Blog dell’Editore

Senatore John Kennedy: “I cattolici sono sotto attacco in America”

Un senatore degli Stati Uniti ha chiesto al Procuratore generale della nazione di intensificare gli sforzi per combattere il vandalismo che è stato perpetrato contro luoghi e statue cattolici in tutto il Paese negli ultimi tempi mesi.

Un altra testa mitrata cade in Polonia

Il Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede N. 415 di oggi, 13 agosto 2020 ha reso noto che il Santo Padre Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’Arcidiocesi Metropolitana di Gdansk (Polonia) presentata da Mons. Sławoj Leszek Głódź e che ha nominato il Vescovo di Elbląg, Mons. Jacek Jezierski, Amministratore Apostolico sede vacante et ad nutum Sanctae Sedis.

Dare il calcio dell’asino (del debole vile al vecchio leone, dopo il cinghiale e il toro)

Il significato dell’espressione “dare il calcio dell’asino” è recare offesa a chi non è più in grado di difendersi o insultare quando non è più nella condizione di nuocere, un potente che ci si è umiliati ad adulare.

Attivisti LGBTQ+ polacchi profanano statue di Cristo e San Giovanni Paolo II. I principi non negoziabili dell’unità spirituale dell’Europa cristiana

Collettivi d’azione LGBTQ+ polacchi hanno preso di mira la statua di San Giovanni Paolo II presso la chiesa di Ognissanti in piazza Grzybowski a Varsavia, avvolgendola con una bandiera arcobaleno. L’azione dimostrativa del collettivo d’azione LGBTQ+ è stata resa nota tramite la pubblicazione di un filmato su Twitter. Nel video si vedono alcune persone che collocano una bandiera arcobaleno del movimento LGBTQ+ sulla statua del papa santo.

Alla cronaca delle azioni sovversivi LGBTQ+ in Polonia, seguono alcuni stralci da un articolo di Lorenzo Prezzi pubblicato oggi, 13 agosto 2020 su Settimana News: Europa: oltre i “principi non negoziabili”.

Coronavirus, avviso di garanzia per Conte e sei ministri del suo governo

“Ci sono avvisi di garanzia e avvisi di garanzia. Quelli a Conte non contano” (Paolo Becchi – Twitter, 13 agosto 2020).

Il coronavirus sta provando di mandare il governo Conte in tribunale sulla gestione dell’emergenza Covid-19. Giuseppe Conte e i Ministri Alfonso Bonafede, Luigi Di Maio, Roberto Gualtieri, Lorenzo Guerini, Luciana Lamorgese e Roberto Speranza hanno ricevuto un avviso di garanzia. Nel mirino la gestione dell’emergenza Covid sulla quale sono piovute denunce da tutta Italia contro l’esecutivo piddino-pentastellato.

L’imperdibile Eccles is saved ci informa sul ticket Dem per le prossime elezioni presidenziali negli USA

Comunicazione di servizio – Coloro che sono sprovvisti del buon senso umoristico, si astengono dalla lettura (e quindi, dal commentare): quanto segue è “british humour”. Cioè, per chi non conosce i basilari dell’inglese e della cultura britannica: si tratta di satira britannica. L’umorismo britannico è modellato dalla relativa stabilità della società britannica e porta un forte elemento di satira diretta all’assurdità della vita quotidiana. I temi includono il sistema di classe e tabù sessuali. Tecniche comuni includono giochi di parole, insinuazioni e battute intellettuali. Un forte tema di sarcasmo e auto-deprecazione, spesso con consegna impassibile, attraversa tutto l’umorismo britannico.

Contro la lobby della morte e pro vita, la prima carità da fare agli uomini è aiutarli a tornare a pensare e a riconoscere la verità sull’uomo

Non è un mistero la mia posizione riguardante l’aborto (l’uccisione di un essere umano nel grembo della madre), anche perché da oltre 50 anni partecipo attivamente alla battaglia pro vita, con i metodi che mi competono: le campagne di comunicazione.

Ex presidente della Bolivia Evo Morales accusato di “terrorismo, genocidio e delitti contro la salute”

Al culmine di una protesta che prosegue da sei giorni e che sta spaccando la Bolivia tra “indigeni” e “bianchi”, arriva una nuova incriminazione per l’ex Presidente dello Stato Plurinazionale di Bolivia, profugo in Argentina da un anno, dopo essere stato dimesso con la forza, costretto a fuggire di notte, a bordo di un aereo fornito dal Messico, con i Paesi confinanti che solo all’ultimo avevano concesso il sorvolo sugli spazi aerei che li riguardavano. Il Governo del Presidente transitorio Jeanine Añez, legittimato dalle Forze Armate, ha chiesto e ottenuto dalla Procura generale l’incriminazione di Juan Evo Morales Ayma per “terrorismo, genocidio e delitti contro la salute”, già colpito da un ordine di cattura per i due primi dei tre reati.

Maxi-processo “Rinascita Scott”: udienza preliminare per la ‘ndrangheta vibonese l’11 settembre nell’aula bunker di Rebibbia

Dell’inchiesta “Rinascita Scott” condotta dal Procuratore capo di Catanzaro Dott. Nicola Gratteri abbiamo parlato già più volte in passato. Finalmente – nonostante tutto l’ostruzionismo – arriveranno alla sbarra gli esponenti di spicco della ‘ndrangheta vibonese, insieme ai loro presunti fiancheggiatori, tra politici, ex sindaci, imprenditori e avvocati.
È stata fissata per l’11 settembre 2020 l’udienza preliminare del maxi-processo “Rinascita Scott”, che ha squarciato il muro di omertà che copriva la potente ‘ndrangheta vibonese.
Il processo si celebrerà nell’aula bunker di Rebibbia, visto l’indisponibilità – nonostante tutte le promesse mai onorate del Ministero della giustizia – di un’aula abbastanza capiente in Calabria.
La Procura Antimafia di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio per 479 indagati. Le posizioni stranciati risultano essere 22.

Il giovane libanese Joe Elias Akiki simbolo della tragedia di Beirut. Morto mentre stringeva la croce tra le mani

Nella immane tragedia avvenuta al porto di Beirut il 4 agosto scorso, un giovane cristiano di 23 anni è diventato simbolo della speranza di una vita che non si ferma al nostro corpo mortale. La storia che segue è raccontata da Giovanni Bernardi su “la luce di Maria” di oggi, 11 agosto 2020.

89.31.72.207