Bussole per la fede

Te decet laus

500d44_c0ffef61909344dd806fa62ea2db3559
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Nella narrazione della creazione torna sempre in crescendo il ritornello che Dio canta ogni volta che contempla la sua opera creata: Dio vide che era cosa buona. Tutto ciò che il Verbo divino crea è buono e bello, splendido e meraviglioso.

Tra storia e fede

sgapostolo
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Viene spontanea talvolta la domanda se i fatti narrati dagli evangelisti siano realmente accaduti, se siano ritratti che riproducono fedelmente la figura storica di Gesù di Nazaret, oppure meditazioni teologiche elaborate dalle suggestioni degli evangelisti. Giovanni, nel suo vangelo, racconta Gesù cosi com’era nella realtà storica, oppure ci offre la sua immagine mirabilmente trasfigurata dalla fede? Il discepolo amato narra Gesù con visione storica o con prospettiva “kerigmatica”? È chiaro che le due visioni non possono essere separate perché sono due aspetti dell’unico mistero di salvezza, l’uno rimanda all’altro. Il Gesù storico separato dal Gesù kerigmatico si secolarizza; il Gesù kerigmatico separato dal Gesù storico si mitizza.

Le tre Epifanie

epifania2
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

L’Antifona al Magnificat dell’Epifania così ci fa cantare: Tre prodigi celebriamo in questo giorno santo: oggi la stella ha guidato i magi al presepio, oggi l’acqua è cambiata in vino alle nozze, oggi Cristo è battezzato da Giovanni nel Giordano per la nostra salvezza, alleluia.

Amore Divino Incarnato

natale-giotto
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Preludio

L’alveo vivente in cui l’amore di Dio incontra la fragilità creaturale è il Verbo fatto carne. L’amore incarnato del Padre si fa presente nella Chiesa e con la sua grazia divina redime e divinizza il cuore ferito dell’uomo. Conferma l’angelo Gabriele a Maria: Nulla è impossibile a Dio (Lc 1,37). E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi, e noi abbiamo contemplato la sua gloria (Gv 1,14). L’amore del nostro Dio possibile annulla l’incapacità del nostro amore impossibile perché provato dal male e dal dolore.

Tre sono gli alvei in cui la fragile impossibilità umana si fa forza possibile divina.

L’ Avvento di Giovanni Battista

battista
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Il vangelo di Giovanni narra tanti incontri umani di Gesù che si realizzano in profondità e si staccano dalle apparenze superficiali per scavare nell’intimità del cuore. Con la sua luce, Gesù rivela la cecità di chi si reputa illuminato senza accogliere Lui che è il Verbo – Luce.

La rivoluzione della misericordia

CCEE_Misericordia
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

… e attendo

con trepida impazienza

un giubileo

senza suoni di trombe

annunziato soltanto dal silenzio

che canta nella cella del cuore

lì dove s’adora

col cuore del Figlio

il Padre

in Spirito e Verità!

Suggestioni sonore

0000000000000000000000000000000000000000000000000000000000musicaaa
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Ascolto quell’incantevole brano di Wagner Siegfried Jdyll e rimango sempre affascinato!
L’Idillio di Sigfrido è struggente nella sua pura tenerezza, estatico nel suo modulare trasognato, intenso nella sua profondità cromatica, elevato nella sua architettura espressiva di trama musicale quasi inestricabile. Il solo ascolto è già incarnazione sonora di eventi, di personaggi e di sentimenti!

Canto d’ usignolo e gracidio di rane

download
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Giovanni Pascoli, tra le tante sue splendide poesie, ce ne offre una dal titolo: Nozze a G. V.

Pur nella sua semplicità, apparentemente infantile, la poesia rivela tanta saggezza. Leggiamola:

Perosi e il Motu proprio di Pio X

hqdefault
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Gli ideali di restaurazione del concilio Vaticano I diedero l’apertura all’evoluzione del movimento ceciliano che ispirò, tramite padre Angelo De Santi sj, la stesura del Motu Proprio “Tra le sollecitudini” di Pio X. Dopo appena tre mesi dalla sua elezione, avvenuta il 4 agosto 1903, il 22 novembre dello stesso anno, papa Sarto emanò il Motu Proprio sulla musica sacra. Il documento fu redatto, dunque, a due mani: da Pio X e da padre De Santi.

Ricordare è ringraziare

CCEE_Misericordia
FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmail

Non è soltanto un quadro geografico, ma una prospettiva teologica, il viaggio di Gesù verso Gerusalemme descritto più volte dall’evangelista Luca nel suo Vangelo. Gerusalemme è il luogo dove accadranno i grandi eventi della salvezza: Passione per tutti, Morte-Risurrezione per tutti, Salvezza per tutti. La prima lettura, 2Re 5,14-17, e il vangelo, Lc 17,11-19, della Domenica XXVIII anno C, raccontano due guarigioni dalla lebbra. La prima guarigione è donata grazie all’umiltà, la seconda è offerta per la fede.

89.31.72.177