Nuovi Orizzonti

Pier Giorgio Frassati, un santo per i giovani del dopo guerra

La vita dei Santi incide nella vita dei giovani? L’ Anno della fede è una ottima occasione per “ripassare” la storia dei santi dei nostri giorni e come ha influenzato la “nostra” storia di ogni giorno. Una testimonianza.

Osimo, cittadina nella Marche, pur vivacissima culturalmente, sede di uno storico Liceo Classico, era priva nel 1944 di un Istituto Magistrale. Dinanzi a questa mancanza il Vicario Capitolare, Mons. Igino Ciavattini, riunì in “equipe” i migliori professori della città (tutti volontari) che con grande competenza e passione “inventarono” un Istituto Magistrale. L’Istituto divenne presto parificato, fu scuola di grande preparazione di nuovi maestri, per la nuova Italia sorta dalle macerie della guerra. L’insegnamento religioso come fondamento e coronamento dell’istruzione, attirò i ragazzi desiderosi di apprendere i veri valori della vita: ma quale riferimento religioso, morale e civile per gli studenti? Esempio di giovinezza attiva, morale e gioiosa, felice nel dare più che nel ricevere. La “presenza” di Piergiorgio Frassati è stata vicina, sentita, ammirata, amata subito da chi aveva attraversato, come lui, i momenti difficili e dolorosi di una guerra ! Nella Torino, ancora illuminista, dei primi anni del ‘900, accanto ad una nuova borghesia industriale, vive una moltitudine operaia che conosce i più duri sacrifici del lavoro mal retribuito.

Il 2 agosto ad Assisi in un pellegrinaggio di preghiera

Jospers Journey continua ed arriva ad Assisi. Questo “pellegrinaggio di preghiera” consente a tutti, da qualunque parte del mondo, di affidare le proprie intenzioni ad Opera Romana Pellegrinaggi, certi che le stesse preghiere verranno deposte fisicamente in queste mete di pellegrinaggio.

GIORNATA DI SPIRITUALITÀ A ROMA 1° FEBBRAIO

Per i 500 consacrati e amici della Comunità Nuovi Orizzonti che si sono ritrovati per il ritiro spirituale di febbraio, due grandi ospiti hanno affrontato il tema della santità come volontà di Dio per tutti gli uomini: Don Marco Tecilla – primo focolarino a seguire Chiara Lubich – ha spiegato che, essendo creati a immagine e somiglianza di Dio, nel nostro dna è impresso il bisogno, la tensione ad avere una relazione profonda con Dio e con gli uomini. Con il peccato originale queste tensioni vengono rotte, ma Dio che è amore rimane fedele sempre. Per rispondere liberamente al suo infinito amore occorre fare la sua volontà, vivere il momento presente, e amarsi gli uni gli altri come Gesù ha amato noi; Don Giovanni D’Ercole ha puntualizzato che il vero nemico dell’uomo e di Dio è il demonio dal quale vengono tutti i mali. Gesù con la sua incarnazione, morte e risurrezione viene a ristabilire l’ordine e a sconfiggerlo per sempre. Ma nella vita quotidiana la battaglia si gioca ogni giorno: solo se Dio è al primo posto nella propria vita si può essere veramente felici.

Giornata di Spiritualità 11 Gennaio 2009 San Paolo e il salto nella fede

Giovanni d'Ercole

Giovanni d'ErcoleL’11 gennaio a Roma amici e consacrati della Comunità Nuovi Orizzonti si sono ritrovati per la prima domenica di spiritualità del 2009. Presenti più di 500 persone tra famiglie, laici, sacerdoti e religiosi/e. A tenere la meditazione improntata sulla conversione, la fede, l’amore totalizzante che allarga gli orizzonti e la purificazione interiore di S. Paolo apostolo delle genti, era don Giovanni d’Ercole. Partendo dalle testimonianze neotestamentarie della conversione di Paolo, don Giovanni ha percorso le tappe fondamentali del percorso interiore dell’apostolo, fornendo ai presenti notevoli spunti di riflessione per il proprio cammino personale.

