Bussole per la fede

Contro vecchi e nuovi totalitarismi, La Pira profeta e padre costituente

Parlare di Giorgio La Pira nell’attuale contesto politico potrebbe sembrare una contraddizione, un’illusione antistorica… Nell’era degli slogan, della demagogia, degli ‘haters’, della postverità, la figura di questo padre costituente, giurista, professore di diritto romano presso l’Università di Firenze, si staglia come un monito anzitutto per noi, che ci professiamo cristiani.

Unire due corpi… o due vite? Quel legame tra sesso ed amore…

‘Se siamo d’accordo entrambi, che problema c’è a vivere una storia occasionale, un incontro di sesso, senza implicazioni sentimentali?’ Non credo di essere l’unica ad aver sentito pronunciare una frase di questo tipo. Generalmente, se si è ‘single’, si pensa che non ci sia nulla di male nello scegliere di ‘divertirsi insieme a qualcuno’, con le dovute precauzioni e il rispetto delle reciproche volontà.

Giovanni Paolo II: papa della famiglia

Il magistero di papa san Giovanni Paolo II sulle tematiche della famiglia “rappresenta sicuro punto di riferimento per trovare soluzioni concrete alle tante difficoltà e alle innumerevoli sfide che le famiglie devono affrontare ai nostri giorni”: lo ha scritto papa Francesco in un messaggio a mons. Agostino Marchetto, nunzio apostolico a riposo e segretario emerito del pontificio consiglio per i Migranti e gli itineranti, in occasione di un convegno intitolato ‘Giovanni Paolo II: il papa della famiglia’ svoltosi a fine ottobre a Roma, promosso dal Centro Europeo per il turismo e la cultura, in occasione del centenario di nascita del papa santo.

Ognissanti: per una santità della porta accanto

La solennità di tutti i santi è un’occasione alquanto particolare per riflettere su quella che il Concilio Vaticano II ha definito come la vocazione di ogni battezzato. Ancor prima che un catecumeno possa consacrarsi (sacerdozio, vita consacrata, matrimonio) esiste una comune vocazione alla santità. Detto in altri termini tutti siamo chiamati a diventare santi.

San Giovanni Paolo II: la Chiesa difende la dignità dell’uomo

‘Ringraziamo il Signore per ogni bene compiuto nel mondo e nei cuori attraverso le parole, le opere e la santità di #GiovanniPaoloII. Ricordiamo sempre il suo appello: Aprite le porte a Cristo!’: il tweet di papa Francesco ha ricordato la festa di san Giovanni Paolo II a 41 anni dall’inizio del suo pontificato.

A Crema beatificato p. Alfredo Cremonesi

‘Vi incoraggio a portare la luce del Vangelo ai nostri contemporanei. Possiate essere testimoni di libertà e di misericordia, facendo prevalere la fraternità e il dialogo sulle divisioni’: il tweet di papa Francesco ha scandito la vigilia della Giornata Missionaria, in cui è stato beatificato nella cattedrale di Crema il missionario in Birmania, p. Alfredo Cremonesi, dal card. Angelo Becciu, prefetto della Congregazione delle cause dei santi.

Aperuit illis: la Parola di Dio è vitale per l’uomo

Nella festività di san Girolamo con la Lettera apostolica in forma di Motu proprio ‘Aperuit illis’ papa Francesco ha istituito la Domenica della Parola di Dio, celebrata la III Domenica del Tempo Ordinario.

Da L’Aquila per una Chiesa in uscita

Sabato 28 settembre la diocesi de L’Aquila ha aperto l’anno diocesano con l’incontro con don Francesco Cosentino, officiale della Congregazione per il Clero, sul tema ‘Tema: Per una Chiesa in uscita che testimonia il Vangelo’. Dopo una prima parte biblico-teologica sul verbo ‘uscire’, don Cosentino ha presentato tre grandi sfide su cui riflettere e operare un discernimento comunitario: la conversione della parrocchia in senso missionario; il secondo annuncio per coloro che si sono disaffezionati dalla fede; la testimonianza della comunione.

P. Anataloni: ogni battezzato è missionario

Ottobre è il mese missionario e nel messaggio per la Giornata missionaria papa Francesco ha scritto un messaggio intitolato ‘Battezzati e inviati: la Chiesa di Cristo in missione nel mondo’: “Celebrare questo mese ci aiuterà in primo luogo a ritrovare il senso missionario della nostra adesione di fede a Gesù Cristo, fede gratuitamente ricevuta come dono nel Battesimo. La nostra appartenenza filiale a Dio non è mai un atto individuale ma sempre ecclesiale: dalla comunione con Dio, Padre e Figlio e Spirito Santo, nasce una vita nuova insieme a tanti altri fratelli e sorelle. questa vita divina non è un prodotto da vendere (noi non facciamo proselitismo) ma una ricchezza da donare, da comunicare, da annunciare: ecco il senso della missione”.

Mons. Pellegrini propone ai giovani le domande fondamentali della vita

L’anno pastorale 2019-2020 della diocesi di Concordia-Pordenone si è aperto sabato 28 settembre con una festa dei giovani ed un ‘focus’, ispirato al Sinodo dei giovani, che ha messo in luce un metodo che si ispira all’icona dei due discepoli di Emmaus: Gesù si inserisce nel loro cammino di ritorno, li ascolta, suscita delle domande, offre delle spiegazioni, si ferma nella loro casa e si fa riconoscere nello spezzare il pane. I discepoli si rimettono di nuovo in strada per riprendere la vita di quella comunità che avevano lasciato.

89.31.72.207