Papa Francesco: pace e pane per chi si ciba di Cristo

Condividi su...

“Leggo lì: Bentornato! Grazie, perché ieri mi sono recato a Sarajevo, in Bosnia ed Erzegovina, come pellegrino di pace e di speranza.” Papa Francesco dopo la preghiera dell’ Angelus domenicale ricorda Sarajevo una città-simbolo.

La giornata di sabato è stata un bagno nella storia per Papa Francesco che ai giornalisti che lo seguivano ha voluto ricordare, tornando dalla Bosnia Erzegovina, di voler “incominciare a fare le visite in Europa, partendo dai Paesi più piccoli, e i Balcani sono Paesi martoriati, hanno sofferto tanto!”

E anche oggi il Papa ha spiegato che “è in corso un bel processo di riconciliazione, e soprattutto per questo sono andato: per incoraggiare questo cammino di convivenza pacifica tra popolazioni diverse; un cammino faticoso, difficile, ma possibile!”

Nella catechesi prima della preghiera il Papa ha riflettuto sulla solennità del Corpus Domini.“Quando prendiamo e mangiamo quel Pane- ha detto il Papa- noi veniamo associati alla vita di Gesù, entriamo in comunione con Lui, ci impegniamo a realizzare la comunione tra di noi, a trasformare la nostra vita in dono, soprattutto ai più poveri.”

Una solennità che “ci spinge ad accoglierne l’intimo invito alla conversione e al servizio, all’amore e al perdono. Ci stimola a diventare, con la vita, imitatori di ciò che celebriamo nella liturgia. Il Cristo, che ci nutre sotto le specie consacrate del pane e del vino, è lo stesso che ci viene incontro negli avvenimenti quotidiani; è nel povero che tende la mano, è nel sofferente che implora aiuto, è nel fratello che domanda la nostra disponibilità e aspetta la nostra accoglienza. È nel bambino che non sa niente di Gesù, della salvezza, che non ha la fede. È in ogni essere umano, anche il più piccolo e indifeso.”

Il problema del pane quotidiano oggi “è un problema sempre più grave” davanti al quale “chi si nutre del Pane di Cristo non può restare indifferente” ha concluso il Papa.

Nel pomeriggio Papa Francesco ha ricevuto in visita privata la presidente dell’ Argentina Cristina Kirchner.

151.11.48.50