Immagini che non lasciano spazio a dubbi

Condividi su...

[Korazym.org/Blog dell’Editore, 28.02.2024 – Antonio Brandi] – Sai qual è il segreto di ogni buon prestigiatore? Ogni volta che si deve far sparire qualcosa, l’ideale è far distrarre il pubblico. È una tecnica che la lobby abortista conosce molto bene. Per distrarre la coscienza delle persone dall’orrore che l’aborto porta con sé (la soppressione di un essere umano innocente), è stata messa in campo la più grande strategia di distrazione di massa mai escogitata, per far sparire il protagonista dell’aborto: il concepito.
Hanno tolto di mezzo la vittima, privandolo della sua umanità: non più un essere umano, ma un “grumo di cellule”, un “parassita”, una cosa scartabile per “diritto”. Si è trattato di un colpo da maestro degli abortisti, un inganno micidiale, a cui hanno creduto milioni di donne, anche quelle stesse che oggi portano sul loro corpo e nella loro anima ferite devastanti.

Nonostante la scienza oggi affermi che il concepito è un essere umano a tutti gli effetti, la lobby pro-morte continua a lavorare per chiudere gli occhi a milioni di persone sul reale dramma dell’aborto. Ecco perché, con determinazione e coraggio, abbiamo deciso di portare avanti una campagna cruciale per il riconoscimento dell’umanità del concepito per rimuovere il velo di menzogna che ha offuscato la verità per troppo tempo, svegliando le coscienze.

Viviamo in un’epoca dominata dalle immagini, dove il “vedere” spesso precede il “credere”. Per questo, abbiamo scelto di mostrare la realtà del concepito in un libretto, attraverso le coraggiose testimonianze di donne che hanno condiviso con noi le immagini dei loro bambini, vittime di aborti spontanei o indotti. Storie toccanti e profonde che rivelano la verità in modo inconfutabile.

Attenzione avviso importante

Prima che tu clicchi, voglio dirti che questo libretto non è roba leggera. Ha immagini vere ma forti, che toccano il cuore e l’anima. Non è per tutti: lo sconsigliamo ai più piccoli e a chi ha vissuto l’aborto da vicino. Non vogliamo rimestare in ferite ancora aperte. Ma se senti di poterlo fare, clicca [QUI] per aprire il PDF del libretto e preparati a vedere con i tuoi occhi Veramente umano, semplicemente umano. Dedicato a chi crede che nel grembo materno ci sia solo un grumo di cellule. Queste immagini non lasciano spazio a dubbi: siamo di fronte a vite umane che meritano protezione, amore, e soprattutto, riconoscimento

Firma la petizione

Ora che hai testimoniato la loro umanità, ti chiedo di prestare loro la tua voce con un gesto concreto: firma ora la petizione “Basta discriminazioni: chiediamo il riconoscimento giuridico del concepito” [QUI]. Non lasciamo che queste vite continuino a essere negate e dimenticate. Diamo voce a chi non ha voce. La tua firma è più di un semplice gesto; è una voce potente, una dichiarazione che ogni vita, fin dal suo inizio, è preziosa e degna di riconoscimento.
Avanti tutta!

Antonio Brandi
Presidente Pro Vita & Famiglia Onlus


Articolo collegato

La politica adegui la legge alla scienza sull’umanità del concepito – 31 gennaio 2024

151.11.48.50