Vero o falso? Una “strana farfalla” e un “mini drago”. Foto vere per una farsa fantasmagorica o per una pubblicazione fuori contesto…

Leggiamo nel feed di Facebook – dove arriva di tutto, tra spazzatura anche cose interessanti e utili, più volte inutili, molte volte divertente, ecc. ecc. – un post da cui trasuda da lontano la “farsa”, con una foto (riportata in copertina) che viene condivisa già da qualche anno in modo virale e fuori contesto, da chi non perde neanche 30 secondi per fare una ricerca veloce su Google, del uso del cervello neanche a parlare. Anche se gli autori delle farse sono bravi nel far credere sono fatti veri, senza gli utenti non possono fare niente. Come dice l’avviso delle Poste Italiane in un altro contesto, serio: “Un truffatore non può fare nulla senza di te”.

Riportiamo di seguito il testo originale in francese del post, con la nostra traduzione italiana: «C’est un lutin ailé américain (Angelus mandragora luctus admonum parva américanum [*]), rarissime! Ce n’est pas un insecte, les insectes ailés possèdent 6 pattes! Classé dans une catégorie intermédiaire indéfinissable, car c’est le deuxième exemplaire découvert! Le seul exemplaire connu était en possession de l’empereur de Chine et peint sur une tapisserie de soie, et c’était d’après les traits une fille! Ici il me semble que c’est un petit gars! L’espèce fantasmagorique posséderait certains pouvoirs, dont celui d’une cicatrisation fulgurante et d’une intelligence hors norme selon les écrits chinois de la tapisserie! De D.T.! De #E. T. 😲😲😲» (J. M, 9 agosto 2022).
[È un folletto alato americano (Angelus mandragora luctus admonum parva américanum [*]), rarissimo! Non è un insetto, gli insetti alati hanno 6 zampe! Classificato in una categoria intermedia indefinibile, perché è il secondo esemplare scoperto! L’unico esemplare conosciuto era in possesso dell’Imperatore della Cina e dipinta su un arazzo di seta, ed era dai lineamenti di una fanciulla! Qui mi sembra che sia un piccoletto! La specie fantasmagorica possiederebbe determinati poteri, incluso quello di una cicatrizzazione fulminante e un’intelligenza straordinaria secondo gli scritti cinesi dell’arazzo!]

L’autore originale di questo post è sconosciuto, ma ha fatto dimostrazione di una sfrenata fantasia, al livello degli inventori dei pesci d’aprile (e, infatti, come nella tradizione dei pesci d’aprile, anche questo post fa capire che si tratta di una farsa).

Ovviamente, non cogliendo la farsa, il post diventa una pubblicazione fuori contesto. E la spiegazione è consultabile nel sito brasiliano E-Farsas.com [QUI], che ha fornito in portoghese le informazioni (che riportiamo nella nostra traduzione italiana), a seguito della pubblicazione di un post Facebook di un residente della Città di Juiz de Fora nello Stato di Minas Gerais del Brasile.

La pubblicazione su Facebook del residente di Juiz de Fora (Foto di E-Farsas.com).

Il sito E-Farsas.com è nato il 1° aprile 2002 con l’intenzione di utilizzare Internet stesso per demistificare le farse e combattere le fake news che circolano su di esso. In questi diversi anni di vita, con il sito sono successe molte cose. Ha avuto diverse facce ed è stato modernizzato nel corso degli anni. Riferimento nella ricerca sulle “farse” che circolano su internet, è curata dall’ex muratore Gilmar Lopes, un pioniere del fact checking in Brasile. Attualmente è analista di sistemi, lavora con database PHP e Oracle ed è specializzato nella creazione di strumenti per Intranet. Nel 2002 ha creato E-Farsas.com, che cerca di svelare le bufale e le fake news che circolano sul Web. Si tratta del più antico sito di fact checking del Brasile, che offre tante pagine di lettura interessante sotto l’ombrellone agostano, tra un temporale e l’altro.

Jack (Magic Within).

Alla domanda se è vero o falso l’affermazione che si tratta di una “strana farfalla”, E-Farsas.com risponde che la foto è pubblicata “fuori contesto”, visto che non si tratta di un essere vivente, ma di una scultura realizzata da un artista dei Paesi Bassi di nome Jack, meglio conosciuto su Facebook come Magic Within.

Foto di E-Farsas.com.

Jack ha pubblicato questa stessa foto il 16 luglio 2020 sulla sua pagina Facebook [QUI]. Jack non ha mai detto che fosse un vero essere vivente, farfalla o fata, anche perché è uno scultore, che vende le sue opere d’arte.

