è dipanata l’omelia del vescovo di Bergamo, mons. Francesco Beschi, in occasione della festa del patrono sant’Alessandro, perchè la pace è ‘una tentazione pericolosa ritenere la pace una condizione naturale e scontata. La pace è una scelta fondamentale e permanente, una virtù, un abito dell’anima’.

89.31.72.207