Piccolo schermo

Su Rai1 i primi 100 giorni di Papa Bergoglio

Sono passati 100 giorni da quel 13 marzo 2013, quando alle 20.22 il cardinale Jorge Mario Bergoglio fece la sua prima apparizione come Papa Francesco esordendo con un schietto “Fratelli e sorelle, buonasera!”. Cento giorni, poco più di tre mesi, in cui tutti i fedeli di tutto il mondo hanno già imparato a conoscere i gesti, le novità, le parole e gli atteggiamenti del nuovo Vescovo di Roma ‘venuto dalla fine del mondo’. Per ripercorrere questo periodo di intensa emotività, e in attesa di vedere le prossime tappe di un pontificato che si annuncia ricco di novità e di riforme per la vita della Chiesa, ecco “I primi 100 giorni di Papa Francesco”, un video-documentario prodotto dal Centro Televisivo Vaticano e Officina della Comunicazione per Rai1, che andrà in onda domenica mattina, 23 giugno, alle 9,45, in esclusiva sulla rete ammiraglia della televisione pubblica italiana.

Non perdete la speranza: messaggio del Papa per l’ostensione della Sindone in tv

‘Non perdete mai la speranza’ è il messaggio che papa Francesco manderà ai fedeli piemontesi e a tutti quelli che in mondovisione assisteranno all’ostensione televisiva della Sindone, sabato 30 marzo dalle ore 17 alle ore 18.45 su RaiUno, nella trasmissione ‘A Sua immagine’, durante la liturgia presieduta dal Custode pontificio mons. Cesare Nosiglia per una proposta di preghiera e riflessione per il Sabato Santo, nell’Anno della Fede.  L’iniziativa dell’Arcivescovo di Torino, in accordo con la Santa Sede, si propone come una tappa importante nel cammino di ‘nuova evangelizzazione’ voluto da Giovanni Paolo II e proseguito da Benedetto XVI anche attraverso l’indizione dell’Anno della Fede. L’evento richiama alla mente il suo ‘illustre predecente’, ovvero l’ostensione del 1973 trasmessa in diretta dal Palazzo Reale. La trasmissione si presenta molto più tecnologica, grazie anche ad una applicazione per Ipad realizzata da Hal9000 su autorizzazione della Commissione diocesana. Sarà possibile ‘consultare’ l’immagine del Telo sindonico dalla tavoletta Apple grazie alla particolare tecnologia elaborata da Hal9000, che negli anni passati ha già realizzato un’immagine della Sindone composta di oltre 1500 fotogrammi ‘riuniti’ da un algoritmo. L’applicazione è disponibile in due versioni: una a pagamento e una ‘free’, per dare al maggior numero possibile di persone la possibilità di accedere.

 

L’inizio del pontificato di Francesco in DVD

«Sono un grande peccatore. Confidando nella misericordia e nella pazienza di Dio, nella sofferenza accetto». Cosi Papa Francesco ha preso a cuore, il 13 marzo 2013, la sua missione di successore di Pietro. E queste sue esatte parole ce le riporta il Cardinale Comastri, a lui confidate dal nuovo Papa subito dopo il rito di accettazione nel conclave. Le troviamo in un’intervista al Cardinale nel dvd “Francesco – Elezione di un Papa che viene dalla fine del mondo”, presentato oggi in sala stampa vaticana dal direttore del Centro televisivo vaticano Dario Viganò, dal direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli, da Mons. Claudio Maria Celli, nella doppia veste di presidente del Pontificio consiglio per le comunicazioni sociali e presidente del consiglio di amministrazione del Centro televisivo vaticano e da padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa vaticana. Informazione ed emozione. Queste le due caratteristiche del dvd “Francesco”, della durata di 50 minuti, con immagini in HD, alta definizione di grande qualità, prodotto dal Ctv e in edicola dal 2 aprile con il Corriere della Sera al costo di 10,90 euro più il prezzo del quotidiano.

La Rai ha ricordato Giovanni Paolo I

Rai 150, per la serie ‘Dixit Religio’, nei giorni scorsi ha presentato ‘Ostensus magis quam datus: a cento anni dalla nascita di Albino Luciani’ (‘Mostrato piuttosto che dato’, in riferimento ai soli trentatré giorni di pontificato di Giovanni Paolo I) di Antonia Pillosio, sintesi del convegno che si è tenuto in Vaticano nel mese di novembre dell’anno scorso per celebrare il centenario della nascita di Giovanni Paolo I attraverso le testimonianze degli storici Gianpaolo Romanato, Roberto Pertici, Sylvie Barnay e dello scrittore spagnolo Juan Manuel de Prada, con le conclusioni del Patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, organizzato da ‘L’Osservatore Romano’ e il ‘Messaggero di sant’Antonio’. I lavori si sono svolti nell’Aula vecchia del Sinodo con il saluto di Giovanni Maria Vian, direttore de ‘L’Osservatore Romano’ e l’introduzione di Ugo Sartorio, direttore del ‘Messaggero di sant’Antonio’, a cui sono seguiti gli interventi dei docenti Gianpaolo Romanato, Università di Padova; Roberto Pertici, Università di Bergamo; Sylvie Barnay, Université de Lorraine e lo scrittore Juan Manuel de Prada. Al convegno erano presenti anche i cardinali Giovanni Coppa e Raffaele Farina, l’arcivescovo Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato. Il convegno ha sottolineato che la scelta di chiamarsi papa Giovanni Paolo I ha messo in evidenza l’obiettivo di Albino Luciani: quello di ricevere e trasmettere l’eredità del Concilio Vaticano II.

