A Bologna torna ‘Devotio’ la fiera degli oggetti religiosi

Condividi su...

Torna ‘Devotio’, la più grande fiera internazionale sui prodotti e i servizi per il mondo religioso. La quarta edizione, che si svolgerà dall’11 al 13 febbraio 2024 a BolognaFiere, ospiterà infatti la migliore produzione italiana e mondiale di articoli religiosi e oggetti per il culto, come crocifissi, rosari, immagini sacre, statue e presepi, campane, incensi, candele, vetrate e mosaici, paramenti per la liturgia, arte sacra, arredi per le chiese, impiantistica e abbigliamento per il clero.

Nei tre giorni della manifestazione, i due padiglioni della fiera saranno visitati da migliaia di operatori del settore, importatori, distributori, rivenditori, e-commerce, sacerdoti, suore e responsabili di parrocchie e comunità. L’edizione del 2022 aveva infatti riunito 200 espositori dall’Italia e da altri 35 Paesi, con 3.128 visitatori da 51 Paesi.

“Nelle prime tre edizioni, dal 2017 al 2022, Devotio ha visto i suoi numeri in costante crescita e oggi la nostra fiera viene riconosciuta in tutto il mondo come l’appuntamento leader per il mercato dei prodotti e dei servizi per il mondo religioso”, conferma Valentina Zattini, amministratore delegato di Conference Service e organizzatrice della manifestazione, che sottolinea:

“Dopo la drammatica crisi dovuta alla pandemia di due anni fa, che ha colpito duramente anche questo settore, il fatturato delle aziende italiane è tornato finalmente a crescere, anche in vista dell’importante appuntamento con il Giubileo del 2025. A poco meno di cinque mesi dall’inaugurazione della fiera, infatti, le prenotazioni degli espositori stanno raggiungendo i livelli dell’edizione 2022 e, dunque, ci aspettiamo un’ulteriore crescita”.

 Il programma di ‘Devotio 2024’ prevede anche le iniziative collaterali del ‘Devotio Lab’. Innanzitutto, è in fase di definizione una serie di convegni sul tema ‘Edificare la comunità: i luoghi dell’annuncio e dell’incontro’, rivolti principalmente ad un’utenza ecclesiastica e ad artisti, architetti, catechisti, insegnanti, professionisti e a coloro che vivono e amministrano gli spazi per il culto. Previste inoltre alcune mostre, tra cui quelle sul ‘Cammino processionale: i segni cristologici dell’Introito’ e sul concorso per progettisti sulla ‘Cappella nel Bosco di San Francesco’.

Si svolgerà anche la mostra con l’esposizione delle opere frutto della quarta edizione dei ‘Percorsi di riavvicinamento: artisti a confronto con il mistero cristiano’, che ha visto alcuni giovani artisti misurarsi sul tema ‘La Risurrezione: il corpo glorioso’. Prevista infine la premiazione per il migliore stand presente nell’area espositiva che sarà scelto durante la manifestazione.

‘Devotio 2024’ è organizzata da Conference Service e ha ricevuto i patrocini da Dicastero per la Cultura e l’Educazione della Santa Sede, Ufficio Liturgico Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana, Chiesa di Bologna, Associazione Musei Ecclesiastici Italiani (AMEI), Fondazione Culturale San Fedele.

Il comitato scientifico della fiera è coordinato da Claudia Manenti, responsabile del Centro Studi per l’Architettura Sacra della Fondazione Card. Giacomo Lercaro. Partner della manifestazione è la Provincia Italiana Pie Discepole del Divin Maestro. Digital partner è il marketplace Ereligio.com, mentre media partner sono Edizioni San Paolo, Emil Edizioni (D’A, Bomboniera, La Ceramica) e Totus Tuus. Ulteriori informazioni su www.devotio.it.