Tag Archives: pace

Condanna unanime agli attentati: l’odio genera solo odio

Nel tweet di ieri papa Francesco ha condannato l’attacco terroristico avvenuto a Vienna, che ha causato 5  morti e 22 feriti: “Esprimo dolore e sgomento per l’attacco terroristico a #Vienna e prego per le vittime e i loro familiari. Basta con la violenza! Costruiamo insieme pace e fraternità. Solo l’amore spegne l’odio”.

A Roma le fedi invitano ad essere ‘artigiani della pace’

Con un minuto di silenzio e l’accensione del candelabro in piazza del Campidoglio a Roma si è concluso il meeting di preghiera per la pace, organizzata dalla Comunità di Sant’Egidio, per proseguire lo ‘spirito di Assisi’, fortemente voluto da san Giovanni Paolo II; e nell’appello finale le religioni hanno espresso questo bisogno di pace, al di là delle diverse fedi, confessioni e tradizioni, al servizio del dialogo e della fraternità e non della guerra, del terrorismo, dei radicalismi e dei fondamentalismi che spesso si fanno scudo della religione per coprire o favorire ben altri interessi, nazionalisti o geostrategici:

Liliana Segre: da domani non potrai più andare a scuola

‘Da domani non potrai più andare a scuola’: aveva 8 anni e sedeva a tavola con il papà e i nonni, la bambina Liliana Segre, quando le leggi razziali irruppero nella sua ‘piccola vita’; un destino che la insegue ancora oggi: “Chiesi subito: perché?.. Ricordo gli sguardi mentre cercavano di spiegarmi che eravamo ebrei e per gli ebrei c’erano nuove leggi’.

‘Fratelli tutti’: enciclica sulle orme dei papi Giovanni XXIII, Paolo VI e Giovanni Paolo II

“Ieri sono stato ad Assisi per firmare la nuova Enciclica ‘Fratelli tutti’ sulla fraternità e l’amicizia sociale. L’ho offerta a Dio sulla tomba di san Francesco, che me l’ha ispirata, come la precedente ‘Laudato sì’. I segni dei tempi mostrano chiaramente che la fraternità umana e la cura del creato formano l’unica via verso lo sviluppo integrale e la pace, già indicata dai Santi Papi Giovanni XXIII, Paolo VI e Giovanni Paolo II. Oggi, a voi che siete in piazza (e anche fuori dalla piazza), ho la gioia di regalare la nuova Enciclica, nell’edizione straordinaria dell’Osservatore Romano. E con questa edizione ricomincia la quotidiana edizione cartacea dell’Osservatore Romano. Che san Francesco accompagni il cammino di fraternità nella Chiesa, tra i credenti di ogni religione e tra tutti i popoli”.

CEI: essere nel tempo con cuore credente

Ieri a Roma si è concluso il Consiglio Permanente della CEI che si è concentrato sul tema principale della prossima Assemblea Generale che si svolgerà a Roma dal 16 al 19 novembre prossimo, ma che ha anche fatto il punto dell’azione della Caritas nell’emergenza sanitaria e sociale innescata dal Covid-19, come ha detto in conferenza stampa il Segretario Generale della Cei, mons. Stefano Russo, soprattutto a riguardo alle migrazioni:

Trump, il candidato al Nobel per la pace che divide la Chiesa. Meglio il pro abortista Biden?

All’indomani del suo insediamento lo chiamavano guerrafondaio, nemico del dialogo tra popoli, l’uomo dei muri non dei ponti. Quanto di più sbagliato per comprendere il complesso presidente in carica degli Stati Uniti, Donald Trump.

Con una candidatura al nobel e nessuna guerra nel suo quadriennio alla Casa Bianca, il Tycoon di New York ha nettamente invertito una tendenza che, restando in politica estera, con Barack Obama aveva raggiunto l’apice di scontri efferati, dalle conseguenze nefaste.

Papa Francesco ad Assisi per firmare l’enciclica

Papa Francesco si recherà in forma privata ad Assisi il prossimo 3 ottobre per firmare la sua nuova enciclica ‘Fratelli tutti’ sulla fraternità e l’amicizia sociale, come ha annunciato il direttore della Sala stampa vaticana, Matteo Bruni.

Ricordando Hiroshima e Nagasaki: l’uso di armi atomiche è immorale

Nel 75^ anniversario della prima bomba atomica esplosa su Hiroshima, il 6 agosto 1945, e tre giorni dopo a Nagasaki, papa Francesco, in un messaggio indirizzato al Governatore della Prefettura della città nipponica, Hidehiko Yuzaki, ha ribadito che solo senza armi nucleari il mondo può aspirare alla pace.

Armi: export ‘senza regole’

Nei giorni scorsi si sono celebrati i 30 anni della legge 185, che in Italia regola le vendite di materiale bellico vicine ai 100 miliardi di euro: “Come cristiani e come cittadini abbiamo l’obbligo di modificare le strutture economico- finanziarie che producono morte. Cambiamo mira, investiamo nella pace!”

A Basovizza un passo verso la riconciliazione

Lunedì scorso il Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, ed il Presidente della Repubblica di Slovenia, Borut Pahor, si sono incontrati a Trieste, deponendo una corona presso la foiba di Basovizza e il monumento ai Caduti sloveni.

89.31.72.207