News

Sa die de sa Sardigna, e la messa in lingua sarda

La Conferenza Episcopale della Sardegna ha autorizzato anche per quest’anno la celebrazione della Messa in lingua sarda il 28 aprile, quando l’Isola festeggerà “Sa die de sa Sardigna”, “il giorno della Sardegna”, che ricorda la cacciata da Cagliari dei funzionari sabaudi. La prima Messa in sardo per la più importante ricorrenza civile della regione è stata celebrata nella stessa giornata del 2018 nella Cattedrale di Cagliari, presieduta dall’allora sostituto per gli affari generali della Segreteria di Stato Angelo Becciu, sardo, oggi cardinale prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi.

Il presidente Mattarella ha inaugurato il Centro Matteo Ricci

In un tempo in cui le porte dell’Europa sembrano chiudersi a chi chiede protezione da guerre e persecuzioni, il Centro Astalli ha inaugurato un nuovo centro d’accoglienza e integrazione per richiedenti asilo e rifugiati nel cuore di Roma, nel complesso monumentale della Chiesa del Gesù, in via degli Astalli 13. La nuova struttura porta il nome di Matteo Ricci, il gesuita che ha dedicato la sua vita a mettersi nei panni dell’altro e a cercare la via del dialogo e dell’integrazione in Cina.

Moige lancia l’allarme: cresce l’uso di alcool e droga nei minori

‘Venduti ai Minori’ è l’indagine promossa dal Moige con l’obiettivo di inquadrare il fenomeno della vendita ai minori dei prodotti vietati dalla legge come alcool, tabacco, cannabis, giochi d’azzardo, pornografia e, inadatti come i Videogiochi 18+, e comprendere i termini della complicità dei venditori, verso i minori attraverso un atteggiamento di illegalità, unito a scarsa attenzione alla salute e alla crescita sana dei figli.

Papa Francesco: don Bosco era allegro come una ‘Pasqua’

Nell’udienza generale papa Francesco ha ricordato la festa del ‘bravo’ sacerdote san Giovanni Bosco: “Domani celebreremo la memoria di san Giovanni Bosco, padre e maestro dei giovani: un bravo prete questo! Don Bosco seppe far sentire l’abbraccio di Dio a tutti i giovani che incontrò, offrendo loro una speranza, una casa, un futuro. La Sua testimonianza aiuti tutti noi a considerare quanto sia importante educare le nuove generazioni agli autentici valori umani e spirituali”.

Da Pisa una Chiesa per intessere relazioni costruttive

Nel mese di gennaio ha fatto molto discutere il comunicato, firmato dall’arcivescovo di Pisa mons. Giovanni Paolo Benotto, con cui il Consiglio Pastorale diocesano ha espresso perplessità e preoccupazione sulle politiche di accoglienza migranti e sul pluralismo religioso nella città.

GMG Panama-Caltanissetta: comunione oltre la distanza

Italia e Panama non sono, forse, poi così lontane… Sembrerebbe la frase di uno che non ha compreso nulla di geografia, eppure è la testimonianza di comunione ecclesiale che ha unito i giovani di tutto il mondo attorno al Santo Padre, in occasione della GMG dello scorso fine settimana.

Giornata della Memoria: ‘Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario’

‘Giorno della memoria 2019’ per non dimenticare all’Istituto Comprensivo IAC ‘G. Stroffolini’ di Casapulla, in provincia di Caserta: lo scopo della scuola è quello di promuovere iniziative scolastiche di qualità per gli alunni, perché possano perpetuare nel futuro la memoria di un tragico e oscuro periodo della storia dell’Italia e dell’Europa, come ha sottolineato la dirigente dell’Istituto, dott.ssa Maria Carmina Giuliano.

Cristiani ed Ebrei si confrontano sul libro di Ester

Il Libro di Ester è stato approfondito nella Giornata di riflessione ebraico-cristiana, svoltasi giovedì 17 gennaio. La giornata è un’iniziativa italiana, nata nel 1990, per volere della Commissione ecumenica della CEI, celebrata all’inizio della settimana per l’Unità dei cristiani. Questa collocazione vuole mettere in evidenza il legame privilegiato che intercorre tra ebraismo e cristianesimo. Non a caso, il tema scelto per la prima celebrazione della Giornata, fu: ‘La radice ebraica della fede cristiana e la necessità del dialogo’.

La Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani: speranza nel mondo

Al termine dell’udienza generale del mercoledì papa Francesco ha ricordato l’inizio della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, sottolineando che l’ecumenismo non è un ‘optional’: “Venerdì prossimo, con la celebrazione dei Vespri nella Basilica di San Paolo Fuori le Mura, inizia la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, sul tema: ‘Cercate di essere veramente giusti’. Anche quest’anno siamo chiamati a pregare, affinché tutti i cristiani tornino ad essere un’unica famiglia, coerenti con la volontà divina che vuole ‘che tutti siano una sola cosa’. L’ecumenismo non è una cosa opzionale”.

CEI: approvato il Regolamento per la tutela dei minori

Metodo di lavoro, protagonismo delle Conferenze Episcopali Regionali, stile sinodale, contenuti significativi, fiducia nella possibilità di riuscire insieme ad affrontare e superare le sfide del tempo presente: sono stati i temi affrontati nella sessione invernale del Consiglio Permanente, svoltasi a Roma fino a mercoledì 16 gennaio.

89.31.72.207