Il post Facebook dell’artista neerlandese di nome Jack (Magic Within) (Foto di E-Farsas.com).

Pertanto, non abbiamo a che fare con una strana farfalla trovata in una Città dello Stato di Minas Gerais in Brasile. Meno ancora si tratta di “un folletto alato americano”, come vuole far credere un post da un non meglio specificato D.T., rilanciato da E. T. (che si muove nel mondo del Reiki e dell’”Università della vita”) e condiviso da J. M. (“motivazione, crescita personale, suggerimenti per la salute alimentare, tutto e niente), specificando che è «classificato in una categoria intermedia indefinibile, perché è il secondo esemplare scoperto! L’unica copia conosciuta era in possesso dell’Imperatore di Cina e dipinta su un arazzo di seta, ed era dai lineamenti di una fanciulla!».

Come se non bastasse e, forse, vista la popolarità del suo precedente post, rivela E-Farsas.com, lo stesso utente Facebook di Juiz de Fora ha affermato di aver trovato pure un “mini drago”, tre giorni dopo aver diffuso la foto della “strana farfalla” [QUI].

Nuova pubblicazione su Facebook del residente di Juiz de Fora (Foto di E-Farsas.com).

Riportiamo di seguito i tre appunti su queste foto del “mini drago” da E-Farsas.com.

In primo luogo, questa foto, così come un’altra (apparentemente raffigurante lo stesso animale), non è stata scattata da questo utente e circola sui social media almeno da aprile di quest’anno [QUI].

La foto che circola sui social media almeno da aprile 2020 (Foto di E-Farsas.com).
Un’altra foto che apparentemente mostra lo stesso animale (Foto di E-Farsas.com).

In secondo luogo, la foto mostra un vero animale, un Draco (un genere di rettili squamati appartenente alla famiglia Agamidae e conosciuti col nome comune di “draghi volanti” o “lucertola alata” [QUI]). Presenta membrane laterali, comunemente associate ad “ali”. Tuttavia, non servono esattamente per “volare”, come potresti pensare che farebbe un “mini drago”, ma per planare in aria durante un salto da un albero all’altro, ad esempio. Altre volte tali membrane vengono estese come segnale di avvertimento.

Fonte: E-Farsas.com.

In terzo luogo, è interessante notare che le “lucertole alati” si trovano in aree densamente boscose del sud-est asiatico (principalmente nelle Filippine e nel Borneo) e nell’India meridionale. Pertanto, non sono animali autoctoni di Juiz de Fora, né del Brasile.

[*] Angelus mandragora luctus admonum parva américanum, ovvero, folletto americano alato

La foto sopra: un raccolto di mandragora, dal codex Tacuinum sanitatis in medicina (ca. 1390) su un testo del medico orientale Ibn Butlan. La mandragora è raffigurata in alcuni testi di alchimia con le sembianze di un uomo o un bambino, per l’aspetto antropomorfo che assume la sua radice in primavera. Da ciò ne è derivata la leggenda del pianto della mandragora, ritenuto in grado di uccidere un uomo. Perciò, come ricorda Machiavelli nell’omonima sua commedia, il metodo più sicuro per coglierla era legarla al guinzaglio di un cane e quindi lasciarlo libero di modo che, tirando la corda, questi avrebbe sradicato la mandragora udendone il lamento straziante e morendo all’istante, consentendo così al proprietario di coglierla.

Angelus: messaggero, ministro, angelo.

Mandragora: un genere di piante appartenenti alla famiglia delle Solanaceae. La radice di questa pianta è caratterizzata da una peculiare biforcazione che ne dà una forma antropomorfa (maschile e femminile); insieme alle proprietà anestetiche della pianta, ciò ha probabilmente contribuito a far attribuire alla mandragola poteri sovrannaturali in molte tradizioni popolari. Nel Medioevo alla mandragora venivano attribuite qualità magiche e non è un caso se la mandragora era inclusa nella preparazione di varie pozioni. La mandragora veniva considerata una creatura a metà tra il regno vegetale e animale. Secondo le credenze popolari, le mandragore nascevano dallo sperma emesso dagli impiccati in punto di morte. La mandragora può essere ricondotta ad alcune usanze della stregoneria, nelle quali era utilizzata come surrogato delle più famose bambole di cera.

Luctus: lutto, dolore, compianto, cordoglio.

Admodum: assai, molto, grandemente, interamente, pienamente; circa, pressappoco, almeno; appunto, si, certamente, precisamente.

Parva: piccolo, scarso, insignificante, meschino.

Américanum: americano.

89.31.72.207