Tag Archives: famiglia

Coghe (Pro Vita & Famiglia): “Aborto volontario è la violenza peggiore a madre e bambino”

Jacopo Coghe Pro famiglia & Vita

“Ormai è omofobia tutto ciò che l’attivismo Lgbt considera tale”. Lo afferma in un’intervista per il nostro giornale Jacopo Coghe, vicepresidente di Pro Vita & Famiglia, la Onlus che difende il diritto alla vita e della morte naturale, oltre a promuove la famiglia “fondata sul matrimonio tra uomo e donna”. Con lui abbiamo parlato di omotransfobia, aborto e gametogenesi in vitro, giudicata una “violenza alla legge di natura, evidente e foriera di conseguenze tragiche”.

‘Cambia l’aria, arriva l’oratorio’: le coordinate del Cor per il nuovo anno’

Dopo un periodo intenso e complesso anche gli oratori e le parrocchie di Roma si preparano a riprendere le attività ordinarie per accogliere bambini e ragazzi all’inizio di questo nuovo anno pastorale. Per sostenere e accompagnare gli animatori, il Centro Oratori Romani ha appena pubblicato le nuove coordinate pastorali dal titolo ‘Cambia l’Aria: Arriva l’Oratorio’ per potersi orientare nella scelta di attività, giochi e modalità per affrontare un avvio diverso da tutti gli altri.

Un augurio alla scuola dalla diocesi di Monreale

Il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, ha inviato un breve videomessaggio con un appello ai ragazzi: “Lunedì si torna a scuola. Rivolgo un augurio a studenti, insegnanti, personale scolastico. Sarà un momento di intensa emozione come è stato per me ogni primo giorno di scuola… Voi dovrete fare la vostra parte, dovete impegnarvi a rispettare le regole di cautela che vi consentiranno di tutelare la vostra salute e la salute delle persone che amate e che vi amano”.

Papa Francesco: l’amore cambia il mondo

Al termine dell’Udienza generale alla presenza dei fedeli papa Francesco ha rivolto un appello per la prima Giornata Internazionale per la Tutela dell’Educazione dagli Attacchi, che l’ONU celebra oggi, condannando agli attacchi all’istruzione e all’uso militare delle scuole in violazione del diritto internazionale:

Scuola: a Torino un accordo tra diocesi e comune

Mancano alcuni giorni all’inizio del nuovo anno scolastico e molti Provveditorato stanno cercando di reperire aule per consentire agli studenti il regolare svolgimento delle lezioni nelle norme anti covid. In questa situazione molte diocesi stanno mettendo a disposizione i locali delle parrocchie, come nella diocesi di Torino.

Dal Meeting di Rimini: la ‘ripartenza’ tenga conto della famiglia

Il Meeting dell’Amicizia fra i popoli, che si sta concludendo a Rimini, ha lanciato una sfida per un’economia sostenibile per ripartire, come ha detto Guido Bardelli, presidente Cdo: “Siamo usciti dalla fase uno, stiamo vivendo la transizione verso la fase due dell’emergenza Covid, l’emergenza ha accelerato i processi di cambiamento: quali sono le azioni da mettere in campo?”, con la presenza del ministro dell’economia Roberto Gualtieri.

Marco Marcatili: la resilienza della famiglia ai tempi del coronavirus

Nel ‘tempo-Covid’ le famiglie hanno vissuto la propria abitazione in una dimensione nuova: luogo della scuola, del lavoro e del tempo libero, essa è diventata anche un elemento di valutazione e analisi, per capire cos’è successo in questi mesi, e soprattutto cosa accadrà in futuro, quali sono le percezioni e quali i comportamenti reali degli italiani.

Nocera-Sarno: il vescovo sulla cremazione per conservare le ceneri in luogo sacro

Il vescovo di Nocera Inferiore-Sarno, mons. Giuseppe Giudice, ha inviato una lettera agli addetti alle onoranze funebri, agli incaricati di polizia mortuaria, ai parroci per proporre alcune norme riguardo alla cremazione, che è una delle opere di misericordia più delicate: “Il contatto con le famiglie in lutto e la mediazione spesso operata con i sacerdoti e le comunità religiose vi pongono al centro di una particolare attenzione da parte mia, soprattutto nel tempo in cui viviamo, ed è mio compito fare chiarezza su alcuni aspetti circa la cura dei defunti e delle loro famiglie”.

Dall’Angelus il papa lancia monito alla politica: impegno per creare lavoro

Dal consueto appuntamento domenicale  dell’Angelus, papa Francesco è andato dritto al nocciolo della questione – come ormai sua consuetudine. Non ha utilizzato mezze misure per esortare  la classe dirigente politica a uno sforzo maggiore, in funzione di coloro che hanno perso il lavoro o attraversano serie difficoltà economiche, legate alla stagnazione del mercato.

L’Italia cambia marcia economica sulla famiglia?

“La Camera ha appena approvato all’unanimità l’assegno unico e universale. E’ davvero un momento storico per il Paese e lo è per la politica, che con un voto trasversale rimarca l’assunzione di una responsabilità piena e importante, di tutti, per le famiglie. Un segnale bello da questo parlamento. La politica che si mette tutta a servizio di tutti, a servizio del Paese. Il Family Act è nato come un sogno alla Leopolda ma è qualcosa di molto concreto, abbiamo voluto che partisse al più presto per rispondere subito alle attese che le famiglie hanno da anni. Primo atto è l’assegno, frutto di un percorso condiviso con le associazioni familiari a cui siamo grati per le sollecitazioni e il costante contributo costruttivo. Abbiamo voluto che fosse universale, per tutti i bambini. Unico, perché occorre più semplificazione. Stabile, ogni mese fino ai 21 anni, perché i ragazzi sono il nostro futuro da proteggere e accompagnare”.

89.31.72.207