Luis Rubiales si è dimesso da Presidente della Federcalcio spagnola e da Vicepresidente FIFA

Condividi su...

[Korazym.org/Blog dell’Editore, 11.09.2023 – Ivo Pincara] – Il 28 agosto scorso abbiamo scritto [QUI], che il 46enne Presidente della Real Federación Española de Fútbol (RFEF), l’ex calciatore Luis Rubiales, era ormai un emarginato del calcio spagnolo. Una settimana dopo che ha baciato sulla bocca l’attaccante spagnola, Jennifer Hermoso, durante la cerimonia di premiazione della finale del Coppa del Mondo femminile (foto di copertina) vinta dalla Spagna il 20 agosto a Sydney, la sua reputazione era a brandelli ed era fuori gioco nel suo lavoro.

Ha poi tentato di scusarsi: «Devo ammetterlo, perché in un momento di massima effusione, senza cattive intenzioni, senza malafede, quello che è successo è successo, molto spontaneamente. Lo vedevamo come una cosa naturale, normale e per niente in malafede. Mi dispiace per come il bacio è stato visto all’esterno: se qualcuno si è sentito danneggiato, sono pronto a scusarmi». Però, si era rifiutato di dimettersi per le sue attenzioni indesiderate con la Hermoso, dicendo che erano «consensuale». Hermoso ha dichiarato di non aver gradito il bacio e di averlo considerato un’aggressione sessuale.

Alla fine, dopo settimane di bufera, è arrivato in serata di ieri l’inevitabile sviluppo dello scandalo, scoppiato dopo il bacio non consensuale sulla bocca della calciatrice della nazionale femminile spagnola, Jennifer Hermoso. Il Presidente sospeso della Federazione di calcio spagnola, Luis Rubiales, ha comunicato le sue dimissioni all’attuale reggente della RFEF, Pedro Rocha. Poi, in una nota sui suoi profili social ha scritto: «Difenderò la mia onorabilità. Difenderò la mia innocenza». La nota prosegue: «Tutta questa campagna è così sproporzionata. Devo guardare avanti, guardare al futuro». Rubiales aggiunge: «Ora c’è qualcosa che mi preoccupa fermamente. Ho fiducia nella verità e farò quel che è in mio potere per farla prevalere. Le mie figlie, la mia famiglia e le persone che mi amano hanno sofferto gli effetti della persecuzione eccessiva, così come tante falsità, ma è anche vero che per strada, ogni giorno sempre di più, la verità prevale». «Da qui trasmetto a tutti i lavoratori, ai membri dell’assemblea, federazioni e popolo del calcio in generale, un grande abbraccio, augurandovi buona fortuna»,

Rubiales ha spiegato: «Dopo la rapida sospensione operata dalla Fifa, oltre al resto delle procedure aperte contro di me, è evidente che non potrò tornare al mio posto. Insistere nell’aspettare e aggrapparmi non porterà alcun contributo positivo né alla Federazione né al calcio spagnolo». Ha scritto inoltre, che ha rinunciato anche alla Vicepresidenza della FIFA. Aveva anticipato le dimissioni alcune ore prima, in una intervista a TalkTV: «Devo farlo perché non posso continuare il mio lavoro. Prendo questa decisione dopo essermi assicurato che la mia partenza contribuirà alla stabilità che ci permetterà di portare i Mondiali 2030 nel nostro Paese».

Il caso Rubiales avevo ricevuto una notevole attenzione a livello mondiale, come era naturale, poiché coinvolge una figura importante nello sport, non solo spagnolo ma anche internazionale, e ha sollevato questioni importanti riguardo al consenso e alla condotta appropriata nelle celebrazioni sportive.

Dopo il comunicato di scuse emesso dalla Federazione di calcio spagnola e la sospensione del Presidente per la sua “condotta inaccettabile”, il licenziamento dell’allenatore della Nazionale femminile, Jorge Vilda, che aveva preso le difese del presidente, e l’indagine giudiziario che era partito, la calciatrice aveva deciso di intraprendere un’azione legale, presentando una denuncia formale alla Procura Generale dello Stato riguardante il bacio non consensuale ricevuto da Luis Rubiales. Poi, il 5 settembre Hermoso è stata sentita dai magistrati della Procura Generale, che da alcuni giorni aveva avviato un’indagine preliminare sul caso, in attesa che la presunta vittima presentasse denuncia.

La Procura aveva aperto un fascicolo su Rubiales lo scorso 28 agosto, per violenza sessuale e coercizione, per cui rischia fino a quattro anni di reclusione. Da allora la pm Marta Durante aveva offerto alla giocatrice la possibilità di unirsi alla procedura per formalizzare la denuncia.

Prima di recarsi in procura, Hermoso aveva ribadito che quel bacio non era stato consensuale. Versione contestata da Rubiales, che nel frattempo era stato sospeso per 90 giorni dalla FIFA. Sia la Procura generale che la Procura di Madrid avevano ricevuto diverse denunce da privati e associazioni.

Fonti: Open [QUI], La7 [QUI], Rai News [QUI], ANSA [QUI], la Repubblica [QUI].

151.11.48.50