Le opinioni

L’acqua è un bene comune

In occasione della Giornata mondiale dell’acqua, che ha per tema: ‘Non lasciare nessuno indietro’, papa Francesco ha inviato un messaggio al direttore generale della FAO, José Graziano da Silva, sottolineando che essa è un ‘diritto umano fondamentale’ ed un ‘bene essenziale per l’equilibrio degli ecosistemi e per la sopravvivenza umana’:

Dal mondo il grido di proteggere l’ambiente

“Le persone continuano a chiedermi ‘qual è la soluzione alla crisi climatica’. E come possiamo ‘risolvere questo problema’. Si aspettano che conosca la risposta. Pensarlo è oltre l’assurdo perché non ci sono ‘soluzioni’ all’interno dei nostri sistemi attuali”.

Milano ha ricordato il giudice Livatino

‘Il ruolo del giudice nella società che cambia’ è il titolo di una conferenza tenuta dal giudice Rosario Livatino il 7 aprile 1984 a Canicattì. Queste stesse parole hanno guidato la riflessione del convegno di studi tenutosi a Milano in ricordo del magistrato trucidato dalla Stidda (la mafia di Agrigento) il 21 settembre 1990, a soli 38 anni. Un martire indirettamente anche della fede, come disse san Giovanni Paolo II parlando di questo giovane uomo dalla fede grande, il ‘giudice ragazzino’ oggi Servo di Dio e avviato alla beatificazione.

Il card. Parolin traccia una linea nei concordati tra la Santa Sede e gli Stati dal XIX al XXI secolo

Il 28 febbraio e il primo marzo si è svolto, alla Pontificia Università Gregoriana, un congresso internazionale sul tema ‘Gli accordi della Santa Sede con gli Stati (XIX-XXI secolo). Modelli e mutazioni: dallo Stato confessionale alla libertà religiosa’.Nel prolusione il segretario di Stato vaticano, card. Pietro Parolin, ha sottolineato il valore degli accordi di diritto internazionale, che sono stati firmati tra la Santa Sede e gli Stati, che riguardano soprattutto la libertà religiosa:

#Stavoltavoto: cittadini europei consapevoli

Il prossimo 26 maggio, saremo chiamati a eleggere i nostri rappresentanti al Parlamento Europeo: nonostante la decisività di questo momento per l’orientamento politico dei prossimi cinque anni, soprattutto per la diffusione del nazionalismo e dell’antieuropeismo, l’uomo medio non ne ha ancora piena consapevolezza. Non solo, la disinformazione e le fake news hanno inquinato la scena politica, gettando in un clima di indifferenza o sfiducia l’elettorato.

I Gesuiti propongono quattro ‘preferenze’ per la vita cristiana

“Le Preferenze apostoliche universali sono il frutto di un processo di discernimento, che è durato quasi due anni. Tutti i gesuiti, come pure coloro che condividono la nostra missione, sono stati invitati a parteciparvi. Le Preferenze offrono un orizzonte, un punto di riferimento per tutta la Compagnia di Gesù. Stimolano la nostra fantasia e accendono i nostri desideri. Ci rendono uniti nella missione. Le nuove Preferenze rappresentano quattro ambiti vitali per il nostro mondo d’oggi.

Istat: sempre meno italiani e sempre più vecchi

Per il quarto anno consecutivo, segnala l’Istat, cala la popolazione in Italia: al 1 gennaio è pari a 60.391.000, oltre 90.000 in meno sull’anno precedente (-1,5 per mille). Al 1° gennaio 2019 gli over 65enni sono 13.800.000 (rappresentano il 22,8% della popolazione totale), mentre i giovani fino a 14 anni sono circa 8.000.000 (13,2%) e gli individui in età attiva sono 38.600.000 (64%).

Rapporto Agromafie: nel 2018 +59% dei reati

Fanno registrare un balzo del 59% nel 2018 le notizie di reato nel settore agroalimentare che si estendono ai principali comparti, dal biologico al vino, dall’olio all’ortofrutta, dalle conserve ai cereali: è quanto afferma la Coldiretti sulla base dei risultati operativi degli oltre 54.000 controlli effettuati dal Ispettorato Centrale Repressione Frodi (ICQRF) nel 2018, resi noti in occasione del sesto Rapporto Agromafie 2018 elaborato da Coldiretti, Eurispes e Osservatorio sulla criminalità nell’ agroalimentare.

La Chiesa di fronte agli abusi sessuali

‘La responsabilità dei vescovi nei casi di abuso sessuale sui minori nella Chiesa’: è questo il tema più rilevante al centro del summit internazionale sullo scandalo pedofilia che si svolgerà in Vaticano dal 21 al 24 febbraio con la partecipazione di tutti i presidenti delle Conferenze episcopali del mondo.

Dai giovani agricoltori nuove start up per il lavoro

Il nuovo ‘leader’ dei giovani agricoltori italiani della Coldiretti è Veronica Barbati, eletta nella scorsa settimana dall’assemblea di Coldiretti Giovani Impresa, composta da rappresentanti provenienti dalle campagne di tutte le Province e Regioni italiane, in rappresentanza di oltre 70.000 giovani; ha 30 anni, è originaria di Avellino ed è laureata in Economia e Gestione dei Servizi Turistici. Dal 2010 è titolare di un’azienda situata sulle verdi colline di Roccabascerana in provincia di Avellino che rappresenta un eccellente esempio di multifunzionalità.

89.31.72.207