La mattina del Papa con i Cavalieri di Colombo e il presidente croato

Condividi su...

Mattina ricca di incontri per Papa Francesco che oltre a ricevere due nunzi ha salutato alcuni rappresentanti dei Cavalieri di Colombo guidati da Carl Anderson e il presidente della Croazia.

Ai Cavalieri il Papa ha detto il suo grazie “per l’incessante sostegno che la vostra Associazione da sempre presta all’azione della Santa Sede.” In particolare il  “Vicarius Christi Fund”, che oltre a testimoniare la fede dimostra “l’ attenzione alle necessità dei fratelli più bisognosi, siano sempre le colonne che reggono sempre la vostra attività personale e associativa. E continuate, in fedeltà alla visione del venerabile Padre Michael McGivney, vostro Fondatore, a cercare nuove vie per essere il lievito del Vangelo nel mondo, forza per il rinnovamento spirituale della società.”

Poco prima il Papa aveva ricevuto in udienza, nel Palazzo Apostolico Ivo Josipović, Presidente della Repubblica di Croazia. “Nel corso dei colloqui, si legge nella nota ufficiale della santa Sede-svoltisi in un clima di cordialità, dopo aver evocato la lunga tradizione cattolica della Croazia, è stata espressa soddisfazione per le buone relazioni bilaterali, consolidate dai quattro Accordi vigenti, che favoriscono la collaborazione fra la Chiesa e lo Stato per il bene comune della società croata.

Nel prosieguo della conversazione è stato espresso compiacimento per l’ingresso della Croazia nell’Unione Europea e si sono toccati alcuni temi di comune interesse. Si è anche accennato alle sfide che il Paese deve affrontare nell’attuale momento di crisi economica, come pure al contesto regionale con uno speciale riferimento alla situazione dei Croati nella Bosnia ed Erzegovina.

Infine, si è fatto riferimento alla situazione internazionale con particolare attenzione alla condizione delle Comunità cristiane nel mondo.”

151.11.48.50