Numeri ufficiali Covid-19 dell’8 novembre 2021. Firenze, 14 novembre: “Venere vincerà”. Corteo presieduto dal Vicequestore sospeso Nunzia Alessandra Schilirò. Basta terrorismo di Stato!

Il Professore di Malattie infettive all’università Statale di Milano, Massimo Galli ha dichiarato all’Adnkronos Salute, in tutta serietà (non siamo a Lercio), ma lo perdoniamo perché non ragiona come politico: “Restrizioni per non vaccinati difficili da applicare in Italia. Ma se la situazione dovesse peggiorare, come sta avvenendo in Austria, la decisione potrebbe anche essere ragionevolmente assunta”. Lo stato di follia si accelera. Due più due fa quattro, ma ragionevolmente potrebbe anche assunta un valore di cinque. Non è più la realtà che conta, ma quella che si sente. Pare che l’ideologia gender ha fatto scuola anche tra gli infettivologi.

Comunque, c’è ancora speranza (con minuscolo, quello con l’iniziale maiuscolo non si sbullona dalla sua poltrona). Perché Galli ha poi definito “assurda” l’idea di “non curare le persone non vaccinate contro Covid-19, o di far pagare loro l’assistenza”. “Su questa linea non si curerebbero nemmeno i fumatori cardiopatici o con tumore, neppure gli obesi o i tossicodipendenti. Per favore: io sono un medico e quello che devo fare, nella vita, è curare le persone. Senza se né ma”, ha dichiarato, in riferimento alle “misure estreme” come quelle ipotizzate la scorsa settimana dal premier di un Land tedesco, la Turingia, dove è in corso una “pandemia di non vaccinati” [bufala, fake news] e dove le terapie intensive sono al collasso [quindi, la bufala diventa commestibile]. “Credo che un sistema sanitario, in un Paese civile e democratico, dovrebbe essere il più possibile universalistico e il più possibile in grado di curare chi ha bisogno di essere curato”, ha osservato, per poi sottolineare: “È un po’ come se in guerra io non volessi curare il nemico perché sta dall’altra parte. Questa è una delle cose più orribili che possano essere concepite. A questa idea non ci sto” (Fonte: SkyTg24).
E con questo, chapeau a Galli!

Ringraziando i nostri lettori e sostenitori, ricordiamo che è possibile inviare comunicazione presso l’indirizzo di posta elettronica del “Blog dell’Editore”: QUI.

I dati Covid-19 ufficiali del Ministero della salute di oggi lunedì 8 novembre 2021

Ricoverati con sintomi: 3.362 (+147) [Occupazione al 6%]
In terapia intensiva: 415 (+17) [con 35 nuovi ingressi del giorno] [*] [Occupazione al 5%]
Deceduti: 132.423 (+38)
Persone che hanno completato la vaccinazione (prima e seconda dose; oppure monodose): 45.171.042 (83,63% degli over 12) [Aggiornato all’8 novembre 2021 ore 19:14] [**]

[*] Dato molto importante, perché permette di verificare al di là del saldo quante persone sono effettivamente entrate in terapia intensiva nelle ultime 24 ore oggetto della comunicazione.
[**] La vaccinazione in tempo reale [cioè, in differita…]: QUI.

Il sistema “Tutor” per verificare il “trend” dell’epidemia

Media giornaliera dei decessi: 211 (-).

Tabella con i decessi al giorno, il totale dei decessi e la media giornaliera dei decessi [A cura dello Staff del “Blog dell’Editore”]: QUI.

Continuano le proteste di piazza contro il Green Pass. L’obiettivo di limitare nuovi possibili assembramenti e cluster ha condotto le istituzioni a duri e inediti provvedimenti. La necessità di garantire il rispetto delle libertà di manifestazione sembrerebbe inconciliabile con le misure necessarie a mantenere il distanziamento sociale e l’ordine pubblico. Ma è veramente possibile abdicare al diritto di protestare in favore di una visione meramente securitaria?
Per Nunzia Alessandra Schilirò, il Vicequestore sospeso per essersi esposto contro il Green Pass, una soluzione di equilibrio e di conciliazione esiste. Contro la rabbia, contro l’odio, una manifestazione di sole donne nato dal gruppo tutto al femminile “Venere vincerà”. Il corteo si terrà il 14 novembre 2021 alle ore 14.00 a Firenze nella realtà attuale della pandemia sia nel più generale quadro: obiettivo è sottolineare l’importanza di una pacifica resistenza e soprattutto evidenziare il ruolo del femminile come ponte, collegamento tra posizioni apparentemente inconciliabili. Venere diviene simbolo di una forma di nuovo equilibrio in grado di bilanciare, mediare e riportare il dibattito ad un confronto civile senza violenza.

