Tag Archives: cuore

Papa Francesco presenta la Madonna orante

“Oggi celebriamo la Dedicazione della Basilica di San Pietro in Vaticano e quella di San Paolo sulla via Ostiense. Questa festa che pone in luce il significato della chiesa, edificio sacro dove si raccolgono i credenti, susciti in tutti noi la consapevolezza che ognuno è chiamato ad essere tempio vivente di Dio”.

Mons. Ruzza alla diocesi di Civitavecchia chiede fraternità e discernimento

Sabato scorso mons. Gianrico Ruzza è stato accolto dai fedeli della diocesi di Civitavecchia-Tarquinia come nuovo vescovo con una breve cerimonia dove è stata data lettura del decreto di nomina papale a cui sono seguiti i saluti del clero, dei sindaci dei sei Comuni in cui questa si estende e dei rappresentanti delle istituzioni.

P. Giustino Casciano: camminiamo con fede ed intelligenza per superare la crisi

Con la messa di ringraziamento presieduta dal priore provinciale, p. Giustino Casciano, domenica scorsa si è concluso il VII Capitolo Ordinario della Provincia Agostiniana d’Italia, sotto la protezione di san Nicola da Tolentino e santa Rita da Cascia.

Il card. Bagnasco saluta Genova: tutto ti porta a Dio

“E’ per me un grande onore e una grande emozione essere qui oggi, a rivolgerle un saluto di gratitudine per i quattordici anni di episcopato durante i quali ha guidato come pastore la nostra arcidiocesi”: così mons. Nicolò Anselmi, vescovo di ausiliare di Genova, ha rivolto il saluto che conclude il periodo vescovile della città del card. Angelo Bagnasco.

Mons. Castellucci invita a mettere dentro il cuore

Nella solennità del Corpus Domini il vescovo di Modena-Nonantola, mons. Erio Castellucci, ha ricordato tutte le persone morte per Covid-19 senza poter essere accompagnati con le esequie e i riti di commiato, sottolineando il significato del ‘ricordo’: “Oggi vogliamo ricordare, cioè letteralmente ‘rimettere dentro il cuore’ gli avvenimenti vissuti in questi mesi”.

Da Loreto l’invito del papa ad avere coraggio

Anche quest’anno al pellegrinaggio Macerata-Loreto non è mancata la telefonata di papa Francesco, che ha definito questa edizione come la ‘prima peregrinaciòn virtual che io vedo’: “Caro monsignore, cari pellegrini virtuali, cari ragazzi e ragazze, uomini, donne, tutti voi che siete in questo momento fuori del Santuario della Madonna di Loreto, la Madre della speranza, la Madre che aiuta a guardare oltre, in questi momenti tanto difficili: abbiamo bisogno di guardare oltre con speranza. Vi sono vicino in questo pellegrinaggio virtuale e prego con voi e per voi e voi pregate per me. Abbiate coraggio! I tempi che si avvicinano, dopo questa pandemia, non saranno facili, ma col coraggio, la fede, la speranza potremo andare avanti. Coraggio! Chiedete alla Madonna questo coraggio oggi. Io sono con voi pregando”.

Papa Francesco: la preghiera nasce dalla rivelazione di Dio

“Saluto cordialmente tutti i Polacchi. Oggi celebriamo la memoria liturgica della Madonna di Fatima. Torniamo col pensiero alle sue apparizioni e al suo messaggio trasmesso al mondo, come anche all’attentato a san Giovanni Paolo II, che nella salvezza della sua vita vedeva l’intervento materno della Vergine Santa. Nella nostra preghiera domandiamo a Dio, per intercessione del Cuore Immacolata di Maria, la pace per il mondo, la fine della pandemia, lo spirito di penitenza e la nostra conversione. Lunedì prossimo sarà il centesimo della nascita di San Giovanni Paolo II: io celebrerò la Messa alle 7.00, davanti all’altare della tomba, e sarà trasmessa in mondovisione per tutti. Ringraziamo Dio di averci dato questo Vescovo a Roma, Santo Vescovo, e chiediamo a lui che ci aiuti: che aiuti questa Chiesa di Roma a convertirsi e ad andare avanti”.

Gesù: la via che conduce alla vita

Come conoscere la ‘via’ che conduce alla ‘verità’ della ‘vita’? Deve pur esistere una strada in grado di condurre alla propria verità, perché ne proviamo una sorta di presagio, come la sete è segno che l’acqua deve comunque esistere.

Papa Francesco: Gesù indica la strada della libertà

Anche oggi, martedì della quarta settimana di Pasqua, papa Francesco nella messa, trasmessa quotidianamente da santa Marta, rivolto il suo pensiero a quanti sono morti a causa del nuovo coronavirus senza il conforto dei familiari e senza funerale: “Preghiamo oggi per i defunti che sono morti per la pandemia. Sono morti da soli, sono morti senza la carezza dei loro cari, tanti di loro, neppure con il funerale. Il Signore li riceva nella gloria”.

La Famiglia Vincenziana internazionale tra i firmatari dell’appello per proteggere i senzatetto

“Data la grande vulnerabilità dei gruppi di persone come i senzatetto, migranti – ospitati o no, ed altri gruppi che sopravvivono in condizioni precarie; le associazioni congiunte chiedono che tali gruppi siano prioritari per lo screening test al Covid-19. Questi uomini e queste donne corrono un rischio reale di essere contaminati dal virus e il loro ambiente di vita precario è un fattore di rischio aggravante. La mancanza di attenzione per questa specifica popolazione non può che aggravare la situazione epidemiologica”: così si apre l’appello globale alla solidarietà e all’azione per proteggere i senzatetto sottoscritto da un centinaio di associazioni e organizzazioni caritative, compresa la Famiglia Vincenziana internazionale.

89.31.72.207