Blog dell’Editore

Il partito tedesco con Freiherr von Boeselager vuole un Ordine di Malta non più religioso e sfida la Santa Sede

A seguito del nostro articolo del 20 gennaio scorso La decisione del Pontefice di rendere il Sovrano Militare Ordine di Malta “soggetto alla Santa Sede” significherebbe che l’organismo perderebbe sovranità e status diplomatico condividiamo l’articolo di Nico Spuntoni Smom allo scontro finale: il barone sfida la Santa Sede pubblicato oggi su La Nuova Bussola Quotidiana.

Papa Francesco: “Informare correttamente ma senza ghettizzare”

Questa mattina, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i partecipanti all’Incontro promosso dal “International Consortium of Catholic Media on COVID-19 Vaccines” (Consorzio Internazionale di Media Cattolici) aka Catholicfactchecking.com, capeggiato da Aleteia (un sito cattolico di proprietà della quarta casa editrice francese, il gruppo Média-Participations presieduto da Vincent Montagne).

«Geen Limburgse bloemen meer met Pasen voor de Paus». Addio ai fiori dai Paesi Bassi per la Pasqua in piazza San Pietro? Si salverà la tradizione?

Dopo un’iniziativa durata quasi 40 anni, gli sponsor nei Paesi Bassi hanno deciso di terminare l’iniziativa “Bloemen voor de Paus” (I fiori per il Papa) per Pasqua. L’ha fatto sapere il 26 gennaio 2022 verso mezzanotte, con un comunicato stampa sulla sua pagina Facebook [QUI], il project manager e capo arrangiatore Paul Deckers (aka Paulus Floralus) di Posterholt, nella provincia del Limburg dei Paesi Bassi: «Non rientra più nella strategia di marketing degli sponsor». Quindi, non si trovano sponsor disposti a pagare per gli addobbi floreali da mandare in Vaticano per Pasqua.

Dopo l’autoaccusa durissima, la chiara assunzione di responsabilità e la richiesta di perdono, il Cardinal Marx rimane a suo posto

Per gli abusi sessuali a danni di minori tra il 1945 e il 2019 nell’Arcidiocesi metropolitana di München und Freising (497 vittime, in maggioranza di sesso maschile, nel 60% dei casi di età compresa tra gli 8 e i 14 anni, con 235 responsabili delle violenze, tra cui 173 preti, 9 diaconi, 5 referenti pastorali e 48 persone impegnate in ambito scolastico), l’Arcivescovo metropolita in carica, il Cardinale Reinhard Marx ha confessato che ha “trascurato le vittime”.

Le dieci regole della manipolazione mediatica secondo Noam Chomsky

Leggendo e riflettendo sulle dieci regole della manipolazione mediatica formulate da Noam Chomsky [1], la conclusione è, che ognuno di noi dovrebbe fare un passo indietro e guardare da lì ciò che succede, senza perdere la capacità critica e senza farsi travolgere dal “pensiero omogeneizzato alla Plasmon”. Basterebbe l’1% della popolazione per cambiare strada. Chi risponde che è utopia, non ha imparato niente della storia umana. Primo Levi disse: “Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre”.

Ultimatum dei Savoia all’Italia: ridateci i gioielli confiscati nel 1946. La differenza con i Borbone delle Due Sicilie

Il Principe Vittorio Emanuele e le sue sorelle, le Principesse Maria Gabriella, Maria Pia e Maria Beatrice del Casato dei Savoia-Carignano rivogliono indietro i gioielli della (ex) corona d’Italia e per riaverli sono pronti a citare in giudizio la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero dell’Economia e la Banca d’Italia. Il tesoro è costituito da 6.732 brillanti e 2 mila perle, di diverse misure, montati su collier, orecchini, diademi e spille varie, con un valore che ammonterebbe a circa 300 milioni di euro.

La Camera ribolle come fosse la Libia. Ma che barba

In Transatlantico, rispetto alla patria di Gheddafi, ieri mancavano solo i missili e i mercenari turchi e russi. In compenso, le bande sembravano di più rispetto a quelle che il rais riusciva a tenere a bada. Il mondo ci guarda e il tempo passa. Quanto a clan, famiglie, fazioni e frazioni, bande e camarille, il glorioso Palazzo dove si esibisce la politica italiana nella sua massima espressione di democrazia è stato uno spettacolo mesto. Strategie incerte, faide e i capi-partito non controllano le loro tribù in lotta.

Cosa dicono i numeri dopo la terza dose del siero anti-Covid-19? Sorpresa nella sorpresa

Dal 1° febbraio il Green Pass Rafforzato, che si ottiene con l’inoculazione del siero anti-Covid-19 o guarigione, avrà validità sei mesi dall’ultima somministrazione. Ma c’è un problema. Le agenzie regolatorie EMA e AIFA non hanno per ora autorizzato la quarta dose. Calcolando che la somministrazione della terza dose (booster) è partita a metà settembre, a metà marzo ci saranno degli inoculati (i giornalisti del regime continuano a chiamarli “immunizzati”, mentre il siero non immunizza e fate caso, non scrivono neanche più “vaccinati”) con la infame CARTA VERDE scaduta, nonostante abbiano fatto tre dosi. Poi, dal 15 febbraio gli over 50 dovranno avere il Super Green Pass per accedere ai luoghi di lavoro pubblici o privati.

Michael Hesemann ha letto le carte: «Su Benedetto XVI fake news, che poggiano su una deliberata disinformazione». La vecchia «strategia della calunnia»

«Non giustificati!». Così il Dott. Michael Hesemann, esperto di Chiesa Cattolica Romana in Germania, saggista e studioso tedesco, descrive i recenti attacchi a Sua Santità il Papa emerito Benedetto XVI in seguito alle accuse formulate dallo studio legale Westpfahl-Spilker-Wastl di München. Il rappresentante dello studio legale in conferenza stampa ha sostenuto che il Cardinal Ratzinger avrebbe gestito male quattro casi di abuso sessuale durante il suo incarico come Arcivescovo metropolita di München und Freising.

Il programma di Aurelio Porfiri su «Ritorno a Itaca» del 27 gennaio 2022

Di seguito anticipiamo il prossimo programma di «Ritorno a Itaca» curato dal Maestro Aurelio Porfiri [*], previsto per giovedì (in italiano), con la presentazione, preceduto dal relativo volantino.

89.31.72.207