Tag Archives: mafia

Papa Francesco invita a stare con il popolo

Papa Francesco ha spiegato ai membri della Commissione Mista Internazionale per il Dialogo Teologico tra la Chiesa Cattolica e le Chiese Ortodosse Orientali, che è alla vigilia della pubblicazione di un documento sui sacramenti che l’ecumenismo deve essere ‘battesimale, pastorale e locale’:

#23maggio: la memoria di tutti

Trent’anni dall’esplosione della feroce violenza di Cosa nostra che uccise Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e gli ‘angeli custodi’ che li scortavano. Palermo si prepara a rivivere il dolore di tutti, con un ventaglio di manifestazioni che hanno culmine oggi, giorno della strage di Capaci, con la ‘Fondazione Falcone’ protagonista nell’organizzare il rito della memoria.

All’Antonianum giornata di studio su ‘Eco-mafia e bene comune’

‘Eco-mafia e bene comune’ è il tema della giornata di studio in programma oggi alla Pontificia Università Antonianum moderata da p. Stefano Cecchin, presidente della Pontificia Accademia Mariana nonché del Dipartimento di Analisi, Studio e Monitoraggio dei Fenomeni Criminali e Mafiosi.

Per i vescovi calabresi la ’ndrangheta è incompatibile con il Vangelo

“Allo scopo di promuovere e sostenere i tanti movimenti e gesti positivi delle nostre Comunità cristiane nel contrasto della prassi ’ndranghetista contraria al Vangelo e di indicare, con l’annuncio di liberazione da ogni forma di male, i principi etici per il superamento delle tendenze negative, come Vescovi di Calabria siamo già intervenuti in questi anni, a più riprese.

Fratel Biagio: ‘Ricordiamo il delitto di Padre Pino Puglisi e tutti gli uomini e le donne che hanno dato la vita per il bene di Palermo’

“Carissima e amata Città di Palermo e Provincia, sii sempre prudente e attenta a non dimenticare mai tutti quegli uomini e quelle donne che nella storia e in questi anni hanno contribuito e dato la vita per il Bene di questa Società, sia nel campo religioso, istituzionale, professionale e dei cittadini: ricordiamo Carlo Alberto Dalla Chiesa, Piersanti Mattarella, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e Peppino Impastato; tutte le stragi contro le Forze dell’Ordine, i Carabinieri, le scorte e contro il poliziotto Antonio Agostino, ucciso con la moglie e il bambino nel grembo; il giovane Giuseppe Di Matteo, di 15 anni, ucciso atrocemente, sciolto nell’acido, il giovane laureato Aldo Naro ucciso in discoteca”.

Palermo ha ricordato Paolo Borsellino e la sua scorta

“Fare memoria di Paolo Borsellino, Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina è mettersi in ascolto del dolore dei loro familiari, del dolore delle vittime di mafia e di questa nostra amata città così martoriata e ancora bisognosa di riscatto”: lo ha detto l’arcivescovo di Palermo, mons. Corrado Lorefice, nell’omelia della messa di commemorazione per le vittime della strage di 29 anni fa in via D’Amelio.

Pami: liberare Maria dalle mafie

E’ stato presentato nei giorni scorsi, a Roma, il primo Rapporto del Dipartimento per la legalità della Pontificia Academia Mariana Internationalis (Pami) alla presenza del presidente del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano, Giuseppe Pignatone.

Legalità: 7 Fondazioni antiusura del Sud Italia chiedono interventi contro la mafia

Nel Sud Italia c’è una variante più pericolosa del Covid, che è la mafia: il grido di allarme è stato lanciato da sette fondazioni antiusura (Fondazione nazionale antiusura Interesse Uomo – Potenza, Fondazione antiusura Paulus – Pozzuoli, Fondazione antiusura Nashak – Teggiano, Fondazione antiusura S. Matteo apostolo – Cassano allo Jonio, Fondazione antiusura De Grisantis – Ugento, Fondazione antiusura Exodus 94 (Sorrento-Castellammare di Stabia), Associazione antiusura don Puglisi – Portici) che hanno lanciato un appello alle istituzioni:

Il giudice Livatino è beato perché si è messo sotto la tutela di Dio

“Oggi, ad Agrigento, è stato beatificato Rosario Angelo Livatino, martire della giustizia e della fede. Nel suo servizio alla collettività come giudice integerrimo, che non si è lasciato mai corrompere, si è sforzato di giudicare non per condannare ma per redimere. Il suo lavoro lo poneva sempre ‘sotto la tutela di Dio’; per questo è diventato testimone del Vangelo fino alla morte eroica. Il suo esempio sia per tutti, specialmente per i magistrati, stimolo ad essere leali difensori della legalità e della libertà. Un applauso al nuovo Beato!”

Giustizia e misericordia nel beato Rosario Livatino

Oggi è il giorno della beatificazione, nella Cattedrale di Agrigento, del giudice Rosario Livatino, socio dell’Azione Cattolica, ucciso dalla mafia il 21 settembre 1990. Il 22 dicembre papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del decreto che ne riconosce il martirio ‘in odio alla fede’, come ha affermato il presidente della Cei, card. Gualtiero Bassetti, prima della proiezione del docufilm sul ‘giudice ragazzino’ (‘Picciotti, che cosa vi ho fatto?’) alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella:

89.31.72.207