Tag Archives: Tutela

Fratel Biagio: giovani del Friday For Future che difendete l’ambiente siete la nostra speranza

“Amati e preziosi giovani del ‘Friday For Future’ siete il futuro e la speranza, chi dovrà migliorare questo mondo siete voi. Ma è doveroso che noi adulti vi diamo una mano, un aiuto, anche se siamo responsabili di avervi consegnato un mondo corrotto, pieno di materialismo e di consumismo e di tecnologia usata male che purtroppo non rispetta il buon Dio e tutto l’ambiente che ci sta attorno. E così tristemente si continua ancora oggi a maltrattarlo e ad inquinarlo”.

A parlare è il missionario laico, fratel Biagio, il fondatore della Missione di Speranza e Carità di Palermo che accoglie in gratuità e provvidenza circa 600 persone in difficoltà e che ha avuto diagnosticato un tumore al colon.

Si trova nell’astanteria della missione dove è monitorato da medici e accudito da fratelli. Fratel Biagio assicura la sua preghiera per tutti, ma ci tiene a regalare, un prezioso messaggio ai giovani del Friday For Future in questa preziosa giornata del 23 settembre: Sciopero Globale per il Clima.

“Non è giusto, abbiamo stravolto anche le quattro stagioni (primavera, estate, autunno, inverno) e adesso si passa dal caldo al freddo in un solo giorno, ma ancora più grave è il continuo surriscaldamento di tutta la terra, con il forte rischio dello scioglimento di tutti i ghiacciai.

Fratel Biagio e tutta la Missione di Speranza e Carità hanno tanto a cuore di ringraziare la giovanissima Greta Thunberg per il suo grande amore per l’ambiente, che difende con tutte le sue forze fino a rivolgersi a tutte le autorità e a tutti i potenti della terra, affinché promuovano e attuino giuste leggi per la difesa e la tutela dell’ambiente. Carissima amica e sorella Greta Thunberg sei un dono del buon Dio e per tutti noi (grazie, grazie, grazie).

Ci tengo anche a ringraziare tutti i giovani che del ‘Friday For Future’ sostengono Greta Thunberg, schierandosi a difesa dell’ambiente. Preziosi giovani di tutto il mondo continuate a scuotere i cuori duri dei potenti e di tutti quelli che hanno la responsabilità di proteggere e tutelare l’ambiente e anche di tutti i cittadini del mondo; attenzione, abbiamo il dovere di mantenere pulito l’ambiente (la terra, il mare, i fiumi).

Adesso basta gettare i rifiuti a destra e a sinistra, soprattutto la plastica, il vetro e le lattine; non è giusto che, quando finite di bere una bibita, la bottiglia la lanciate buttandola dal finestrino della macchina. E’ giusto che anche noi cittadini dobbiamo collaborare e mantenere pulito l’ambiente sia dove abitiamo nella città o nei paesi. Giovani siete la nostra speranza, continuate a difendere l’ambiente affinché tutti insieme possiamo costruire un mondo migliore“.

Appello alla pace in nome di Benedetto, Cirillo e Metodio

Dalla terra terremotata di Norcia, terra di san Benedetto, che è ‘punto di riferimento’ per l’Europa, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha lanciato il suo messaggio per l’unità di tutti nel ricercare la pace, dopo l’accensione della Fiaccola della Pace tratta dalla Lampada di San Benedetto:

Papa Francesco ai giuristi: tutelate i deboli

Nella Giornata mondiale dei diritti umani, papa Francesco ha ricevuto in udienza i membri dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani in occasione del 70^ Congresso nazionale di studio organizzato dall’Ugci sul tema ‘Gli ultimi. La tutela giuridica dei soggetti deboli’, che si è svolto all’Istituto Patristico Augustinianum ed all’Università Lumsa fino a sabato 11 dicembre.

Papa Francesco chiede impegno per eliminare il lavoro minorile

Nessuno può sentirsi con la coscienza a posto fino a quando non si sarà fatto di tutto per sradicare il lavoro minorile, il primo dei diritti umani calpestati dei bambini; quindi occorre ‘risvegliare le coscienze’, come ha chiesto il card. Peter Turkson, prefetto del dicastero per la Promozione dello sviluppo umano integrale, definendo ‘uno scandalo che la vita opulenta di una parte del mondo sia ottenuta togliendo dignità alla parte più fragile del globo, cioè i bambini’.

Papa Francesco all’ILO chiede la tutela del lavoro

Un sindacalista di 35 anni nei giorni scorsi è morto investito da un camion davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate, nel Novarese. Secondo una prima ricostruzione il sindacalista stava attraversando la strada sulle strisce pedonali per raggiungere i cancelli dove stava iniziando il presidio sindacale, quando e’ stato travolto da un camion.

L’Italia ha celebrato la Liberazione

“Questa giornata, per gli italiani, rappresenta la festa civile della riconquista della libertà. La vittoria dell’umanità sulla barbarie. Il giorno di un nuovo inizio, pieno di entusiasmo, portato a compimento con la Costituzione Repubblicana del 1948”.

Card. Parolin: corsa al vaccino ha prevalso sulla solidarietà

“Per comprendere in pieno il concetto di fratellanza e la sua declinazione nell’azione diplomatica multilaterale della Santa Sede, può essere utile tornare all’avvio del Pontificato di papa Francesco… Tutte le azioni ed attività successive del Pontificato sono state una naturale e coerente conseguenza di un cammino orientato ad essa”.

Giornata mondiale della salute: occorre costruire un mondo più sano

Il COVID-19 ha aumentato le disuguaglianze esistenti in materia di salute e benessere nel mondo e proprio da qui è partito lo slogan della Giornata mondiale della salute 2021, celebratasi ieri, 7 aprile: ‘Costruire un mondo più giusto e più sano’. Le malattie e le morti per COVID-19 sono state più elevate tra i gruppi che affrontano discriminazioni, povertà, esclusione sociale e condizioni di vita e di lavoro quotidiane avverse, comprese le crisi umanitarie.

Nella Giornata dei Diritti Umani libertà per Patrick Zaki

Nella ‘Giornata Mondiale dei Diritti Umani’ il presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, ha dichiarato che “con l’adozione della Dichiarazione Universale dei diritti umani, il 10 dicembre del 1948, la Comunità internazionale si è dotata di uno strumento di portata globale per tutelare i diritti e le libertà fondamentali di ciascuno, ponendo l’intangibile dignità della persona al di sopra di ogni forma di discriminazione e di ogni ordinamento”.

L’augurio dei vescovi delle Marche per il nuovo anno scolastico

A settembre iniziano le scuole e quest’anno è un inizio molto atteso da tutti, in quanto sono trascorsi sei mesi dalla loro chiusura forzata e studenti ed insegnanti sono stati costretti a lezioni a distanza a causa del Covid 19. Per questo motivo si attende con un po’ di trepidazione l’inizio, come hanno scritto i vescovi marchigiani in lettera al mondo scolastico, agli studenti ed alle loro famiglie:

89.31.72.207