La Lev a Francoforte con nuove proposte letterarie

Fino a domenica 14 ottobre si è svolta a Francoforte le 70^ edizione della Fiera del Libro, che nel 2023 avrà l’Italia come ospite d’onore; quindi molte case editrici italiane hanno partecipato alla kermesse libraria, che ha accolto un numeroso pubblico di lettori.

Ed anche la Libreria Editrice Vaticana ha partecipato all’evento con il proprio responsabile editoriale, fra Giulio Cesareo, con l’obiettivo di portare al mondo e alla Chiesa la parola del Papa e allo stesso tempo fare arrivare a Roma ciò che di meglio viene prodotto nel mondo, confermando a Vatican News un bilancio positivo per l’editoria vaticana:

“L’appuntamento ha confermato l’interesse degli editori cattolici internazionali non solo nei confronti del Magistero di Papa Francesco, ma anche per le raccolte tematiche dei suoi interventi nonché per le nuove collane della Libreria Editrice Vaticana”.

Durante gli incontri sono state promosse le nuove Collane con lo scopo di far riflettere sul magistero di papa Francesco: ‘Fede in Dialogo’, ‘Ispirazioni’, ‘eis to bathos’, ‘Orizzonti’, ‘Il Nostro Tempo’, ‘Luce della Parola’, ‘Testimoni’, ‘Volti’, ‘Vita nello Spirito’. I titoli proposti durante gli incontri con gli editori sono stati: ‘Rivestirsi di Cristo: la vita come sequela’ di Antonio Pitta; ‘Il Gps della disugualità. Il mondo sotto lo sguardo di Papa Francesco’ di Gino De Vecchis; ‘Giuliana di Norwich. La Mistica della gioia’ di Giuliana Vittoria Fantuz;

‘Dal buio alla luce con la forza della preghiera. La mia storia’ di Vittore De Carli; ‘Semplicemente cristiani. La vita e il messaggio dei beati martiri di Tibhirine’ di Thoms Georgeon e Fançois Vayne, in uscita a novembre; ‘La direzione spirituale. Per accogliere Cristo nella propria vita’ e ‘La vita non è tolta ma trasformata. Il senso cristiano della preghiera per i defunti’, entrambi a firma del card. Jorge Estévez Medina; due volumi di prossima uscita ‘Dio si mescola alla natura umana. Omelie sul Natale’ di Gregorio Di Nissa e ‘Il popolo secondo Francesco. Una rilettura del suo magistero in chiave ecclesiologica’ di Walter Insero.

Inoltre il magistero del papa è stato promosso attraverso due volumi contenenti le sue parole su tematiche di forte attualità: ‘Sono io, non abbiate paura. Parole di Papa Francesco su Rifugiati e Migranti’ e ‘Questo povero grida e il Signore lo ascolta. Messaggio per la II giornata Mondiale dei poveri’. Infine è stato annunciato che il Dicastero per la Comunicazione sta organizzando un incontro per gli editori cattolici italiani ed uno per quelli internazionali, che si terranno entrambi a Roma nel 2019, il primo a gennaio, il secondo presumibilmente nella seconda metà di giugno.

Mentre in questo mese la LEV ha editato due libri sul discernimento e sull’ascolto, con l’introduzione di papa Francesco: “Non è uno slogan pubblicitario, e neppure una moda di questo pontificato, ma un atteggiamento interiore che si radica in un atto di fede. Il discernimento è allo stesso tempo il metodo e l’obiettivo che il Sinodo si propone di perseguire, e che si fonda sulla convinzione che Dio è all’opera nella storia del mondo, negli eventi della vita, nelle persone che ci parlano”.

E proprio in occasione della XV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, dal tema I giovani, la fede e il discernimento vocazionale, la Libreria Editrice Vaticana ha iniziato la pubblicazione della collana ‘Ispirazioni’, che vuole essere un luogo di incontro ecclesiale per aiutare nel discernimento a vivere e a testimoniare l’amore che fa di noi tutti una cosa sola.

‘Il discernimento nel cambiamento d’epoca’ è stato scritto dal vescovo di Teramo-Atri, mons. Lorenzo Leuzzi, che è una raccolta di riflessioni sul discernimento nel cambiamento d’epoca capace di offrire alcune linee di ricerca e di impegno, sia culturale che educativo, al fine di attualizzare l’insegnamento di papa Francesco e aprire nuove prospettive per la pastorale giovanile.

Il secondo libro della collana si intitola ‘Diaconia alla coscienza. Accompagnare spiritualmente i figli della Chiesa’, scritto dal francescano p. Massimo Travascio: “Nel concetto di coscienza è compreso un obbligo, cioè quello di avere cura di essa, di formala e di educarla”.

Il volume ripropone il legame originario tra formazione della coscienza e direzione spirituale. Mette inoltre in luce le prospettive teologico-morali e pastorali, necessarie alla formazione della coscienza, e il ruolo del ministero del direttore spirituale ai fini di tale compito.

Esso è suddiviso in capitoli: il tema della formazione della coscienza e della direzione spirituale con particolare riferimento al contesto teologico e alla luce del contributo offerto in materia dal Concilio Vaticano II (primo capitolo); la maieutica della coscienza nella relazione spirituale con riferimento al magistero e agli insegnamenti dei papi Francesco, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI; il servizio del direttore spirituale oggi e nel passato attraverso l’esame della figura di Sant’Alfonso Maria de Liguori con riferimento alla dottrina contenuta nella sua ‘Theologia moralis’.

89.31.72.207