Grave e vigliacco atto vandalico e gesto sacrilego contro l’originale Presepe artistico ad Ascoli Satriano, sui Monti Dauni. La rabbia del Sindaco

Nella notte tra Natale e Santo Stefano dei vandali hanno preso di mira il presepe allestito nella piazza centrale intitolata a San Giovanni Paolo II ad Ascoli Satriano, Città dei Grifoni, di cultura e tradizione millenaria. Il ridente centro archeologico di Faragola della Daunia, anche quest’anno è epicentro delle iniziative legate al Santo Natale.

La notizia, che è stato sfondato la lastra di plexiglass posta a protezione e sono state portate via anche alcune statuine al Presepe realizzato con gli scarti di alberi secchi, è stata data questa mattina dal Sindaco di Ascoli Satriano, l’Avv. Vincenzo Sarcone, che con fermezza ha dichiarato: «Come sindaco, come cittadino e come credente condanno fortemente un simile gesto, per il danno arrecato alla comunità sia a livello di immagine sia per il significato sacrilego che assume. Il verificarsi di questi episodi nella nostra città mi lascia davvero basito. L’atto di vandalismo nei confronti del nostro presepe è l’esempio più esecrabile di un comportamento abominevole, che suscita sgomento e ripugnanza. Provvederemo immediatamente alla riparazione», ha detto il Primo Cittadino di Ascoli Satriano, commentando l’accaduto.

Si tratta di un presepe artistico originale, realizzato con gli scarti di alcuni alberi secchi. Lo ha realizzato Lucia Ciarambino, in collaborazione con la locale sezione di Fare Ambiente: «L’idea è nata guardando questi alberi secchi che dovevano essere rimossi e utilizzati come legna da ardere. Mi è venuta questa idea perché per me nulla ha una vita sola. Sono per il riciclo a 360°. Questi sono alberi che provengono dal bosco San Nicola. Questo presepe rappresenta l’equilibrio tra natura, fauna e uomini, come dovrebbe essere il mondo e non lo è. È rappresentata la famiglia, con tutti gli animali che compongono il nucleo familiare. Solo il pavone è solo. Come dire, chi si pavoneggia resta solo».

Sono in corso le operazioni per stabilire la responsabilità dell’atto vandalico e sacrilego. Bene, ma fino a quando si continuerà a definire questi atti vandalici delle “bravate” di “balordi”, si continuerà ad assistere a questo schifo. Delinquenti che commettono reati e vandali che dimostrano inciviltà vanno arrestati, processati e condannati. Punto.

L’Avv. Vincenzo Sarcone, Sindaco di Ascoli Satriano.

Poi, significativo la conclusione dell’Avv. Vincenzo Sarcone, il 4 ottobre scorso confermato Sindaco di Ascoli Satriano con il 75% dei consensi (Lista Civica Ascoli in Comune): «Mi auguro vengano individuati e puniti i responsabili, o il responsabile, di questo grave e vigliacco episodio e vengano condannati in modo esemplare. Intanto, gli autori dell’incendio all’isola ecologica e degli atti di vandalismo ai parchi giochi, benché ben individuati con le telecamere, restano ancora impuniti”…


IMMEDIATO TV – PRESEPE ARTISTICO AD ASCOLI SATRIANO. REALIZZATO CON SCARTI DI ALBERI SECCHI.

89.31.72.207