Tag Archives: responsabilità

Mattarella ha chiesto ai sindaci responsabilità

Si è conclusa a Roma la prima Assemblea digitale dell’Anci, la XXXVII annuale, che ha visto sindaci, amministratori, istituzioni e aziende confrontarsi in streaming sui temi più rilevanti per il mondo dei Comuni. Un evento che ha dovuto tener conto dell’emergenza sanitaria in corso e che ha registrato numeri importanti, a cominciare dalle 15 ore di diretta trasmesse sul sito e sulla pagina facebook di  Anci, sul sito di Anci Comunicare, dirette che hanno totalizzato oltre 135.000 collegamenti.

Da Pinerolo: ‘chiudiamo per riaprire’

Da inizio mese la regione Piemonte è tra le regioni in zona rossa, e fimo a fine mese (anche se la situazione è in miglioramento c’è il divieto di ingresso o di uscita dai confini regionali, ma anche tra i diversi comuni all’interno della regione ed ogni movimento deve essere sempre motivato con autocertificazione.

Presidente della Repubblica: occorre il senso di responsabilità

Come annunciato a Codogno il 2 giugno scorso, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nei giorni scorsi ha insignito dell’onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica un primo gruppo di cittadini, di diversi ruoli, professioni e provenienza geografica, che si sono particolarmente distinti nel servizio alla comunità durante l’emergenza del coronavirus. I riconoscimenti, attribuiti ai singoli, simbolicamente rappresentano l’impegno corale di tanti nostri concittadini nel nome della solidarietà e dei valori costituzionali.

A Bologna p. Marella beatificato: amore per Dio e per gli uomini

“Padre Marella si legò ai poveri e affrancò tanti ragazzi dalla schiavitù della povertà e della fame, sorelle della pandemia della guerra e che è inutile e impossibile distinguere tra loro. Voleva che nessuno rimanesse nell’inferno dell’abbandono e della disperazione e ai tanti orfani non donava soltanto un tetto, ma una famiglia e un futuro. Sono nostri e la sua paternità ci invita ad adottare chi è senza protezione. A noi, che in questi tempi ci confrontiamo con la pandemia e con le tante sofferenze fisiche e psichiche che provoca, Padre Marella insegna a non abituarci mai al male e a cercare risposte concrete e per tutti”.

Le Marche hanno donato l’olio a san Francesco

Nel giorno della festa di san Francesco la regione Marche ha offerto a nome dell’Italia l’olio che alimenta la lampada che arde sulla tomba di san Francesco, in una celebrazione eucaristica, officiata dall’arcivescovo di Pesaro, mons. Renato Coccia, alla presenza del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e del neo presidente della regione, Francesco Acquaroli; la candela è stata accesa dal sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli.

‘Fratelli tutti’: enciclica sulle orme dei papi Giovanni XXIII, Paolo VI e Giovanni Paolo II

“Ieri sono stato ad Assisi per firmare la nuova Enciclica ‘Fratelli tutti’ sulla fraternità e l’amicizia sociale. L’ho offerta a Dio sulla tomba di san Francesco, che me l’ha ispirata, come la precedente ‘Laudato sì’. I segni dei tempi mostrano chiaramente che la fraternità umana e la cura del creato formano l’unica via verso lo sviluppo integrale e la pace, già indicata dai Santi Papi Giovanni XXIII, Paolo VI e Giovanni Paolo II. Oggi, a voi che siete in piazza (e anche fuori dalla piazza), ho la gioia di regalare la nuova Enciclica, nell’edizione straordinaria dell’Osservatore Romano. E con questa edizione ricomincia la quotidiana edizione cartacea dell’Osservatore Romano. Che san Francesco accompagni il cammino di fraternità nella Chiesa, tra i credenti di ogni religione e tra tutti i popoli”.

Da Napoli il card. Sepe chiede la protezione di san Gennaro

Sabato scorso si è ripetuto a Napoli il prodigio del ‘miracolo’ di san Gennaro: l’annuncio della liquefazione del sangue è stato dato alle 10.02 in un Duomo vuoto per la festa del santo, per le misure anti Covid-19: “Con gioia e commozione il sangue del nostro santo patrono è sciolto”. Il compimento del rito è considerato di buon auspicio per Napoli e tutta la Campania.

Card. Zuppi: L’Aquila è città fiera verso futuro

“L’Aquila è un luogo per me familiare. Anzi, è all’origine della mia famiglia, perché i miei genitori si sposarono proprio qui, l’anno dopo la fine della guerra e promisero di amarsi davanti al Vescovo dell’Aquila di allora, il card. Confalonieri, che poi ci accompagnò per tutta la vita con il tratto che ricordate, austero e dolce, cortese ed essenziale, amabile e fermo come chi cerca solo il Regnum tuum e non i suoi onori. Guardava negli occhi tutti, ma per Cristo non guardava in faccia nessuno! Egli difese la città degli uomini in anni di una violenza terribile. Sentiva ogni persona come affidata alla Chiesa”: così nell’omelia di apertura della Porta Santa della Perdonanza celestiniana a L’Aquila ha ricordato il card. Matteo Maria Zuppi, arcivescovo metropolita di Bologna.

A fuoco la Cattedrale di Nantes

A poco più di un anno dall’incendio che ha distrutto la parte superiore di Notre Dame, a Parigi, il fuoco è divampato in un’altra famosa e amata chiesa francese: la Cattedrale gotica di Nantes, nel nord-ovest della Francia.

Armi: export ‘senza regole’

Nei giorni scorsi si sono celebrati i 30 anni della legge 185, che in Italia regola le vendite di materiale bellico vicine ai 100 miliardi di euro: “Come cristiani e come cittadini abbiamo l’obbligo di modificare le strutture economico- finanziarie che producono morte. Cambiamo mira, investiamo nella pace!”

89.31.72.207