Tag Archives: Padre

Mons. Pompili: sant’Emidio è padre della speranza

‘L’Annunciazione con sant’Emidio’, detta anche ‘Annunciazione di Ascoli’, è un dipinto eseguito nel 1486 da Carlo Crivelli. Insieme ad altri capolavori del Rinascimento italiano è visibile nella National Gallery di Londra. Concentrandosi sulla tela si resta colpiti dal fatto che il santo vescovo, collocato accanto all’Angelo, all’esterno della stanza della Vergine, abbia tra le mani il plastico della Città. Il dettaglio è sufficiente ad intuire l’Ascoli del Cinquecento. E ciò basta a persuadersi che sant’Emidio è ben più che il patrono. E’, in realtà, il padre. La qual cosa è rilevante per il fatto che oggi ad essere in crisi è proprio la paternità, col rischio di perdere il senso della comunità e di una comune appartenenza”.

Papa Francesco racconta la conversione di san Paolo

Anche nell’udienza generale odierna papa Francesco ha continuato la catechesi sulla lettera ai Galati di san Paolo, sottolineando come egli risolva i conflitti all’interno delle comunità cristiane, facendo prima un giro a piedi tra i fedeli e scambiando qualche parola con loro:

Papa Francesco: in Gesù c’è la salvezza

Con l’udienza generale odierna nel cortile di san Damaso si è concluso il ciclo dedicato da Papa Francesco alla preghiera, rilevando l’intensità della preghiera di Gesù nei colloqui con il Padre, soprattutto durante la Sua passione:

5^ domenica: Io sono la vite, voi i tralci

Dopo essersi autodefinito ‘Buon Pastore’, Gesù, parlando di sé, utilizza una seconda immagine presa dal mondo dell’agricoltura: ‘Io sono la vite, voi i tralci’. Gesù si qualifica coma la vera ‘vite’ ed identifica la sua Chiesa come i suoi tralci. E’ una immagine assai significativa: la vite è simbolo di benedizione, di felicità, di fecondità; è simbolo soprattutto di comunione.

San Giuseppe: un santo per amico

“Pertanto, al compiersi di 150 anni dalla sua dichiarazione quale Patrono della Chiesa Cattolica fatta dal Beato Pio IX, l’8 dicembre 1870, vorrei, come dice Gesù, che ‘la bocca esprimesse ciò che nel cuore sovrabbonda’, per condividere con voi alcune riflessioni personali su questa straordinaria figura, tanto vicina alla condizione umana di ciascuno di noi”: con la lettera apostolica ‘Patris corde’ papa Francesco ci ha donato un piccolo gioiello di spiritualità e di ascesi cristiana e ha aperto un tempo nel quale far uscire dall’ombra una figura di assoluta attualità.

Papa Francesco invita il sacerdote ad imitare san Giuseppe

Ricevendo in udienza la Comunità del Pontificio Collegio Belga in occasione dei 175 anni dalla sua fondazione papa Francesco ha presentato la figura paterna di san Giuseppe, in quanto l’Istituto belga, che tra i suoi studenti ha anche annoverato san Giovanni Paolo II, ha proprio il padre di Gesù come protettore, riprendendo la lettera apostolica ‘Patris Corde’:

Mons. Pompili: onora il padre e la madre

“Le pagine che seguono non pretendono di riassumere la dottrina sull’amore fraterno, ma si soffermano sulla sua dimensione universale, sulla sua apertura a tutti. Consegno questa Enciclica sociale come un umile apporto alla riflessione affinché, di fronte a diversi modi attuali di eliminare o ignorare gli altri, siamo in grado di reagire con un nuovo sogno di fraternità e di amicizia sociale che non si limiti alle parole”: così si legge nei capitoli iniziali dell’enciclica di papa Francesco, ‘Fratres omnes’.

Papa Francesco indice un anno per san Giuseppe

Martedì 8 dicembre papa Francesco ha indetto l’Anno speciale di San Giuseppe, nel giorno in cui ricorrono i 150 anni del Decreto ‘Quemadmodum Deus’, con il quale il beato Pio IX dichiarò san Giuseppe patrono della Chiesa Cattolica: “Al fine di perpetuare l’affidamento di tutta la Chiesa al potentissimo patrocinio del Custode di Gesù, papa Francesco ha stabilito che, dalla data odierna, anniversario del Decreto di proclamazione nonché giorno sacro alla Beata Vergine Immacolata e Sposa del castissimo Giuseppe, fino all’8 dicembre 2021, sia celebrato uno speciale Anno di San Giuseppe”.

Daniele Novara: i compiti dei genitori per i bambini

Siamo ormai a due mesi dalla chiusura di ogni attività sociale per i bambini e mentre si stanno studiando misure adatte per far ripartire tutte le attività lavorative per l’economia, è certo che le scuole non riapriranno ed i genitori si troveranno a gestire una complessità di azioni che potrebbero avere serie conseguenze per i bambini. Il pedagogista, Daniele Novara, direttore del Centro Psico Pedagogico, offre alcuni suggerimenti ai genitori: