Dal mondo

La Chiesa è preoccupata per la Siria

“E il mio pensiero va ancora una volta al Medio Oriente. In particolare, all’amata e martoriata Siria da dove giungono nuovamente notizie drammatiche sulla sorte delle popolazioni del nord-est del Paese, costrette ad abbandonare le proprie case a causa delle azioni militari: tra queste popolazioni vi sono anche molte famiglie cristiane. A tutti gli attori coinvolti e anche alla Comunità Internazionale; per favore, rinnovo l’appello ad impegnarsi con sincerità, con onestà e trasparenza sulla strada del dialogo per cercare soluzioni efficaci”:

In Eritrea chiudono anche le scuole

A settembre in Eritrea, dopo gli ospedali, il governo ha preso di forza il controllo di sette scuole secondarie gestite da organizzazioni religiose. La misura è stata giustificata dalle autorità facendo riferimento alle norme costituzionali introdotte nel 1995, che limitano le attività degli istituti religiosi, le quali devono passare sotto lo Stato; tale decreto, mai entrato in vigore, è sempre stato contestato dalla Chiesa cattolica.

Prof.ssa Casella: sinodo panamazzonico intuizione profetica

All’apertura del sinodo in svolgimento in Vaticano sul tema: ‘sul tema ‘Amazzonia: nuovi cammini per la Chiesa e per una ecologia integrale’ papa Francesco ha ‘dettato’ ai padri sinodali il motivo della convocazione: “Dobbiamo avvicinarci ai popoli dell’Amazzonia sulla punta dei piedi, rispettando la loro storia, le loro culture, il loro stile del buon vivere, nel senso etimologico della parola non nel senso sociale come facciamo spesso. Perché i popoli possiedono entità proprie, una saggezza, una coscienza di sé…

A Roma tutto pronto per il Sinodo panamazzonico

Fra pochi giorni a Roma si aprirà il Sinodo Panamazzonico e dall’ultimo rapporto del CIMI (Consiglio indigenista missionario) emerge la denuncia di un’invasione per distruggere l’Amazzonia, come ha spiegato segretario esecutivo del Cimi, Antônio Eduardo Cerqueira de Oliveira:

A Madrid il mondo visto dai bambini

8200 bambini desaparecidos in Messico dal 2007, oltre 1600 bambini morti nel Mediterraneo dal 2014, sono questi i numeri drammatici emersi durante la tavola rotonda ‘I bambini vogliono la pace’ nell’ambito dell’incontro interreligioso ‘Pace senza confini’ organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio e dall’Arcidiocesi di Madrid.

Da Madrid una pace senza confini

Con un messaggio di papa Francesco a Madrid si è aperto l’incontro internazionale di preghiera per la pace, organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio sul tema ‘Pace senza confini’: “E’ un pellegrinaggio che ha percorso paesi e città per dare ovunque testimonianza della forza di quello ‘spirito di Assisi’ che è preghiera a Dio e promozione della pace tra i popoli”.

Il Sinodo ucraino: una strada per camminare in comunione

La parrocchia cattolica ucraina di san Michele Arcangelo a Firenze con il sostegno dell’arcidiocesi di Firenze e con il patrocinio del comune di Firenze, in collaborazione con la fondazione ‘Giorgio La Pira’ ed associazione Ucraina-Firenze ‘Lilea’ onlus, sta organizzando un evento straordinario per la Chiesa e per Firenze.

‘Domeniche per la vita’: per sollevare un tema sempre più dimenticato

‘Sundays for life’ (Domeniche per la vita): è questo il nome di un’iniziativa cominciata da due giovani sposi e genitori che vivono in Germania, Alicia e Andreas Duren, con la quale desiderano far luce sulla bellezza della vita e sull’importanza di difenderla sin dal suo principio, cioè dal concepimento.

Al Meeting di Rimini l’Europa dei diritti e dei doveri

40 anni fa il primo parlamento europeo eletto a suffragio universale che ha portato i cittadini degli stati dell’Unione Europea ad eleggere i membri di una delle istituzioni dell’Unione stessa.

Dal Meeting di Rimini uno sguardo nel mondo

‘In Siria la guerra continua: le sanzioni imposte al paese hanno effetti devastanti soprattutto per i più deboli’: con questo annuncio, Andrea Avveduto, giornalista e responsabile della comunicazione dell’Associazione Pro Terra Sancta, ha introdotto al Meeting riminese i protagonisti del progetto ‘Aleppo: un nome e un futuro’, per il sostegno ai bambini orfani e abbandonati, con gli interventi di mons. George Abou Khazen, vicario apostolico di Aleppo; p. Firas Lutfi, responsabile Terra Sancta College e Franciscan Care Center di Aleppo, e Binan Kayyali, direttrice Franciscan Care Center di Aleppo, con un video-collegamento dal Franciscan Care Center, di Mahmoud Akkam, muftì di Aleppo, che ha parlato dell’amicizia nata dalla collaborazione, frutto della moderazione:

89.31.72.207