Papa Luciani raccontato a Dixit religio

«Ostensus magis quam status a cento anni dalla nascita di Albino Luciani», di Antonia Pillosio, è il titolo della puntata di «Dixit religio» in onda domenica 3 febbraio alle 16.00 su Rai Storia. Attraverso le testimonianze  degli storici Gianpaolo Romanato, Roberto Pertici, Sylvie Barnay e dello scrittore spagnolo Juan Manuel de Prada, verrà proposta una sintesi del convegno — organizzato dal «Messaggero di sant’Antonio» e da «L’Osservatore Romano» — che si è tenuto in Vaticano nel centenario della nascita di Albino Luciani ed è stato concluso dal patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia. La collaborazione di Albino Luciani con il Messaggero di sant’ Antonio nasce nella primavera del 1971 con la popolarissima rubrica di lettere a personaggi storici o della letteratura.

Dixit Religio e Taizè

Prende l’avvio il 16 gennaio prossimo una nuova felice collaborazione tra Rai 150 – Dixit Religio e il progetto “Una porta verso l’infinito: Il tutto nel frammento” promosso e curato dall’Ufficio comunicazioni sociali del Vicariato di Roma e il Pontificio Consiglio della Cultura. Il primo appuntamento in onda alle 21 del 16 gennaio è con il concerto e coro del Teatro dell’Opera di Roma che si è tenuto il 21 dicembre scorso nella chiesa degli artisti (Santa Maria in Montesano) a Piazza del popolo a Roma.

La Fede di Dante stasera su Rai Storia

Nella Rettoria del SS. Nome di Gesù all’Argentina, Piazza del Gesù di Roma, si terrà la serata La Fede di Dante – Il Canto XXIV del Paradiso, promossa dallo stesso Pontificio Consiglio della Cultura, col Patrocinio di Roma Capitale e in collaborazione con la Rettoria del SS. Nome di Gesù all’Argentina e la Casa di Dante in Roma. Il tema scelto, infatti, fa sì che la serata dantesca si inserisca pienamente nella programmazione dell’Anno della Fede, mettendo in luce proprio il legame vitale che lega la figura di Dante Alighieri, e la sua opera, con la Fede cristiana.

Cinquant’anni dopo. Su RaiTre focus sul Concilio e sulle sue eredità

Giusto cinquant’anni fa, l’11 ottobre, si apriva in San Pietro il Concilio Ecumenico Vaticano II, preceduto, il 4 ottobre, dal pellegrinaggio a Loreto e ad Assisi compiuto da Giovanni XXIII per affidare alla Vergine e a San Francesco le buone sorti del grande evento ecclesiale. E proprio giovedì 4 ottobre, in ricordo di quel viaggio e in coincidenza con la visita che Benedetto XVI ha voluto fare a Loreto sulle orme del predecessore, Rai  Tre manda in onda, in seconda serata alle 23, “La Chiesa nel mondo. 50 anni dal Concilio” realizzata per il ciclo “La Grande storia” curata e diretta da Luigi Bizzarri.

 

Pax Vobis, Benedetto in Libano su Rai Storia

Un appuntamento televisivo da non mancare per rivedere le immagini del viaggio in Libano di Papa Benedetto XVI questa sera domenica 30 settembre alle 21.00 e mercoledì 3 ottobre alle 15.00 su Rai Storia per la serie Dixit dal mondo va in onda il programma: ” Pax Vobis Benedetto XVI in Libano “
 di Antonia Pillosio.

Tele Lumiere e Noursat: il Libano in diretta

 

 

Il Medio Oriente attende con impazienza questo barlume di speranza che sarà la visita del Papa  il cristiano canale Tele Lumiere e sua Noursat satellite sarà eco del messaggio di pace di Benedetto XVI.

Tele Lumiere offre infatti un set di programmi e reportage sui luoghi da visitare dal Papa, la Chiesa e il Libano orientale, i santi libanesi e monumenti, tutti i media locali e internazionali e in tre lingue: arabo , inglese e francese. Inoltre, Tele Lumiere fornirà copertura in diretta di eventi locali che preparano la venuta del Papa e, naturalmente, offrirà una copertura intensiva durante i 3 giorni di viaggio apostolico.

Media interessati possono visitare il sito web di Tele Lumiere e il suo Facebook e Youtube per maggiori informazioni, video e interviste sui preparativi per la visita.

Facebook: Tele Lumiere e Noursat

Youtube.com / user / telelumiere

www.telelumiere.com

89.31.72.207