Bussole per la fede

Card. Sandri: san Giovanni d’Acri esempio da seguire

Lucantonio Falcone nacque ad Acri il 19 ottobre 1669 e fu istruito alla vita religiosa dallo zio prete dopo vari tentennamenti, esercitò la professione dei consigli evangelici, mediante voti accolti dalla Chiesa: “Io frate Angelo d’Acri, chierico cappuccino che nel secolo mi chiamavo Luca Antonio Falcone, colla presente dichiaro e faccio fede, qualmente oggi 12 novembre 1691 ad ore 18 ho finito l’anno di Probazione, essendo stato un anno intero continuo, così ho fatta la solenne Professione nelle mani del p. Giovanni d’Orsomarso maestro dei novizi”.

Desirèe, vittima di un cuore assente

Dove può arrivare la disperazione di un padre quando vede sua figlia, di appena sedici anni, uccisa e violentata? Un dolore e una disperazione infiniti. E più ancora che per la figlia morta per l’indifferenza e l’assenza di chi poteva aiutare tutti e due, padre e figlia, a farla finita con le sostanze della morte.

Rosario Livatino, martire di giustizia e misericordia

Può un giudice diventare esempio dell’opera di misericordia spirituale “Perdonare le offese”? Il giudice è considerato colui che deve ristabilire il diritto, laddove vi è stata una violazione delle norme di convivenza. Il perdono non rientra nella professione del magistrato, anzi… Questa costruzione ‘classica’ è messa in crisi dalla figura di un testimone, Rosario Livatino, brutalmente ucciso dalla mafia nel 1990, a soli 36 anni.

Sui Passi di Paolo con il Beato Giacomo Alberione

Non c’è cammino senza vocazione, e ‘Sui Passi di Paolo’ non fa eccezione… Il trait d’union tra le tappe per avvicinarsi a Roma e l’incontro con il papa è stato il momento di condivisione di esperienze tra i membri della Famiglia Paolina e i giovani marcianti, nella sede della Casa Generalizia della Società San Paolo.

Epiphanius: misericordia è prendere l’iniziativa

Dopo oltre 400 interrogatori dell autorità giudiziarie egiziane della regione del Wadi Natrun sull’omicidio del vescovo copto ortodosso Anba Epiphanius, ucciso all’alba di domenica 29 luglio nel monastero di San Macario, di cui era abate, secondo la notizia, riportata dall’Agenzia Fides, è stato individuato dagli organismi giudiziari egiziani l’autore dell’omicidio del vescovo copto ortodosso nell’egiziano Wael Saad Tawadros, monaco espulso dallo stesso monastero.

Sui Passi di Paolo, dall’esperienza all’impegno

Siamo giunti a Roma! Per le mille strade da cui ci ha chiamato il Signore, dal Veneto alla Sicilia, dalla Lombardia alla Campania, dalla Sardegna al Lazio, dalla Spagna alla Cina, siamo i 70 giovani che hanno percorso i passi dell’apostolo Paolo in compagnia della famiglia religiosa che porta il suo nome.

Viaggiare è sperare e sperare vuol dire non possedere

Viaggiare è sperare e sperare vuol dire non possedere: in queste poche parole è nascosta l’essenza del futuro. Due viaggiatori antitetici sono la guida per il futuro: José Saramago e Paolo di Tarso. Entrambi viaggiatori, entrambi con una posizione ben definita sulla Verità, entrambi alla ricerca di un oltre.

‘Gaudete et exsultate’ (3). La lotta contro il male

Forse uno dei capitoli che potrà far storcere il naso a diversi è l’ultimo. Il testo, infatti, dell’esortazione non presenta particolari punti oscuri: è chiaro e lineare.

“Gaudete et exsulate” (2). I due nemici della santità

Un aspetto degno di nota come dell’esortazione ‘Gaudete et exsultate’ si trova nel secondo capitolo. In esso, infatti, vengono presi in considerazione i due nemici della santità: lo gnosticismo e il pelagianesimo. Su di essi recentemente (22 febbraio 2018) si era soffermata la Congregazione per la dottrina della fede con la lettera ‘Placuit Deo’ e, inoltre, erano stati già indicati come due possibili ostacoli ad una vera e autentica evangelizzazione nell’ ‘Evangelii gaudium’.

‘Gaudete et exsultate’: un’esortazione sulla santità. (Prima parte)

Il ricco e variegato magistero di papa Francesco ‒fatto, come è noto, più di gesti che di parole‒ si è arricchito recentemente di un nuovo documento. Apparentemente non c’era un’occasione per un’esortazione.

89.31.72.207