Chiara Amirante a TVL: un’esplosione di Grazia attraverso il video

Era una serata attesa da tempo, da tanto tempo. Da oltre 30 anni. Vi spiego perché. Cominciammo a fare televisione per caso, dal 1° Gennaio 1976. (La data è quella ufficiale, per l’anagrafe, perché di fatto gli esperimenti erano iniziati nell’autunno del 1975). Avevamo una lunga esperienza di cineforum, poi dei primi registratori Sony usati per attività educative ed anche divulgative, infine, dopo gli anni giovanili d’impegno nella Gioventù Cattolica diocesana e nazionale, nel mondo della disabilità. Un percorso di educazione, comunicazione, evangelizzazione, finalmente approdato a tu per tu con gli ultimi. Lavorare in Toscana, a metà anni ’70, lavorare con libertà come scelta vocazionale libera, non era facile. Un amico tecnico ci insegnò a inventare con tre lire una Tv.

Allora eravamo ricchi di un centralino Tv per trasmettere; un video registratore per riprendere e registrare; di un convento francescano sulla collina tutto per noi; di qualche frate appassionato di tecnica e di riprese; di cultura dell’immagine; di studi universitari recenti; di approfondimento di Mac Luhan e di Neil Postdam; che mancava per partire? Niente. Una preghiera insieme, una richiesta di protezione al Signore per la responsabilità che ci stavamo assumendo, e si partì.

Straordinario! La risposta della gente fu a dir poco entusiasta e ci incoraggiò ad andare avanti, senza paura. Non smettemmo mai una sera di trasmettere nonostante la precarietà dei mezzi. Sperimentammo ogni cosa. Inventammo trasmissioni divenute celebri non solo nella nostra tv…..ma……

Roma, 7 Dicembre 2008: “E venne ad abitare in mezzo a noi” (Gv 1, 14), ma perché?

Amici e consacrati di Nuovi Orizzonti ancora insieme per l’ultimo incontro mensile del 2008. Chiara Amirante – di ritorno dal suo recente viaggio in Brasile – ha spiegato, alla luce della Parola di Dio, perché il Creatore del mondo si è incarnato ed è venuto ad abitare in mezzo a noi; Gesù viene come luce, per rendere testimonianza alla verità, a portare il fuoco dell’amore del Padre, perché tutti abbiano la vita. Egli viene a servire, guarire e salvare. Chiara ha dato dei preziosi suggerimenti per come accogliere Gesù che viene prendendo esempio da Maria. La fondatrice della Comunità ha parlato a lungo dei grandi progressi nelle Cittadelle Cielo del Brasile e ha rilanciato l’iniziativa “Accendi una stella per Cittadella” a sostegno dei progetti in Italia, Bosnia e Brasile.

Evangelizzazione ai Parioli. I missionari di Nuovi Orizzonti annunciano Gesù Risorto!

Grandi “grazie” sono scese dal Cielo sul quartiere Parioli di Roma tra i giorni 19 e 23 novembre scorso e ancora ne continueranno ad arrivare grazie alla dedizione e allo zelo degli impavidi missionari che per cinque giorni hanno ininterrottamente testimoniato la Gioia di Cristo Risorto per le strade e le piazze del quartiere! Quanti miracoli, grazie Signore Gesù!

Angelo di luce – diavolo – satana: tre nomi che ci svelano le strategie del male

Molti negano l’esistenza del diavolo, cioè di una entità personale, non dell’esistenza generica del male. Ma 1Gv 3,8 è chiaro: “Chi commette il peccato viene dal diavolo, perché il diavolo è peccatore fin dal principio. Ora il Figlio di Dio è apparso per distruggere le opere del diavolo”. Negando l’esistenza del diavolo neghiamo l’intero Vangelo!

Chiedere la Sapienza per poter pronunciare: “In manus tuas, Domine”

Famiglie, sacerdoti, religiosi e laici di Nuovi Orizzonti e amici, insieme per una domenica di spiritualità e condivisione. Tema della giornata “Lo pregai con tutto il cuore dicendo dammi la sapienza” (Sap 9,1). Daniela Martucci ha condotto una riflessione partendo dal testamento spirituale di don Salvatore Boccaccio per meditare sul dono della Sapienza come sguardo attraverso gli occhi di Dio, che consente di comprendere e compiere la sua volontà sempre. Presente al ritiro spirituale anche don Giovanni d’Ercole.

Testimonianze da Riccione

La comunità nuovi orizzonti, impegnata da sempre nell’evangelizzazione di strada, quest’anno si è impegnata, durante il ferragosto, nell’evangelizzazione di spiaggia, o meglio di una spiaggia particolare: Riccione. Ecco dunque la testimonianza di uno dei missionari, Giovanni Orlandi: la testimonianza di una rappresentazione di un Cristo immerso nella nostra quotidianità.

89.31.72.207