Cultura

Il teologo nigeriano, p. Orobator, in Italia per il suo libro

Agbonkhianmeghe Orobator, gesuita nigeriano, responsabile della Compagnia di Gesù per l’Africa e il Madagascar, battezzato a 16 anni, è uno dei teologi più brillanti del continente; a ‘Confessioni di un animista. Fede e religione in Africa’ (Editrice Missionaria Italiana), primo suo libro ad essere tradotto in italiano, l’autore affida, con originalità e freschezza di pensiero, le sue riflessioni sul futuro del cristianesimo in Africa e sul suo contributo alla Chiesa globale.

Paolo Reineri racconta la luna ai bambini

“Il mondo non è stato più quello di prima dopo la notte del 20 luglio 1969. L’uomo sulla Luna ha rappresentato uno spartiacque per l’umanità che ha significato progresso e fiducia nel futuro. Oggi vogliamo raccontare quella storia anche a chi non l’ha vissuta in diretta e, insieme a essa, guardare con gli stessi occhi di speranza a ciò che il cielo stellato continua a raccontarci”:

Pierre e Mohamed: dal Meeting di Rimini un successo in tournèe per l’Italia

Un monologo teatrale con accompagnamento musicale ispirato alla vicenda di Pierre Claverie, il vescovo di Orano beatificato da papa Francesco, e dell’amico musulmano Mohamed Bouchikhi, assassinati insieme in Algeria il 1° agosto 1996 dallo stesso terrorismo islamista che colpì anche i monaci di Tibhirine.

Palazzo dei Normanni: dalla cultura arabo-normanna una lezione di civiltà

Gli slogan ‘porti chiusi’ e ‘stop all’invasione’ campeggiano nelle nostre bacheche social, nei notiziari, nei discorsi politici… Nonostante le statistiche dimostrino che buona parte dei discorsi dei nostri governanti si fondino su dati distorti o falsi, il senso di paura invade il buon cittadino, terrorizzato di dover fare i conti con qualche miliziano dell’Isis o con un troglodita della savana.

Dal meeting l’amore per la Chiesa

Gli occhi limpidi di Chiara Giaccardi trasudano tenerezza e libertà: tenerezza per una Chiesa che torni a riscoprirsi luogo privilegiato dove fare esperienza di Dio incarnato, e libertà di chi si sente generata, dunque figlia.

Al meeting di Rimini il racconto del duomo di Monreale

Come è tradizione al Meeting per l’amicizia tra i popoli, in svolgimento alla Fiera di Rimini dal 18 al 24 agosto, grande spazio sarà dato alle esposizioni; tra queste sarà allestita la mostra ‘Si aprì una porta nel cielo. La Cattedrale di Monreale’, a cura del prof. Mirko Vagnoni, università di Friburgo, con il coordinamento generale di don Nicola Gaglio, parroco e presidente della Fabbriceria del Duomo di Monreale, e di Sandro Chierici dello Studio Ultreya Milano.

Per approfondire questa mostra, promossa da Regione Sicilia, Soprintendenza BB.CC.AA. Palermo, Fabbriceria Duomo Monreale, Istituto d’arte per il mosaico Monreale, Museo Diocesano Monreale, Biblioteca del comune di Monreale, abbiamo chiesto a Sandro Chierici di spiegarci il significato della mostra sulla cattedrale di Monreale: “L’attenzione alla bellezza è uno dei fili conduttori di tutte le edizioni del Meeting, dal 1980 a oggi; questa mostra si inserisce in un percorso che ha una lunga storia.

Al Meeting di Rimini grandi mostre di fotografia e tanto divertimento per i bambini

Dal 18 al 24 agosto, al Meeting per l’amicizia fra i popoli, a Rimini, sarà possibile visitare la mostra ‘Bolle, pionieri e la ragazza di Hong Kong’, realizzata da un gruppo di artisti e professionisti che vivono e lavorano negli Stati Uniti. La mostra è un viaggio alla ricerca dell’identità del grande Paese d’oltreoceano lungo il racconto della vita di tanti suoi protagonisti, personaggi illustri, come Martin Luther King e Buzz Aldrin, insieme a gente comune, come schiavi, contadini e madri di famiglia.

La corporeità secondo ‘Credere oggi’: noi siamo corpo

Nel numero di maggio/giugno della rivista ‘Credere Oggi’, bimestrale del Messaggero di Sant’Antonio pubblicato dai Frati francescani conventuali di Padova, si affronta la corporeità, come è spiegato nell’editoriale: “Tutte le culture si sono interessate del corpo, per plasmarlo, abbellirlo, modellarlo, prepararlo per determinati scopi o semplicemente per renderlo più resistente e adatto all’autoconservazione.

Alberto Galimberti: i giovani cercano Dio

“Cristo vive. Egli è la nostra speranza e la più bella giovinezza di questo mondo. Tutto ciò che Lui tocca diventa giovane, diventa nuovo, si riempie di vita. Perciò, le prime parole che voglio rivolgere a ciascun giovane cristiano sono: Lui vive e ti vuole vivo!”: inizia così l’Esortazione Apostolica postsinodale ‘Christus vivit’ di papa Francesco, firmata nella Santa Casa di Loreto e indirizzata ‘ai giovani e a tutto il popolo di Dio’.

‘Cacciateli!’: Concetto Vecchio racconta la migrazione italiana

Conoscere la storia richiede studi sistematici ma anche periodiche immersioni. Se la storia è memoria, ma non si può avere memoria diretta di ciò che non si è vissuto, non resta che un lavoro improbo, una paziente cucitura a mosaico di piccole e grandi testimonianza. E’ questo il principale merito di Concetto Vecchio, il quale, in chiave anche autobiografica in quanto la sua famiglia ne è stata direttamente testimone, racconta nel libro ‘Cacciateli! Quando i migranti eravamo noi’, la storia degli italiani in Svizzera.

89.31.72.207