News

Lavoro, innovazione e formazione: tre parole chiave per il futuro dei giovani italiani

lavoro_disoccupazione
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Il tema del lavoro risulta sempre più legato al mondo giovanile italiano dal quale emerge forte la preoccupazione nei confronti di una condizione di difficoltà che non fa intravedere sbocchi lavorativi e che risulta accentuata da una crisi economica che ha colpito molti paesi e tutte le fasce d’età. Ma le nuove generazioni sono anche il ‘nuovo che produce nuovo’.

Angeli per un giorno torna il 21 maggio

Angeli per un giorno
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Domenica 21 maggio 2017 i volontari e gli amici di Angeli per un giorno, attività del Movimento Regnum Christi sostenuta dall’Università Europea di Roma, organizzano le AngelOlimpiadi.

Sarà una giornata di sport e solidarietà dedicata a bambini in situazioni di difficoltà, ospiti di case famiglia e d’accoglienza.

Si terrà a Montespaccato, nel campo del Virtus Boccea dove si allena solitamente la squadra di calcio dell’Università Europea di Roma.

I bambini arriveranno alle 10.00. Le squadre saranno organizzate per colori e bandiere.

Dopo alcuni giochi liberi, alle 12.00 si terrà la Santa Messa, presieduta dal Vescovo Mons. Josef Clemens. Seguirà il pranzo.

Nel pomeriggio si svolgeranno le AngelOlimpiadi, con giochi, gare, sorprese e regali.

A ogni bambino verrà consegnata una maglietta e una medaglia ricordo.

Tutta la giornata si svolgerà all’aperto, in un contesto di sole, spazi verdi e natura. Si concluderà con una merenda.

Gli angeli volontari sono principalmente amici e studenti dell’Università Europea di Roma, formati e accompagnati dai membri del Regnum Christi. Già da molti anni, grazie ad Angeli per un giorno, regalano momenti di allegria a questi bimbi, organizzando pomeriggi di giochi e di sport.

Molti di questi volontari non si limitano ad essere “Angeli per un giorno”, ma portano avanti il loro impegno in modo continuativo. Chi lo desidera, infatti, può prolungare la propria collaborazione con le case famiglia, scegliendo liberamente quanto tempo dedicare ai bambini.

Per ulteriori informazioni e per conoscere le attività di Angeli per un giorno è possibile seguire i canali social o scrivere all’email: roma@angeliperungiorno.it

Accoglienza dei bambini: si può fare di più

bambino
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Recentemente la Commissione Adozioni Internazionali ha pubblicato il Rapporto Statistico per il biennio 2014-2015, che non lesina ombre e incongruenze come quelle riguardanti i dati ‘ballerini’ relativi a ingressi dei minori (i bambini RDC entrati in Italia nel 2016 ma conteggiati nel ‘bilancio’ del 2015 e alcuni di loro già calcolati nel 2013) ed enti (come Airone) i cui dati di ingressi di minori compaiono nel report della CAI del 2013, nei rapporti statistici del 2014 pubblicati dalle Province di Brescia e Parma per sparire in quest’ultimo report 2014-2015 della stessa CAI, come ha sostenuto l’Aibi.

Per la Fuci il mar Mediterraneo è la frontiera della speranza

Fuci_Congresso
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Si è svolto dal 4 al 7 maggio 2017 il Congresso Nazionale della F.U.C.I. sulla tematica del Mediterraneo presso le città di Pavia e Vigevano. Durante queste giornate, si è tenuta una conferenza e una tavola rotonda con relatori di spicco. Inoltre, i giovani universitari partecipanti hanno avuto l’opportunità di dialogare riguardo il tema in gruppi di lavoro e riflettere insieme.

La Chiesa meridionale punta ai giovani

san-gennaro
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Nei primi giorni di maggio tre importanti città del sud Italia (Taranto, Bari e Napoli) hanno celebrato i loro patroni: san Cataldo, san Nicola e san Gennaro. Un rapporto speciale tributato dalla gente ai tre santi, che nella loro vita hanno avuto un rapporto speciale con la città. La Chiesa, festeggiando i patroni, afferma ancora oggi la propria passione per chi vive la città, come ha detto il vescovo di Taranto, mons. Filippo Santoro, che per la festa del patrono ha domandato un ‘lavoro degno’:

Padova ospita il Mondiale dei giovani

Mondiale_Giovani
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Si terrà a Padova sabato 13 maggio 2017 la quinta edizione dell’Appuntamento mondiale dei giovani della pace, l’iniziativa promossa dal Sermig, l’Arsenale della pace di Torino, per fare incontrare le generazioni nel segno della speranza. A ospitare l’avvenimento tocca quindi ora, dopo Torino, Asti, L’Aquila e Napoli, alla città veneta, dove sono attese decine di migliaia di giovani da tutta Italia e anche dall’estero.

Donazione di sangue all’Università Europea di Roma

Foto Università Europea
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Mercoledì 10 e giovedì 11 maggio 2017, dalle 8.00 alle ore 12.00, l’Università Europea di Roma organizza una raccolta di sangue aperta a tutti, nella sua sede, in via degli Aldobrandeschi 190, in collaborazione con l’Associazione Donatori Volontari di Sangue EMA-Roma.

Mons. Todisco ritorna ad essere missionario

Mons_Todisco
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Dopo 14 anni il vescovo della Diocesi di Melfi-Rapolla-Venosa, mons. Gianfranco Todisco, ritorna ad essere missionario, come aveva chiesto a novembre a papa Francesco con una lettera: “non ho mai sognato né desiderato questo incarico. L’ho accettato, perché ho sempre visto nelle decisioni dei superiori la volontà di Dio”.

Pasqua nelle zone del terremoto: la morte è vinta

MonsMarconi_VegliaPasquale
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Pasqua di sapore diverso nelle zone colpite dal terremoto con un invito a non cedere ad una cultura di morte, ma a coltivare la speranza nella Resurrezione. Nella notte pasquale, celebrata nel complesso cistercense dell’Abbadia di Fiastra di Tolentino, il vescovo di Macerata, mons. Nazzareno Marconi, ha sottolineato che anche nelle zone colpite dal terremoto la speranza della resurrezione è più forte della morte:

La via crucis con le donne

Via-Crucis
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

A conclusione della Via Crucis al Colosseo papa Francesco ha recitato la preghiera in cui ha chiesto la liberazione di chi è costretto a portare la croce: “Tanta vergogna Signore ma il nostro cuore è nostalgioso anche della speranza fiduciosa che tu non ci tratti secondo i nostri meriti ma unicamente secondo l’abbondanza della tua Misericordia; che i nostri tradimenti non fanno venir meno l’immensità del tuo amore; che il tuo cuore, materno e paterno, non ci dimentica per la durezza delle nostre viscere;

89.31.72.177