La storia commovente dell’ Armenia: il presidente in udienza dal Papa

Condividi su...

Benedetto XVI ha ricevuto oggi in Vaticano il presidente della Repubblica di Armenia, Serzh Sargsyan, con cui si e’ intrattenuto a colloquio privato nella Sala della Biblioteca, alla presenza di un interprete, per circa 15 minuti. Il presidente armeno e’ giunto a Palazzo apostolico con un seguito di dieci persone. Al momento dei saluti, dopo il colloquio, Sargsyan ha fatto dono al Pontefice di una statua raffigurante due donne protagoniste di un episodio (il nascondimento di un manoscritto) legato al genocidio armeno da parte dei turchi.

”Una storia molto commovente”, ha commentato Ratzinger in inglese ascoltando il racconto del presidente. IlPapa ha quindi ricambiato con la medaglia del Pontificato. Congedandosi, il capo di Stato armeno si e’ detto ”molto grato” dell’incontro. ”E’ stato un giorno memorabile”, ha commentato.”Nel corso dei cordiali colloqui- si legge nel testo ufficiale della nota della Sala Stampa della Santa Sede-dopo aver manifestato vivo compiacimento per i buoni rapporti esistenti tra la Santa Sede e la Repubblica di Armenia, le Parti hanno avuto uno scambio di opinioni sul ruolo della Chiesa Armena Apostolica e della Chiesa Cattolica nella società, nonché il contributo offerto da entrambe per il bene comune.

Si è sottolineata l’importanza del patrimonio cristiano del Paese e l’impegno di educare ai valori fondamentali le nuove generazioni”.

151.11.48.50