Nunzia Alessandra Schilirò: «Dobbiamo unirci per svegliare la logica»

Radio Radio TV – 7 novembre 2021

Domenica 14 novembre si terrà a Firenze la manifestazione “Venere vincerà”, un corteo che vede come protagoniste le donne con un obiettivo in comune: unirsi e lanciare un messaggio di unione per sanare tutte quelle divisioni e incomprensioni venutesi a creare all’interno della società odierna.

Tutte le donne sono invitate a partecipare a questa manifestazione presieduta da Nunzia Alessandra Schilirò, il Vicequestore sospeso dopo aver preso una posizione contro il Governo sulla questione del Green Pass, e che ha come obiettivo quello di contrastare in modo pacifico odio, violenza e divisioni sociali che minano il benessere del paese. “Dobbiamo liberare le donne e quindi tutto il paese da questo regime di sudditanza in cui stiamo vivendo”. Così afferma Schilirò in riferimento alle restrizioni che viviamo.

Ecco il suo intervento in diretta durante “Un giorno speciale” assieme a Fabio Duranti e Francesco Vergovich.

Radio Radio TV – 7 novembre 2021

Dallo scorso 12 ottobre, la Dottoressa Nunzia Alessandra Schilirò non ha più potuto svolgere il proprio lavoro. La poliziotta e Vicequestore di Roma, che in tanti anni di servizio ha ricevuto encomi, elogi e premi dovuti alla propria professionalità, è stata sospesa per aver partecipato ad una manifestazione contro il Green Pass nella Capitale. Sul palco di Piazza San Giovanni, lo scorso 25 settembre, la dottoressa ha difeso la Costituzione, spiegando il proprio punto di vista: la tessera verde sarebbe contro la Legge fondamentale dello Stato italiano.

Il sacrificio di Schilirò, che ora si trova sospesa dal lavoro e senza stipendio in attesa che venga presa una decisione definitiva sul suo futuro, è stato elogiato da Diego Fusaro.

Il filosofo, in diretta a “Un Giorno Speciale”, ha espresso vicinanza alla poliziotta, dichiarandosi orgoglioso per la presenza di uomini e donne valorosi come la dottoressa in questione.

Nandra Nunzia Alessandra Schilirò
Facebook, 7 novembre 2021


Fate girare questo video e recapitatelo anche a chi, non avendo una vita propria, deve cibarsi della luce altrui! Ah, ho dimenticato, avvisate i parassiti che sono finita su quel palco del 25 settembre grazie al mio nuovo editore, Byoblu, che ha ripubblicato il mio ultimo romanzo “La ragazza con la rotella in più”, la cui prima versione, pubblicata con uno pseudonimo (tanto voglio apparire!) è stata censurata, tanto faceva paura! Pensate, un romanzo di una sconosciuta, che pubblica con uno pseudonimo, si piazza al primo posto della classifica bestseller fantasy IBS. Perché ve lo ricordo? Perché la gente sta imparando a riconoscere il merito e la verità, nonostante le vostre menzogne! Il mio libro non si trova esposto nelle librerie, bisogna ordinarlo, eppure è sempre tra i libri più venduti in Italia. Perché? Perché potete ingannare le pecore, i lupi e le leonesse no! Cari parassiti, i vostri meriti, invece, quali sarebbero? Spendere i soldi di papà? Quali premi e riconoscimenti avete ottenuto voi? Che cosa avete mai fatto per gli altri? E soprattutto sapete qual è il presupposto indispensabile per fare qualcosa per gli altri? Vergognatevi. Persino le fogne sono troppo pulite per ospitarvi. La storia vi seppellirà insieme al vostro nulla.
N.B.: preciso che, essendo nera, ho generalizzato: non tutto in TV è propaganda.

Su Report stasera alle 21.15 su RaiTre un documento esclusivo: applicare il piano? Toccava al Ministero!

Report ha ottenuto un documento esclusivo, sinora rimasto nascosto in un cassetto del Ministero della Salute. A inizio 2021, l’allora capo di Gabinetto del ministro Speranza, Goffredo Zaccardi, chiede un parere legale al magistrato Nicola Ruggiero. La risposta è preoccupante per gli uffici di Lungotevere a Ripa: il piano pandemico pur essendo pensato per le influenze si poteva usare contro il Covid, l’adozione delle misure in esso previste era in capo ai dirigenti della salute. Come dire: forse adesso siete nei guai!

89.31.72.207