Tag Archives: Popolo di Dio

Avvento: 3^ Domenica della gioia

‘Rallegrati, figlia di Sion…’: così si esprime il profeta Sofonia, mentre l’apostolo Paolo esorta: ‘Fratelli, siate sempre lieti nel Signore!’; questa è la terza domenica detta ‘Laetare!’, domenica della gioia. Siamo ormai vicini al Natale, quando ricorderemo la venuta storica di Gesù, vero Dio e vero uomo, la sua nascita a Betlemme di Giudea.

A Bratislava papa Francesco condanna gli atti contro l’umanità

E’ stata intensa la prima giornata del viaggio apostolico in Slovacchia di papa Francesco nella città di Bratislava, dove ha incontrato al termine del giorno la comunità ebraica nella piazza Rybné námestie, in cui sorgevano la cattedrale di San Martino e la sinagoga Neolog, demolita nel 1969 dal governo comunista, per costruire il Ponte dell’Insurrezione nazionale, ossia il Ponte Nuovo.

Il papa ai frati minori: coltivate le relazioni

A conclusione del Capitolo Generale dell’Ordine dei Frati Minori, svoltosi dal 3 al 18 luglio a Roma sul tema: ‘Rinnovare la nostra visione, abbracciare il nostro futuro’, papa Francesco ha inviato una lettera, salutando p. Michael A. Perry, che ha concluso il suo servizio come Ministro Generale, e porgendo gli auguri a p. Massimo Giovanni Fusarelli, che è stato chiamato a succedergli:

XIV Domenica: Gesù, rifiutato dai suoi, continua ad amare l’uomo

Il brano del Vangelo ci inserisce oggi nel grande tema della Fede. Questa è un dono dello Spirito santo per mezzo del quale l’uomo è chiamato ad abbandonarsi totalmente in Dio  prestando a Lui ‘il pieno ossequio dell’intelletto e della volontà’ ed accogliendo volontariamente la rivelazione data da Lui.

Papa Francesco: l’umorismo via della santità

“Oggi, prima che voi siete entrati, padre Landousies mi ha detto che alla fine di giugno lascerà questo ufficio qui, in Curia: lui è stato il mio traduttore francese per tanto tempo. Ma io vorrei fare un riassunto della sua persona. E’ un esempio. Io ho trovato in lui la testimonianza di un sacerdote felice, di un sacerdote coerente, un sacerdote che è stato capace di vivere con martiri già beatificati, che conosceva a uno a uno, e anche di convivere con una malattia di cui non si sapeva cosa fosse, con la stessa pace, con la stessa testimonianza. E approfitto di questo pubblicamente, anche davanti all’Osservatore Romano, a tutti, per ringraziarlo per la testimonianza, che tante volte mi ha fatto bene. A me ha fatto bene il modo di essere”.

Festività del Corpus Domini: Popoli tutti, acclamate al Signore!

Oggi, festività del Corpus Domini, la Chiesa rende lode a Dio per la istituzione dell’Eucaristia, il sacramento che ci aiuta nel pellegrinaggio terreno sino a raggiungere il cielo. Un pellegrinaggio prefigurato già nell’Esodo del popolo ebreo dall’Egitto verso la Terra Promessa (la Palestina).

Il Sinodo dei vescovi inizia dal ‘basso’

Papa Francesco, nello scorso 24 aprile, aveva approvato un nuovo itinerario sinodale per la XVI Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, sul tema: ‘Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione’. Il percorso per la celebrazione del Sinodo si articolerà in tre fasi, tra l’ottobre del 2021 e l’ottobre del 2023, passando per una fase diocesana e una continentale, che daranno vita a due differenti Instrumentum Laboris, fino a quella conclusiva a livello di Chiesa Universale.

La Cei punta sul cammino sinodale

Si è conclusa la 74^ Assemblea Generale della CEI, aperta lunedì scorso dall’intervento di Papa Francesco, e dedicata all’avvio del cammino sinodale della Chiesa italiana, che dovrà “essere garanzia di un Noi ecclesiale inclusivo, espressione della Chiesa popolo di Dio”.

Sinodo e seminario i temi del papa con i vescovi

Papa Francesco ha aperto nel pomeriggio i lavori della 74^ Assemblea generale della CEI a Roma, incentrati sul cammino sinodale della Chiesa italiana, chiedendo ai vescovi anche massima attenzione per quanto riguarda l’ammissione dei ragazzi in seminario.

Papa Francesco invita i sacerdoti ad essere vicini

“Vi confesso che sono molto addolorato per la tragedia che ancora una volta si è consumata nei giorni scorsi nel Mediterraneo. Centotrenta migranti sono morti in mare. Sono persone, sono vite umane, che per due giorni interi hanno implorato invano aiuto, un aiuto che non è arrivato. Fratelli e sorelle, interroghiamoci tutti su questa ennesima tragedia. È il momento della vergogna. Preghiamo per questi fratelli e sorelle, e per tanti che continuano a morire in questi drammatici viaggi. Preghiamo anche per coloro che possono aiutare ma preferiscono guardare da un’altra parte. Preghiamo in silenzio per loro”.

89.31.72.207