La lettera di sei vescovi dalla Terra dei Fuochi: il tempo delle chiacchiere è finito

“La terra dei fuochi è una bufala” (Il Tempo).

“Chi nega la terra dei fuochi ha interessi altri da tutelare. (…) Chi nega la Terra dei Fuochi, lo fa perché è ben cosciente della devastazione ambientale che il fenomeno provoca da decenni. Chi nega la Terra dei Fuochi è in malafede. (…) Ma non lo invento io, oggi. Lo sanno tutti. Basta fare un giro di macabra contabilità nei reparti oncologici della zona e controllare la provenienza dei malati. Caserta e Napoli. Migliaia di casi. Bambini e donne, soprattutto. Chi nega, farà presto i conti con la propria coscienza. Nel caso la trovasse” (Intervista di Simone Siena a Salvatore Minieri, giornalista ma anche attivista che si occupa da molto di questioni ambientali per Identitainsorgenti.it, 2 agosto 2018).

La lettera di sei vescovi dalla Terra dei Fuochi: il tempo delle chiacchiere è finito. Invito all’incontro a Teano il 14 gennaio 2020. “Non possiamo tacere: siamo di fronte ad un vero dramma che già segna il presente e certamente segnerà il futuro delle nuove generazioni”. Con questa consapevolezza, i presuli di sei diocesi campane (Antonio Di Donna di Acerra, Angelo Spinillo di Aversa, Salvatore Visco di Capua, Giovanni D’Alise di Caserta, Francesco Marino di Nola e Giacomo Cirulli di Teano-Calvi) invitano i loro presbiteri e diaconi ad una giornata di riflessione sul dramma dell’inquinamento ambientale nella Terra dei Fuochi, che “produce malattie e morti”. L’appuntamento è per il 14 gennaio 2020 alle ore 09.30 presso l’Auditorium Mons. Tommasiello in viale Italia a Teano, provincia di Caserta.

Ai carissimi Presbiteri e Diaconidelle Diocesi di Acerra, Aversa, Capua, Caserta, Nola, Teano-Calvi

Carissimi,
noi Vescovi delle sei Diocesi della Campania (Acerra, Aversa, Capua, Caserta, Nola, Teano-Calvi) interessate al dramma dell’inquinamento ambientale, da tempo ci stiamo incontrando per confrontarci su questo tema e individuare insieme, tra noi e con voi, le vie per un impegno comune delle nostre Chiese. Recentemente, insieme con la Commissione della CEI per il Servizio della Carità e la Salute, stiamo preparando un evento nel V Anniversario della Laudato si’, che vivremo ad Acerra il prossimo 18 aprile.Vogliamo coinvolgere fin dall’inizio anche voi, carissimi Presbiteri e Diaconi delle nostre Chiese, non solo per preparare questo evento, ma per chiederci insieme quale sia stata la recezione di questa importante Enciclica, nelle nostre comunità.
Voi sapete come da anni le nostre terre soffrono, e la cura della “Casa Comune” è diventata un’urgenza dell’ora presente, e come l’inquinamento produca malattie e morti. I vescovi campani più volte sono intervenuti con messaggi e, l’anno scorso, noi vescovi, sollecitati dal fenomeno dei roghi tossici, invitammo tutte le comunità a vivere una giornata di digiuno e di preghiera; l’invito fu ben recepito e vivemmo un forte momento comunitario.
Ma, nell’insieme, sembra che la sensibilità e l’educazione alla custodia del creato non siano passate nel vissuto concreto della pastorale ordinaria, cioè negli itinerari di fede (catechesi) e, soprattutto, nella nostra predicazione. Più in generale, noi Vescovi siamo preoccupati dell’“affievolimento” della dimensione profetica del nostro ministero, non solo per quanto riguarda la questione ambientale, ma in genere, per tutto ciò che riguarda la dimensione sociale della fede.
Non ne parliamo, non educhiamo abbastanza alla pace, alla giustizia e alla salvaguardia del creato. Siamo consapevoli che, se tale dimensione non entra nel tessuto ordinario della pastorale, di fatto essa non passerà. Ci chiediamo: sarà per stanchezza? per rassegnazione? In fondo, così si pensa, che cosa possiamo fare noi di fronte ad un dramma di tali proporzioni?Eppure, non possiamo tacere: siamo di fronte ad un vero dramma che già segna il presente e certamente segnerà il futuro delle nuove generazioni.
Pertanto, proprio al fine di confrontarci, parlarne insieme, fare il necessario discernimento, noi vescovi invitiamo i Presbiteri e i Diaconi delle nostre sei diocesi ad un incontro, previsto per MARTEDÌ 14 GENNAIO 2020 ALLE ORE 9.30 PRESSO L’AUDITORIUM MONS. TOMMASIELLO IN VIALE ITALIA – TEANO (CE).

Programma:
9.30 Accoglienza
10.00 Ora Media
10.30 – Introduzione all’incontro
– Interventi
– Comunicazione sull’evento programmato nel V anniversario della Laudato sì (Acerra, 18 aprile 2020).
12.30 Conclusione

Confidiamo vivamente nella vostra partecipazione. Sarà un momento significativo del cammino comune delle nostre diocesi.
+ Antonio
+ Angelo
+ Salvatore
+ Giovanni
+ Francesco
+ Giacomo

89.31.72.207