Bussole per la fede

Jean Vanier: un uomo della festa

“Cercando di vivere unito a Cristo, attraverso il quale Dio ha preso tutte le nostre debolezze, Jean Vanier ha fatto in modo che le persone più fragili, e troppo spesso rigettate, siano accolte e riconosciute in quanto fratelli e sorelle, nel rispetto delle differenze religiose e sociali. Perciò, chiedo al Signore di proteggere la grande e bella famiglia dell’Arca… nella fedeltà all’intuizione evangelica di Jean, tutte le comunità possano continuare ad essere luoghi di festa e di perdono, di compassione e di gioia, mostrando che ognuno, qualunque sia la sua disabilità, è amato da Dio e chiamato a partecipare ad un mondo di fraternità, di giustizia e di pace”.

Il Sermig ha celebrato i funerali di Maria Cerrato, moglie di Ernesto Olivero

Il Sermig, Servizio Missionario Giovani nato da una intuizione di Ernesto Olivero nel 1964, oltre a essere punto di riferimento per tutti coloro che hanno perso ogni appiglio materiale e spirituale, è una fraternità della speranza, un monastero in città, una famiglia che ti accoglie nel cuore della Torino ormai multietnica.

La preghiera: linfa per le nostre famiglie

La vita quotidiana è spesso così caotica e piena di ‘cose da fare’ che talvolta ne siamo risucchiati, tanto da non trovare il tempo di fare silenzio, di chiederci come stiamo, di dialogare con chi amiamo e con Dio. Il problema, però, a dire il vero, non è ‘fare molte cose’, ma perdere di vista il fine per cui le facciamo e smettere di farle per amore.

La Chiesa ha ricordato il card. József Mindszenty, martire ungherese

Una statua in bronzo del card. József Mindszenty è stata donata a papa Francesco, che ha detto che è stato un martire della fede, dai rappresentanti delle ambasciate ungherese e russa, durante l’udienza generale di mercoledì 8 maggio, quale testimonianza della riconciliazione tra i due popoli, in occasione del pellegrinaggio a Roma, nella ricorrenza del 44° anniversario della morte del card. Mindszenty, quale omaggio al suo impegno per la pace e la riconciliazione tra i Stati e le Nazioni nel mondo dall’ambasciatore d’Ungheria Eduard Habsburg-Lothringen, insieme al console Alexander Paklin, Incaricato d’Affari dell’Ambasciata Russa presso la Santa Sede.

Alla Gregoriana una rilettura del termine ‘fariseo’

Dal 7 al 9 maggio presso la Pontificia Università Gregoriana si è svolto il convegno ‘Gesù e i farisei. Un riesame interdisciplinare’, organizzato dal Pontificio Istituto Biblico per il 110 anniversario della sua fondazione, e co-sponsorizzato dal Centro Cardinal Bea per gli Studi Giudaici della Gregoriana, dall’American Jewish Committee e dalla Conferenza Episcopale Italiana.

Pasqua ‘in missione’: la proposta neocatecumenale alla Nuova Evangelizzazione

Anche durante questo tempo pasquale, le comunità del Cammino Neocatecumenale, seguendo l’esortazione del Papa a ‘uscire dalle sacrestie’, rinnoveranno l’esperienza della missione nelle piazze, iniziata a Roma nel 2012 in occasione dell’Anno della Fede, ed oggi giunta alla sua settima edizione.

Torino festeggia san Cottolengo ‘genio del bene’

Torino ha festeggiato san Giuseppe Benedetto Cottolengo, fondatore delle Piccole Case della Divina Provvidenza, prima per i malati rifiutati da tutti, poi per ‘famiglie’ di handicappati, orfani, ragazze in pericolo e invalidi. Allo scoppio del colera, nel 1832, Cottolengo affittò uno stabile nella zona di Valdocco trasportandovi, su un carretto tirato da un asino, un giovane colpito da cancrena.

Madre Canopi: ‘Fare pasqua’ con il Signore

Un mese fa madre Anna Maria Canopi, fondatrice del monastero di clausura dell’isola di San Giulio, è salita ‘al cielo’ con la ‘gioia pasquale’ di cui aveva sempre scritto. E per vivere la Pasqua ci facciamo condurre da alcuni pensieri tratti dai suoi libri:

Giuda, l’apostolo traditore

Durante la Settimana Santa faremo memoria dell’evento della salvezza. Tuttavia, c’è un dettaglio che talvolta sfugge: tale evento si compie in virtù, attraverso un tradimento. Giuda, apostolo scelto dal Signore, i quattro vangeli sono concordi su questo, tradisce Gesù. Come mai? Perché? Difficile dare una risposta se stiamo ai testi.

Via Crucis, l’ora della consegna di Gesù

Un’antica (e bella!!) pratica che la Tradizione cattolica ci consegna nel periodo della Quaresima è la cosiddetta ‘Via Crucis’. Attraverso una serie più o meno lunga di meditazioni, con essa e in essa, veniamo chiamati a ripercorre l’ultima tratto della vita terrena di Gesù.

89.31.72.207